23°

32°

lettere al direttore

La chiusura di viale Maria Luigia

Lettere al direttore - logo
Ricevi gratis le news
2

Caro direttore,
sulla «Gazzetta» di oggi (21 aprile), all’interno dell’ampia e bella pagina dedicata alla chiusura al traffico di viale Maria Luigia, sono riportate una accanto all’altra due interviste: una al sottoscritto, Dirigente del Liceo Romagnosi, e residente a Felino, ed una ad una ragazza della mia scuola, che dichiara di abitare a Sala Baganza – la quale sostiene che usando i mezzi pubblici arriverebbe a scuola in ritardo. Questa mattina, 21 aprile, sono venuto a scuola da Felino con i mezzi pubblici (quando ero un semplice docente, lo facevo tutti i giorni): ho preso il «bis» del bus n. 6 alle ore 7,15 a Felino (a Sala passa 5 minuti dopo) e alle ore 7,48 ero in p. Barbieri (barriera Bixio). Da Felino a Parma, passando per Sala, al mattino ci sono corse (cito a memoria) alla ore 6,55, alle ore 7,10, alle ore 7,15, alle ore 7,25 – questa ultima corsa, in effetti, arriva spesso a Parma in leggero ritardo. Quindi la mia alunna (come la stragrande maggioranze degli studenti) può tranquillamente arrivare puntuale a scuola prendendo mezzi pubblici, come ha fatto il suo dirigente scolastico in questa e in altre mattine.

Guido Campanini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Biffo

    27 Aprile @ 11.33

    Io, che ero un povero campagnolo di Salsomaggiore, per tre anni, per arrivare al Romagnosi, mi "scetavo", direbbe Eduardo, alle 6, prendevo un treno alle 7 ed arrivavo a Parma per le 7,45; a volte, però, capitava che la littoria da Salso a Fidenza tardasse quel poco che bastava per perdere il diretto per Parma. Quando io e gli altri poveri villici giungevamo al Lvceo, e salivamo lo scalone, che sapea di sale grosso, verso la sezione C, ci attendeva al varco,sempre, a gambe aperte, con sguardo feroce, il divo ed augusto Preside, che scaricava addosso, a noi, tremanti e tremebondi, una sua caritatevole cazziata,come se noi ci divertissimo ad arrivare in ritardo a scuola. Lui, poverino, abitava a Parma, ça va sans dire. Non era un eroico dirigente come il dott. prof. Pres. Campanini. E a quei tempi, 1960-63, i genitori avevano ben altro da fare che accompagnare i pargoli a scuola. Comunque, non ho ben capito il senso e l'obiettivo dell'epistola del Pres. Campanini, dato che è verissimo che i mezzi pubblici ignorano, da sempre, le esigenze degli alunni che risiedono fuori sede, che siano poi del Parmense o di qualsiasi altro paese di provincia.

    Rispondi

  • Maurizio

    26 Aprile @ 20.23

    E io che prendevo il bus ogni mattina alle 6 e 40? Adesso ogni mattina mi alzo per andare a lavoro all'orario in cui salivo sul bus più o meno.... come sono cambiati i tempi, che tristezza, alunni e quel che è peggio, genitori che si lamentano di aquesto. Bravo professore, così si fa!

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

1commento

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

2commenti

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

barcellona

Ritrovato il piccolo Julian: è in ospedale tra i feriti

spagna

Barcellona, la polizia: "Cellula smantellata". La Catalogna smentisce

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

viabilità

Ritorni e partenze, traffico in intensificazione sulle autostrade Tempo reale

calestano

Mai dire Baganzai: la sfida (anche) dei video

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti