20°

36°

Lettere al direttore

La plastica "contaminata": storia di una multa

La plastica "contaminata": storia di una multa
Ricevi gratis le news
47

Caro direttore,
consentimi di arricchire la casistica delle tipologie delle contravvenzioni elevate dal Comune di Parma parzialmente elencate nella lettera scritta da Anna Calcagno, che arriva ad ipotizzare, quale estremo limite d’assurdità, «multe per chi butta il post-it di carta nel bidone delle bucce della mela».

A me è capitato di peggio. Sono stato sanzionato dalla polizia edilizia e ambientale di euro 50 + 17 di notifica per aver lasciato attaccata in un involucro di plastica, che avvolgeva alcuni libri speditimi, l’etichetta col mio indirizzo e quello del mittente. Il materiale è stato logicamente posto nell’apposito sacco per la plastica ma contaminato (!) da alcuni centimetri quadrati di carta. Il corpo del reato è stato scoperto e punito con implacabile rigorosa severità. Poiché l’etichetta cartacea era impossibile staccarla dalla plastica, dovevo buttare tutto nel rifiuto residuo? Questo è quello che sembra suggerire la decisione sanzionatoria della polizia ambientale. Differenziata sì, ma… così così.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Maurizio

    24 Aprile @ 23.36

    Chi ha ragione l'assessore o il lettore? Una informazione sbagliata può generare problemi nell'opinione pubblica, se avesse ragione l'assessore il lettore avrebbe fatto una vera e propria cavolata, se avesse ragione il lettore l'assessore visto che ha scelto un mezzo di comunicazione per dire una falsità si dovrebbe come minimo dimettere anche se in Italia non si fa in genere.... Il lettore potrebbe iniziare pubblicando il verbale della contravvenzione così vediamo chi ha fatto la figura grama....

    Rispondi

  • Gabriele Folli

    24 Aprile @ 17.12

    Gentile Direttore, in risposta alla lettera del 23 aprile scorso apparsa nello spazio Lettere al Direttore della Gazzetta di Parma e ripresa anche dalla versione online, mi preme precisare che il Sig . Mendogni non è stato sanzionato per la presenza di materiale non conforme nel sacco della plastica ma bensì perché il sacco risultava esposto il mercoledì sera quando il giorno di raccolta di quella zona è il giovedì tra le 19.30 e le 21. Come è evidente l’esposizione sulla pubblica via addirittura un giorno prima dell’orario di raccolta può causare problematiche legate al decoro ed all’igiene pubblica per cui è corretto che, a tutela di tutti quelli che invece osservano regolarmente date ed orari del calendario, vengano ripresi e sanzionati gli errati conferimenti. Ci spiace che il Sig. Mendogni abbia male interpretato le ragioni della sanzione ingenerando nell’opinione pubblica che vi sia un eccesso di zelo da parte delle unità di controllo (Vigili Ambientali, GEV, GELA, Polizia Municipale, Ispettori Ambientali) che ogni giorno operano per il bene della comunità sia sanzionando i comportamenti palesemente scorretti che informando i cittadini delle poche e semplici regole da seguire per la gestione dei nostri scarti. Cordiali saluti, Gabriele Folli Assessore Ambiente, Verde Pubblico, Mobilità e Trasporti

    Rispondi

  • fortunato

    24 Aprile @ 16.54

    adesso stiamo li a guardare il pezzettino di carta incollata, voglio vedere quanti cittadini sono in regola.

    Rispondi

  • PaoloUno

    24 Aprile @ 15.22

    Sinceramente non pensavo che bastasse così poco per essere sanzionati. A questo punto voglio facilitare il compito della polizia ambientale suggerendo di posizionarsi nei pressi della campana del vetro adiacente la mia abitazione, o di qualsiasi altra campana tanto penso sia la stessa cosa, e sanzionare chi butta bottiglie e vasetti con il tappo d'alluminio inserito e quelli che buttano dentro anche il sacco di plastica usato per il trasporto del vetro. Per quello che vedo io ben pochi ne uscirebbero indenni. Al di la dell'episodio specifico, comincio ad avere una certa forma di rigetto con questo sistema di raccolta.

    Rispondi

    • David

      24 Aprile @ 17.17

      Togliere il tappo metallico dalla bottiglia (buttandolo in un cestino in strada o nel rudo di casa) e portare indietro il sacchetto di plastica usato per il trasporto del vetro non costa fatica. Provare per credere.

      Rispondi

      • PaoloUno

        25 Aprile @ 10.58

        Guarda che i tappi metallici di bottiglie e vasetti vanno nel sacco giallo, come è specificato nel rifiutologo.

        Rispondi

  • Bastet

    24 Aprile @ 14.54

    @filippo:speriamo che altri miei concittadini si rendano conto che,queste cazzate,nn portano da nessuna parte...se nn all'esaurimento nervoso!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana

tg parma

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana Video

AMICHEVOLE

Stasera il Parma affronta l'Empoli al Tardini

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

METEO

Temporali, vento e caldo domani in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

fontevivo

Nuovo guasto e allagamenti, il sindaco Fiazza: "Chiederemo risarcimento" Video

bassa reggiana

Violenza sessuale su un minorenne disabile: revocati i domiciliari al 21enne

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

tg parma

Ricordato il sacrificio di Charlie Alfa Video

BORGOTARO

Diawara forse ucciso da un malore?

MONCHIO

«Mi vuoi sposare»? Sorpresa alla sagra

Università

Preso lo scassinatore seriale dell'ateneo

1commento

Sissa

Moto, i centauri disabili tornano in sella grazie a Pattini

viabilità

Tangenziale sud: partono i lavori (e i possibili disagi)

Lavori in corso

Tutti i cantieri nelle strade della città

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

barcellona

Due italiani tra le vittime. Bruno ucciso per proteggere i figli. Caccia a Moussa

Turku

Attacco in Finlandia: un morto e 8 feriti

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti