lettere

Un lettore: "Raffica di furti, i malviventi sanno di essere impuniti"

Raffica di furti
Ricevi gratis le news
29

Gentile direttore, 
ogni giorno sulla Gazzetta si legge di gente derubata che lamenta di essere stata privata non solo di oggetti e denaro, ma soprattutto della tranquillità, della sicurezza e di non sentirsi protetta dalle forze dell’ordine (che fanno quello che possono e anche di più) e neppure dalle mura domestiche.
Case messe a soqquadro, mobili distrutti, porte e finestre scardinate, quando va bene se non lasciano in fin di vita i derubati picchiati, danni a suppellettili ecc. Orbene questi malviventi sanno di essere impuniti. Nella peggiore delle ipotesi se la loro fuga non riesce e vengono presi possono trascorrere in cella o nelle camere di sicurezza delle forze dell’ordine alcune ore e poi «arresti domiciliari o obbligo di firma», il che equivale a libertà di tornare al lavoro per compiere altri furti o rapine e se capita picchiare i derubati. Sempre che il magistrato di turno mosso da buoni sentimenti non li lasci liberi senza comminare alcuna pena. Credo che sia giunto il momento di smettere di lamentarsi per la perduta tranquillità: i pochi che vengono presi vengano affidati alle cure rieducative dei derubati anziché messi a godere delle ferie nelle patrie galere a spese della comunità. Qualche lavoro socialmente utile sicuramente verrà loro affidato, fosse anche solo la pulizia del marciapiede o la raccolta delle foglie. Infine perché non far provare anche a questi loschi figuri cosa si prova a vedere distrutta la propria casa? Anche loro ne avranno una: fosse un camper, una roulotte o una dimora, ebbene perché non render pan per focaccia e ricambiarli con la stessa moneta? Forse anche i nostri concittadini godrebbero dei benefici di impunità al pari dei malfattori e forse qualcuno di questi personaggi capirebbe cosa prova chi si è visto distrutta la casa e derubato di cose con scarso valore economico, ma grande per affezione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Parmigiano

    05 Gennaio @ 14.02

    Parmigiano

    Ma tutte quelle auto e furgoni con targa Bulgara, o Rumena e altro che girano per la città con facce da "galera" in gruppi di 3 o 4 sopra nessuno le controlla? Certo che se l'ISIS scegliesse Parma come base per il nord Italia non correrebbe certo il rischio di essere scoperta. potrebbe mettersi in pace e tranquillità a organizzare attentati senza che a nessuno venga lontanamente in mente di controllare alcunché. Palloncini al gas nervino da regalare alle fiere, droni (costano 500 euro e trasportano 1 Kg) con Sentex e biglie d'acciaio, biciclette con le borse piene di chiodi e C4 potrebbero essere tranquillamente e indisturbatamente essere gestite con calma e tranquillità nella città più sporca e meno controllata del nord Italia.

    Rispondi

  • sabcarrera

    04 Gennaio @ 16.58

    I giornali nazionali fanno occhi da mercante. Non vorremmo mai scomodare il Governo.

    Rispondi

  • SILENZIOSO

    04 Gennaio @ 12.59

    Vedo che le truppe cammellate vanno all'attacco della Gazzetta, rea di non collaborare a sufficienza con l'amministrazione nella lotta al crimine. Ormai è una strategia chiara : attaccare non solo chi dissente, ma anche chi da spazio a tutti coloro che vogliono esprimere un'opinione (perchè l'opinione potrebbe essere critica). Pizzarotti può "bannare" i critici dalla sua pagina Facebook e forse vorrebbe si facesse altrettanto su quelle della GdP. La mia opinione è che la GdP si comporta nel migliore dei modi possibile nei confronti dell'amministrazione riportando fedelmente le dichiarazioni di sindaco e assessore. Questi hanno ripetutamente affermato che non di fenomeno di degrado e di aumento della delinquenza si tratta, ma solo della percezione dei cittadini. Quindi anche le forze dell'ordine cosa possono fare ? Arrestare una percezione ?

    Rispondi

  • marco

    04 Gennaio @ 10.46

    L'emergenza furti ha raggiunto livelli insopportabili in tutto il nord Italia e le responsabilità sono diverse. 1) L'apertura delle frontiere (oggi la maggior parte dei ladri sono stranieri, soprattutto dell'Est) in modo indiscriminato da paesi totalmente arretrati e con propensione alla delinquenza. 2) Governi (tutti negli ultimi decenni) che hanno tolto risorse alle forze dell'ordine fino a metterle palesemente in difficoltà nella lotta al crimine. Il fatto che (si dice) abbiamo numericamente più fdo di altri paesi è pura teoria se poi una fetta importantissima è impegnata in ufficio o a svolgere compiti che li distoglie dalla sicurezza dei cittadini. Immagino poi che ad alzare la media ci siano le regioni del sud dove evidentemente necessitano di maggiori agenti. Credo che investire nella sicurezza si ripagherebbe con la perdita di ricchezza degli italiani in seguito a furti (che probabilmente finisce all'estero). 3) I giudici fanno i magnanimi sulle spalle dei cittadini. La certezza dell'impunità fa "lavorare" con la massima sfrontatezza ed arroganza i ladri e ne fa arrivare di continuo (le voci girano, anche all'estero). Non voglio neanche sentire parlare di carceri piene. Se non bastano se ne costruiscono di nuove, non si liberano i ladri!

    Rispondi

  • Annalisa

    04 Gennaio @ 01.31

    Concordo pienamente!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

Intervista

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

2commenti

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

parmense

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

1commento

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Continuano le segnalazioni di black-out

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

3commenti

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

7commenti

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

28commenti

Salsomaggiore

Maltempo, auto imprigionata con a bordo tre bimbi

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

PARMA

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno  

1commento

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

4commenti

Sport USA

NBA, altro infortunio per Gallinari

SOCIETA'

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS