-3°

IL DIRETTORE RISPONDE

E' comunque democrazia

Michele Brambilla

Michele Brambilla

Ricevi gratis le news
0

Caro Direttore,
sono trascorsi venticinque secoli dalla democrazia diretta esercitata dal popolo (démos) che avvertì la necessità di arginare il potere (kràtos), di contenerne l’abuso, nell’agorà della Grecia classica di Pericle. La civiltà democratica non fu neppure estranea al diritto romano sia in epoca repubblicana che imperiale, quest’ultima con il codice giustinianeo del 16 aprile del 529: “Quod omnes tangit ab omnibus probetur ” (Ciò che riguarda tutti deve essere approvato da tutti).
Attraversò, non indenne, il Medioevo, si affermò in epoca illuministica e si trasformò in democrazia indiretta rappresentativa durante la Rivoluzione americana e quella francese, per approdare, al di là di altri contesti, a quella partecipativa in età contemporanea. L’astensionismo, il partito cosiddetto invisibile, è stato classificato in varie forme: dall’apatico causato dalla crisi delle ideologie a quello di sfiducia, protesta e disaffezione nei confronti dei partiti, per il dilagare della corruzione, a quello fatalistico gattopardesco: “Tanto, non cambierà nulla o cambierà tutto per non cambiare nulla”. L’astinenza nei confronti del voto si è rafforzata passando dal circa il 25% delle politiche del 2013, ad oltre il 41% delle europee del 2014. Secondo indagini statistiche recenti, le percentuali approssimative di non votanti, rispetto agli aventi diritto, nel prossimo Referendum costituzionale del 4 dicembre, supereranno il 47% arrivando ad ipotizzare addirittura il 55%: dopo la negativa esperienza dei sondaggi Trump – Clinton “c’azzeccheranno?”. L’articolo 48 della Costituzione recita: “Il voto è personale ed uguale, libero e segreto. Il suo esercizio è un dovere civico”. Quindi per ottemperare a questo obbligo, coloro che vorrebbero astenersi dovrebbero votare scheda bianca. L’astensione è certamente una facoltà ma non un diritto costituzionale. Una prima versione dell’articolo in questione non solo ammoniva che il voto era “un dovere civico” ma anche “morale” e, come se non bastasse, prevedeva in assenza di valide giustificazioni, una sanzione, quest’ultima abrogata, dopo 37 anni, con l’articolo 3 del decreto legislativo datato 20 dicembre 1993. Com’è noto, per questa consultazione referendaria non è previsto un quorum e quindi l’esito dipenderà non dal numero dei partecipanti, ma dalla scelta affermativa o negativa del quesito. Diamo voce alla crescita della democrazia liberale, rappresentativa, partecipativa, il migliore dei governi possibili: è la “dittatura” della maggioranza che deve tutelare, prendersi cura anche della minoranza e non viceversa, trasformandola, in questo ultimo caso, in una oligarchia repubblicana. Robert Sabatier, scrittore francese, nel suo libro di aforismi: “Le livre de la déraison souriante” (Il libro della irragionevolezza sorridente), pubblicato nel 1991, sentenziava: “Il y a un’action qui est pire que celle de la suppresion du droit de vote au citoyen et est que de supprimer le désir de vote” (C’è un’azione peggiore di quella di togliere il diritto di voto al cittadino e consiste nel togliergli la voglia di votare). Cari Italiani, votate come più vi aggrada, ma recatevi alle urne: se, ipoteticamente, nessuno più votasse, la democrazia liberale morirebbe. Caro Brambilla condividerebbe questo appello?
Luciano Carbognani

Caro Carbognani,

certo che condivido il suo appello ad andare a votare al referendum del 4 dicembre, comunque la si pensi, per il sì o per il no. Personalmente, difendo anche la scelta di chi preferisce astenersi non andando alle urne: a patto però che poi non si lamenti del risultato.

Mi preoccupa molto, infatti, l'atteggiamento di coloro (i quali in genere si fanno chiamare "democratici") che, appunto, non accettano l'esito di una consultazione elettorale. Come quelli che in America stanno inscenando manifestazioni, non proprio pacifiche, contro la vittoria di Trump. Dimenticando che Trump, bello o brutto che sia, ha vinto regolari elezioni, non ha fatto un colpo di Stato.

In Italia abbiamo avuto episodi simili quando ha vinto Berlusconi, e ora vedo un brutto clima anche nei confronti di chi ha promosso il referendum, cioè Renzi. Curiosamente, fra l'altro, Berlusconi è per il "no", quindi Renzi è dall'altra parte...

Ripeto: ogni scelta è lecita, per il sì o per il no, pro Renzi o contro Renzi. A essere indifendibili sono coloro che apprezzano la democrazia solo quando vincono loro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

GAZZAFUN

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

La top 7 delle bellezze da cinepanettone: Belen Rodriguez

L'INDISCRETO

La top 7 delle bellezze da cinepanettone

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande sfida degli anolini

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

di Chichibìo

9commenti

Lealtrenotizie

“A Parma 18 milioni di euro per i progetti del Bando Periferie”

COMUNE

A Parma 18 milioni di euro per riqualificare le periferie. Ecco i sei progetti

La firma a Roma con Gentiloni. Soddisfatti il sindaco Pizzarotti e l'assessore Alinovi

PARMENSE

Un caso di meningite a Fidenza: si tratta di un professore dell'Itis Berenini

Il 60enne ha contratto una forma non contagiosa della malattia: non è prevista quindi una profilassi a scuola

FIDENZA

Incendio in una casa a Siccomonte Foto

Diverse squadre dei vigili del fuoco sono intervenute nella frazione di Fidenza

REGIONE

Cassa di espansione del Baganza e Colorno: 55 milioni di euro per il Parmense

Intesa fra Regione e ministero dell'Ambiente

PARMA

Sorpreso su un'auto rubata, fa cadere un carabiniere e tenta la fuga: arrestato 41enne

A casa del pregiudicato albanese c'erano arnesi da scasso, profumi e cosmetici, probabilmente rubati

PARMA

I ladri fuggono a mani vuote: l'appartamento è già stato svaligiato 40 giorni fa

In via Orzi, una coppia sorprende un ladro in camera e lo fa fuggire

1commento

MEZZANI

Magazziniere rubava cosmetici in ditta: arrestato 28enne

Il giovane è stato condannato a un anno e sei mesi, con pena sospesa

BRESCELLO

Si schianta al limite del coma etilico: denuncia e multa da 10mila euro per un 50enne parmense

L'uomo aveva un tasso alcolico di 5 volte superiore il limite consentito: per lui, addio a patente e auto

TG PARMA

Urta un ciclista e se ne va: caccia all'auto pirata Video

1commento

BASSA

Alluvione, 5 giorni dopo: Colorno e Lentigione viste dal cielo Foto

Foto aeree di Fabrizio Perotti (Obiettivo Volare)

VOLANTI

Chiede a un'anziana di custodire i suoi gioielli e la deruba

Una giovane, di corporatura robusta e con un trucco vistoso, è riuscita a entrare nell'appartamento di un'anziana in via Emilia est

parmacotto

Bimbi, tutti a "scuola di cotto" Fotogallery

IL CASO

Invalida al 100%, con la pensione minima, si trova una retta Asp di 650 euro

1commento

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

STATI UNITI

Treno deraglia e finisce sulla superstrada: almeno sei morti

BOLOGNA

Imola: 15enne muore dopo l'allenamento di calcio

SPORT

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

CALCIO

Milan in ritiro fino a data da definirsi

SOCIETA'

Libano

L'assassino della diplomatica inglese è un autista di Uber

RICERCA

Matrimonio: per calabresi e siciliani è per sempre

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5

1commento