18°

28°

lettere

Via Trento e S. Leonardo: ma che strade hanno lasciato...?

Una lettrice denuncia alla Gazzetta la situazione dopo i lavori

Lettere al direttore - logo
8

Signor direttore,
vorrei parlare dello stato di via San Leonardo e via Trento dopo il devastante passaggio dei lavori Enìa.
Ci sono dappertutto cartelli di segnalazione lavori abbandonati, a volte anche pericolosi per le auto o per le biciclette. L’asfalto è un susseguirsi di gobbe dove non è già sprofondato. Gli autobloccanti dei marciapiedi non sono stati ripristinati ma sostituiti da ghiaia, che quindi invade poi la pista ciclabile.
La mia domanda è: nessuno controlla come vengono ripristinati i lavori? Non dovrebbe esserci una commissione, un referente che bacchetta Enìa per i lavori fatti male? Siamo veramente in mano a nessuno?
Mi auguro davvero che facciano una bella ripassata sul percorso e rendano di nuovo agibile in sicurezza le nostre strade.
Nostre… vuole dire di tutti, anche dell’Amministrazione Comunale che deve sanzionare che gli rovina la città non solo perché lascia un sacchetto in più per strada ma anche e soprattutto perché la squarta e poi non si preoccupa di curarne le ferite.

Leggi tutte le lettere e segnalazioni al direttore sulla Gazzetta di Parma

SAN LEONARDO-CORTILE SAN MARTINO: tutte le notizie

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Maurizio

    29 Ottobre @ 22.55

    Meglio aspettare un anno con piccoli avallamenti perchè asfaltando la strada il prossimo anno non ci saranno cedimenti, guardate la provincia di parma in via traversetolo cos'ha fatto, ha fatto fare i lavori due anni fa, ha fatto rattoppare quà e la, un anno di polemiche della gente e poi lo scorso anno ha asfaltato completamente la strada e adesso è perfetta. Purtroppo in Italia non facciamo i lavori come si deve, cosa vogliamo fare le asfaltature come in tangenziale? meglio aspettare che si assesti il terreno visto che non è stato schiacciato. E pensare che i primi al mondo a fare strade perfette siamo stati noi romani...

    Rispondi

  • Elena

    29 Ottobre @ 17.55

    Verissimo, dove passa Iren rimane uno sfacelo. Ricordo che la zona in questione la stanno "sbudellando" da almeno tre anni, e a parte via S. Leonardo, anche tutte le vie interne fino a Via Paradigna, per non parlare di Via Venezia, sono in uno stato pietoso. Il buco in via Imperia, che ha creato disagi non da poco non permettendo di collegare via Paradigna a via S. Leonardo se non passando dalla trafficata Via Venezia, l'hanno chiuso l'altro ieri (ricordo che i lavori nella zona sono cominciati in estate). Attendiamo con ansia almeno la segnaletica orizzontale. Mi chiedo, come l'altra lettrice, se davvero chi svolge i lavori per Iren, e Iren stessa, abbiano carta bianca su tutto.

    Rispondi

  • Marco

    29 Ottobre @ 17.47

    L'atteggiamento di IREN verso questa città si può riassumere con pochi ma chiari concetti: limone da spremere, imponendo lavori e servizi appaltati ai prezzi più bassi possibili, a imprese che non hanno certo la qualità nei loro standard e che operano con spregio e disprezzo della città e dei suoi cittadini. Spregio e disprezzo, che di conseguenza, viene da Iren. Spregio e disprezzo che, di fatto, ci meritiamo, accettando tutto, dal termovalorizzatore al teleriscaldamento, dal fatto che si scavi sempre nelle stesse strade un anno dopo l'altro senza una programmazione che potrebbe ridurre i costi sostenuti, ad esempio facendo coincidere gli scavi per interrare condutture elettriche e fibra ottica e condotte idrauliche. Nessuno pensa lontanamente che ci sia un'autorità in grado di esercitare rivalsa verso chi non sa lavorare a regola d'arte. In questo contesto il cittadino brontola e trova odiose anche sanzioni che sarebbero giuste (errori nella raccolta differenziata, passaggi nelle corsie preferenziali, violazioni ztl): tipica reazione verso chi sa essere forte solo con i deboli. Anche i lamenti di chi ha un'attività commerciale non sono considerati, che diamine, pretendono di fare reddito mentre noi stiamo lavorando per voi -pardon- per noi ?

    Rispondi

  • Vercingetorige

    29 Ottobre @ 17.33

    E VA ANCORA BENE CHE VI HANNO LASCIATO LA MULATTIERA ! State buoni prima che vi tolgano anche quella ! Comunque , tranquilli ! Fra un po' rispaccano di nuovo ! Per quanto riguarda i lavori non sono di ENIA , ma di IREN , che , senza il compiacente permesso del Comune di Parma , non avrebbe potuto toccare neanche un sassolino ! LA PEGGIOR DEVASTAZIONE DELLA CITTA' DOPO I BOMBARDAMENTI DEL 1944 ! Bisognerebbe poi andare a vedere chi ha assegnato appalti e subappalti , a chi li ha assegnati , come li ha assegnati , chi e come ha seguito lo svolgimento dei lavori..........

    Rispondi

    • Asterix

      29 Ottobre @ 18.48

      Il bene stare del Comune si ok ma di quale giunta? per correttezza lo diciamo! Detta come l'hai detta tu sembra che sia l'attuale giunta, ma la rete di teleriscaldamento è parte integrante dell'autorizzazione del 15/10/2008 nr 938 dove sono presenti il SIA che il VIA. Stando a quanto dici tu il comune da il benestare (ribadiamo che non lo ha dato l'attuale giunta) ma con che atto può fermare i lavori che sono già stati autorizzati (cit.)?

      Rispondi

      • Maurizio

        29 Ottobre @ 22.47

        Asterix ma che problema c'è? Tanto la gente dimentica, se pizzarotti o un qualsiasi sindaco blocca i lavori sarà sempre colpa sua, anche se poi dovrà magari pagare milioni di euro di risarcimento danni ad iren perchè i lavori non glieli ha fatti terminare..... Ricapitolando se i lavori si fanno colpa di pizzarotti, se non si fanno colpa sua perchè deve risarcire iren....

        Rispondi

  • sindaco

    29 Ottobre @ 16.45

    come non condividere... però ho visto che nei giorni scorsi è stata data un'altra passata di asfalto perchè lo strato sotto aveva totalmente ceduto... resisterà questo nuovo strato? speriamo...

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Morto svedese Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Lutto nel cinema

E' morto l'attore Michael Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

Serena Williams sulla copertina di Vanity (Ed. Usa)

Il caso

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

sassari

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Qual è il regalo perfetto per la maturità?

PGN

Qual è il regalo perfetto per la maturità?

Lealtrenotizie

Ragazzo a terra, è gravissimo

In viale Vittoria

Ragazzo a terra, è gravissimo

2commenti

gazzareporter

Acqua nella Parma (finalmente)

Lutto

L'ultima lezione di Angela

IL CASO

Gara per il trasporto pubblico, inchiesta per turbativa d'asta

1commento

curiosità

Spazzino 2.0: per la pilotta arriva il drone Video

Intervista

Papageorgiou: «Lascio il lavoro per la musica»

FIDENZA

Tiro a segno, l'ex presidente condannato a versare 183.893 euro di risarcimento

Futuro vicesindaco

Bosi: «Saremo più vicini ai cittadini»

MERCATO

La «decima» di Lucarelli

Documentario

L'Antelami torna in Duomo

polizia municipale

Fa la pipì in piazzale Matteotti: 450 euro di multa

Multato anche un uomo disteso sulla panchina

16commenti

il caso

Vetri rotti, vandali/ladri in azione: la mappa dell'emergenza

4commenti

polizia

Arancia meccanica in un kebabbaro (con rapina) di piazzale della stazione: presi due giovani

3commenti

L'allerta

Il maltempo flagella il Centro Nord: allagamenti e trombe d'aria

L'Italia divisa in due. Sbalzo di 20 gradi tra la Valle d'Aosta e la Sicilia

Il caso

Ancora vandali in Battistero, emergenza baby gang Video

4commenti

Politica

Nuova giunta, il rebus dell'assessore all'Ambiente Video

Primo Consiglio tra 15 e 20 luglio

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Pd, quanti errori dietro l'ennesima batosta

di Stefano Pileri

10commenti

ITALIA/MONDO

omicidio

Italiano ucciso a Londra: la coinquilina (arrestata ieri) accusata di omicidio

chiesa

Il cardinale Pell incriminato per pedofilia. "Rifiuto le accuse, torno in Australia a difendermi"

SOCIETA'

auto

Il "bullo" della Porsche sfida la Tesla: finale a sorpresa

1commento

salute

Drogometro, in 8 minuti scova gli ''sballati'' alla guida

SPORT

SEMIFINALE

Gli azzurrini in dieci: la Spagna dilaga

vela

Coppa America, trionfo New Zealand. Primo sfidante Luna Rossa. Azzurra? Forse torna

MOTORI

LA PROVA

Nissan, 10 anni di Qashqai. Ecco come va il nuovo Foto Dati tecnici

ANTEPRIMA

Arona, ecco il Suv compatto secondo Seat