11°

17°

lettere al direttore

Cittadini indignati di piazzale Inzani

Lettere al direttore - logo
Ricevi gratis le news
50

Gentile Direttore,
martedì 27 ottobre alle ore 21.30, mentre il Comandante nella trasmissione «Agorà» di Tv Parma, parlava dell'ordine pubblico nelle zone degradate della città ed elencava tutto quello che i vigili urbani hanno fatto e progettano, cioè a parole tutto il bene possibile, in strada Inzani e via Imbriani stava accadendo esattamente il contrario.
A quell'ora in Strada Inzani il solito gruppo di ubriachi prendeva a calci e pugni una donna con una violenza inaudita, botte fra loro, prendevano a calci il cassonetto danneggiando anche un’auto parcheggiata.
Un cittadino a passeggio con il cane, vista la scena, immediatamente ha avvertito una pattuglia di vigili urbani, in quel momento erano impegnati in via Imbriani, a far cassa con multe, chiedendo loro di intervenire prontamente, e loro «si va bene ora veniamo».
Sfortunatamente nessuno li ha visti, anzi gli stessi vigili urbani non hanno neppure avvertito la polizia o i carabinieri costringendo alcuni cittadini spettatori della rissa a chiamare loro i soccorsi.
Dopo 15 minuti è arrivata una pattuglia della polizia quando tutto era finito. I protagonisti del brutto episodio erano ancora lì ubriachi ed incuranti delle divise.
Ora, viene da chiedersi «da chi siamo tutelati?». Forse dai vigili urbani? In tante occasioni di episodi analoghi a questo, visto il degrado in cui versa ormai da tempo l’Oltretorrente, ci hanno riferito a microfoni spenti che non hanno mezzi legislativi.
Quindi noi proponiamo che nel nuovo regolamento comunale venga previsto il divieto di bivacco ed assembramento nei luoghi pubblici.
Inoltre si chiede il divieto di stazionare davanti a quei pseudo mini-supermercati non italiani di cui la città è piena e che vendono esclusivamente alcolici e birre a prezzi stracciati incurandosi altamente delle conseguenze.
Ma questi avventori sempre seduti davanti a questi esercizi commerciali da chi sono «protetti»? Addirittura questi fanno violenze alle donne davanti a tutti come ai tempi bui del Medio Evo.
Probabilmente manca la volontà politica, di chi ci governa o amministra la giustizia, purtroppo con tali esempi probabilmente la seconda generazione dei nuovi «arrivati» sarà peggio.
Queste persone della nostra cultura, della civiltà e della legge se ne fregano totalmente!
Claudio Cavazzini
Emilio e Elena Restori
Parma, 2 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Filippo

    08 Novembre @ 11.47

    filippo.cabassa.1970@gmail.com

    Assessore Casa, faccia una cosa: se ne vada adesso con quel po' di dignità che le è rimasta

    Rispondi

  • Indiana

    07 Novembre @ 22.48

    Indiana

    E c'è chi si schifa se un cane si siede su una panchina.....Questa invece si che è civiltà! Ubriachi che vomitano,pisciano in giro e PICCHIANO UNA DONNA!!!! Come mai non sono in galera o fuori dal nostro paese,visto che non sono italiani????

    Rispondi

  • marirhugo

    07 Novembre @ 14.50

    la cronaca la dovreste fare voi della Gazzetta, non un consigliere del movimento sociale. Somiglia alla notizia del commissario anticorruzione Cantone che chiede all'ATAC di Roma perche si fanno fare le consulenze da degli esterni. Ecco, voi, fate scrivere gli articoli a degli esterni? Si vede però che non hanno la vostra esperienza. La prima prova pratica dopo tanta teoria e' andata maluccio. Fateli riprovare.

    Rispondi

    • 07 Novembre @ 14.59

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - 1) Se fosse stato un esponente di un centro sociale aggredito da un fascista ci avresti fatto lo stesso predicozzo insulso? 2) Se invece di pontificare tu prima leggessi, sapresti che è una lettera: come tutte le lettere (ma anche come le mie parole e come il tuo commento) esprime una versione sempre di parte. Comunque dopo qualche decennio di questo mestiere sappiamo come verificare le notizie: e non mi pare che tu legga spesso che ci capiti di dovere smentire quanto pubblicato 3) In un regime non totalitario (o tu hai qualche nostalgia...?) ognuno può dire la sua. Poi il lettore giudica chi ha ragione e chi ha torto, compresi i "maestri" che neppure hanno il coraggio di firmare i loro commenti saccenti....

      Rispondi

      • marirhugo

        07 Novembre @ 17.47

        Ma allora , come si legge da qualche parte siete proprio in crisi, poveracci. Poveracci si, ma mica fino al punto di avere il dirirro di prendere per il culo il lettori. Era tra le ptime tre notizie di ieri; quello in slide " Donna picchiata in Piazzale Inzani" e per me li ci stanno le notizie non le lettere. Avete pigliato la lettera ela avete fatta diventare notiza. quindi il consigliere del movimento sociale diventa giornalista della gazzetta. E se fose stato un o dei centri sociali..... non c'e' problema, non sarebbe mai successo,

        Rispondi

        • Filippo Bertozzi

          07 Novembre @ 18.48

          Io in effetti se fossi in te, criticato dalla redazione e dai lettori, su questo sito non tornerei più: invece sei sempre qui... Deve piacerti.

          Rispondi

        • marirhugo

          07 Novembre @ 20.13

          Anche farsi una canna può essere piacevole, ma fa male. E poi, veramente avevo chiesto e chiedo ancora alla gazzetta di bannarmi e aggiungo adesso, a rinforzo della richiesta: mi sono stufato del mio nick. Almeno spiegatemi come faccio a cambiarlo?

          Rispondi

        • 07 Novembre @ 20.27

          REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Se la tua prima scelta è essere bannato ho per te una buona notizia: basta smettere di scrivere

          Rispondi

        • 07 Novembre @ 17.52

          REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - 1) Impara l'educazione: nel frattempo, visto che sei come i bambini, starai fermo un turno così intanto ripulisci il vocabolario che no ti fa male 2) Se non guardi le figure (ma temo proprio che tu ti limiti a quello) che si tratti di una lettera è spiegato benissimo, così come si tratta di una lettera che descrive un episodio grave e quindi meritava il risalto che le abbiamo dato 3) Se e quando arriverà una smentita, la pubblicheremo con lo stesso risalto sbugiardando chi ha scritto la lettera. Ma come ti ho già detto, le nostre verifiche di ciò che pubblichiamo fanno sì che non ci capiti molto spesso di dovere poi rettificare. Però tu continua a sperarlo. E non sperare invece nella nostra crisi: ti ho già detto che altri così pazienti, con te, poi non li trovi più.......

          Rispondi

        • marirhugo

          09 Novembre @ 20.04

          questa mi era scappata: "Se e quando arriverà una smentita, la pubblicheremo con lo stesso risalto.." E chi cazzo potrebbe mandarla una smentita?

          Rispondi

        • 09 Novembre @ 20.10

          REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Le forze dell'ordine, oppure tu che pensi di saperne più di loro , più di noi e più di tutto il mondo. Era meglio se continuava a scapparti, così evitavi un'altra uscita fuori luogo (compresa la parolaccia che ho tolto, caro il mio maleducato arrogante: poi quando ti banneremo davvero spero non avrai il becco di ferro di lamentarti pure...)

          Rispondi

      • PETRONIO

        07 Novembre @ 15.19

        Bene alla redazione. Siamo stanchi di questi insulsi predicatori che difendono i violenti sempre e comunque! Come direbbe Totò "a prescindere..." Utili idioti di una follia buonista che ha radici nel 68

        Rispondi

        • marirhugo

          07 Novembre @ 18.47

          e tu, Petronio non e la prendi con la gazzetta che non ti fa la predica per la firma che non metti?

          Rispondi

  • Manuel

    07 Novembre @ 12.05

    Al posto dei vigili, avresti dovuto avvertire i carabinieri!

    Rispondi

  • gianlucapasini

    07 Novembre @ 10.18

    Orban santo subito

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

Best: tutti i compleanni

FESTE PGN

Best: tutti i compleanni Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Arrestato cittadino dominicano residente nella città termale per violenza e resistenza a pubblico ufficiale

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

L'autore del terzo gol dei crociati nella partita con l'Entella dedica la sua rete alla figlia

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

9commenti

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

LIRICA

Festival Verdi: incassi oltre il milione, stranieri 7 spettatori su 10

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

1commento

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

Rubiera

Rubava le bici agli anziani: denunciato pensionato 80enne

SPORT

SERIE A

Bonucci espulso con lo "zampino" della Var: è il primo cartellino rosso con la videoassistenza

Calcio

Parma, tre punti d'oro

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va