11°

29°

lettere al direttore

Il cuore della gente

Lettere al direttore - logo
1

Egregio direttore,
in una lettera alla Gazzetta pubblicata il 22 agosto, il signor Giancarlo Novarini si chiedeva dove fosse finito il cuore della gente, riferendosi al problema immane dell’accoglienza dei richiedenti asilo.
Senza dubbio è una domanda molto impegnativa che implica dei giudizi e delle considerazioni etiche e morali alle quali, credo , molti di noi troveranno difficile dare una risposta.
Cionondimeno credo che almeno un tentativo dovremmo farlo, lo dobbiamo a tutti quelli che cercano di farsi un opinione in mezzo al frastuono delle parole e delle invettive lanciate a profusione quasi quotidianamente. Una prima lettura del problema potrebbe essere quella fatta nell’ambito giuridico-legale. Secondo questi criteri hanno diritto all’accoglienza solo quelle persone che fuggono da paesi in guerra o dove siano in atto genocidi e persecuzioni. Se esaminassimo le statistiche di quelli che hanno richiesto asilo fino ad ora, vedremmo che solo una minima parte fugge da paesi in guerra, la stragrande maggioranza è costituita dai cosiddetti “migranti economici” persone che fuggono da paesi dove le condizioni economiche sono peggiori rispetto agli standard europei, in sostanza sono persone che vogliono migliorare il loro tenore di vita. Credo però che il Sig. Novarini intendesse fare un più ampio discorso etico-umanitario riguardo al problema. Allora vorrei chiedere al Sig. Novarini, posto che l’intero continente africano vive condizioni economiche molto peggiori rispetto alle nostre, possiamo noi accogliere l’intera popolazione africana nella nostra Europa? (per non dire nella nostra Italia vista la politica europea nei confronti dell’immigrazione) Potremmo anche definire senza cuore gli stati europei che anche in questi giorni ci danno dimostrazioni di estrema durezza nei confronti dei migranti, accordo tra Francia e Gran Bretagna per bloccare il tunnel della Manica, blocco dei migranti al confine tra Grecia e Macedonia, costruzione di un muro alto 4 metri in territorio ungherese per bloccare i migranti ecc. Ma vede, Sig. Novarini, un conto è predicare buonismo e carità ed un altro è governare i problemi che si ripercuotono sulle popolazioni italiane ed europee. Le prime sono solo parole che non costano nulla facendo fare bella figura a chi le pronuncia, le altre sono decisioni dolorose che vanno prese anche in tempi molto stretti. Un immigrazione controllata e regolamentata è possibile ed auspicabile, al contrario, un invasione biblica generalizzata produrrebbe una devastazione del tessuto sociale ed economico che alla fine si rivelerebbe una tragedia per noi e non sarebbe di alcun aiuto neanche per gli immigrati. Lei auspica un arretramento economico di vent’anni? Non le sembra di essere un tantino presuntuoso? Non dovremmo prima sentire l’opinione degli italiani? Le lotte sociali e i sacrifici pagati anche da chi ci ha preceduto non contano nulla? Dovremmo annullarli in favore dell’ultimo arrivato? Per concludere Sig. Novarini, io non avrei il coraggio di guardare in faccia mio figlio se prima non provassi in ogni modo a difendere quel poco di Stato Sociale che rimane e per il quale ho pagato, ho fatto sacrifici e non intendo regalare a nessuno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Biffo

    02 Settembre @ 18.47

    Sig. Fiordi spini, non le posso dare torto per molto di quel che ha scritto. Ma Lei provi a spostarsi indietro, nel tempo e nello spazio, a quegli abitanti, da milioni o migliaia di anni, in Afruca, in Asua,nelle Americhe, in Australia e Nuova Zelanda, che si sono visti privare di tutto da orde di ladri ed assassini europei. Ora la storia ha cambiato direzione e, in una sorta di Nemesi, storica, le nostre malefatte ci ritornano addosso, come boomerang micidiali. Chi la fa, l'aspetti! Abbiamo ridotto noi il mondo alla fame, ed ora ci tocca espiare, secondo una micidiale legge del taglione.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra sorrisi e prosciutti

televisione

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra enigmi e prosciutti!

Flavio  Insinna

Flavio Insinna

tv e polemiche

Insinna (e gli insulti): "Chiedo scusa a tutti, anche a chi mi ha tradito"

3commenti

Con la lingua e il chewing gum fa una tazzina di caffè Video

incredibile

Con la lingua e il chewing gum fa una tazzina di caffè 

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nasi rossi

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Il vescovo a don Gregorio: «Lasci Roncole»

Busseto

Il vescovo a don Gregorio: «Lasci Roncole»

indagini

Pasimafi, il giallo dei pc rubati

FESTE

La serata di Bob Sinclar alla Villa degli Angeli Foto

WEEKEND

Maschere in piazza, clown e... Cantine aperte: l'agenda

DOPO SEI ANNI

Miss Italia torna a Salso

POLITICA

E adesso nasce anche «Effetto Langhirano»

Lutto

Addio a Erminio Sassi, anima della Fontanellatese

Elezioni 2017

Parlamentare M5S derubato non verrà a Parma: agorà su sicurezza e immigrazione con Ghirarduzzi

A Vittorio Ferraresi sono stati rubati i documenti prima di partire per Parma

Polemica

«Climatizzatori nei bagni Tep ma bus roventi»

Lega Pro

La Lucchese ai raggi X

SAN GIOVANNI

Il piccolo falco «Sandro» è caduto dal nido

Lutto

«Camelot» se n'è andato a 59 anni

Giancarlo Ghiretti fu protagonista nel rugby e nel football

9commenti

PARMA

Due incidenti in un'ora: due donne in gravi condizioni Foto

Anziana investita in via Pellico. Scontro bici-scooter in via Abbeveratoia: ferita una 60enne

3commenti

polizia

Esselunga di via Traversetolo nel mirino, ladri in azione pomeriggio e sera

4commenti

PARMA

Veicolo in fiamme: traffico in tilt in tangenziale nord alla Crocetta

GAZZAREPORTER

Parcheggio 2.0 in via Bergamo. Continua la serie di "creativi"

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

CINEFILO

Cannes: le lacrime di Lynch e la bellezza di Marine e Diane Video

ITALIA/MONDO

FERRARA

L'agente ferito da Igor racconta e si commuove: "Mi sono finto morto"

STATI UNITI

E' morto Brezinski, esperto di comunismo alla Casa Bianca

WEEKEND

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

SPORT

GIRO D'ITALIA

Dumoulin in ritardo a Piancavallo: maglia rosa a Quintana

BOXE

Parma riscopre il pugilato Video

MOTORI

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima