20°

36°

IL DIRETTORE RISPONDE

E' comunque democrazia

Michele Brambilla

Michele Brambilla

Ricevi gratis le news
0

Caro Direttore,
sono trascorsi venticinque secoli dalla democrazia diretta esercitata dal popolo (démos) che avvertì la necessità di arginare il potere (kràtos), di contenerne l’abuso, nell’agorà della Grecia classica di Pericle. La civiltà democratica non fu neppure estranea al diritto romano sia in epoca repubblicana che imperiale, quest’ultima con il codice giustinianeo del 16 aprile del 529: “Quod omnes tangit ab omnibus probetur ” (Ciò che riguarda tutti deve essere approvato da tutti).
Attraversò, non indenne, il Medioevo, si affermò in epoca illuministica e si trasformò in democrazia indiretta rappresentativa durante la Rivoluzione americana e quella francese, per approdare, al di là di altri contesti, a quella partecipativa in età contemporanea. L’astensionismo, il partito cosiddetto invisibile, è stato classificato in varie forme: dall’apatico causato dalla crisi delle ideologie a quello di sfiducia, protesta e disaffezione nei confronti dei partiti, per il dilagare della corruzione, a quello fatalistico gattopardesco: “Tanto, non cambierà nulla o cambierà tutto per non cambiare nulla”. L’astinenza nei confronti del voto si è rafforzata passando dal circa il 25% delle politiche del 2013, ad oltre il 41% delle europee del 2014. Secondo indagini statistiche recenti, le percentuali approssimative di non votanti, rispetto agli aventi diritto, nel prossimo Referendum costituzionale del 4 dicembre, supereranno il 47% arrivando ad ipotizzare addirittura il 55%: dopo la negativa esperienza dei sondaggi Trump – Clinton “c’azzeccheranno?”. L’articolo 48 della Costituzione recita: “Il voto è personale ed uguale, libero e segreto. Il suo esercizio è un dovere civico”. Quindi per ottemperare a questo obbligo, coloro che vorrebbero astenersi dovrebbero votare scheda bianca. L’astensione è certamente una facoltà ma non un diritto costituzionale. Una prima versione dell’articolo in questione non solo ammoniva che il voto era “un dovere civico” ma anche “morale” e, come se non bastasse, prevedeva in assenza di valide giustificazioni, una sanzione, quest’ultima abrogata, dopo 37 anni, con l’articolo 3 del decreto legislativo datato 20 dicembre 1993. Com’è noto, per questa consultazione referendaria non è previsto un quorum e quindi l’esito dipenderà non dal numero dei partecipanti, ma dalla scelta affermativa o negativa del quesito. Diamo voce alla crescita della democrazia liberale, rappresentativa, partecipativa, il migliore dei governi possibili: è la “dittatura” della maggioranza che deve tutelare, prendersi cura anche della minoranza e non viceversa, trasformandola, in questo ultimo caso, in una oligarchia repubblicana. Robert Sabatier, scrittore francese, nel suo libro di aforismi: “Le livre de la déraison souriante” (Il libro della irragionevolezza sorridente), pubblicato nel 1991, sentenziava: “Il y a un’action qui est pire que celle de la suppresion du droit de vote au citoyen et est que de supprimer le désir de vote” (C’è un’azione peggiore di quella di togliere il diritto di voto al cittadino e consiste nel togliergli la voglia di votare). Cari Italiani, votate come più vi aggrada, ma recatevi alle urne: se, ipoteticamente, nessuno più votasse, la democrazia liberale morirebbe. Caro Brambilla condividerebbe questo appello?
Luciano Carbognani

Caro Carbognani,

certo che condivido il suo appello ad andare a votare al referendum del 4 dicembre, comunque la si pensi, per il sì o per il no. Personalmente, difendo anche la scelta di chi preferisce astenersi non andando alle urne: a patto però che poi non si lamenti del risultato.

Mi preoccupa molto, infatti, l'atteggiamento di coloro (i quali in genere si fanno chiamare "democratici") che, appunto, non accettano l'esito di una consultazione elettorale. Come quelli che in America stanno inscenando manifestazioni, non proprio pacifiche, contro la vittoria di Trump. Dimenticando che Trump, bello o brutto che sia, ha vinto regolari elezioni, non ha fatto un colpo di Stato.

In Italia abbiamo avuto episodi simili quando ha vinto Berlusconi, e ora vedo un brutto clima anche nei confronti di chi ha promosso il referendum, cioè Renzi. Curiosamente, fra l'altro, Berlusconi è per il "no", quindi Renzi è dall'altra parte...

Ripeto: ogni scelta è lecita, per il sì o per il no, pro Renzi o contro Renzi. A essere indifendibili sono coloro che apprezzano la democrazia solo quando vincono loro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana

tg parma

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana Video

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

4commenti

METEO

Temporali, vento e caldo domani in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

fontevivo

Nuovo guasto e allagamenti, il sindaco Fiazza: "Chiederemo risarcimento" Video

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

tg parma

Ricordato il sacrificio di Charlie Alfa Video

BORGOTARO

Diawara forse ucciso da un malore?

MONCHIO

«Mi vuoi sposare»? Sorpresa alla sagra

Università

Preso lo scassinatore seriale dell'ateneo

tg parma

Parma, Germoni: "Ottimo ritiro, devo conquistarmi il posto" Video

Lavori in corso

Tutti i cantieri nelle strade della città

2commenti

Sissa

Moto, i centauri disabili tornano in sella grazie a Pattini

gazzareporter

"Via Liani, cartoline da un giorno normale (tra i rifiuti)"

EMERGENZA

Numerosi incendi lungo la ferrovia fra Sanguinaro e Parma: chieste squadre da Reggio e Modena Foto

La circolazione dei treni è ripresa alle 17,45

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Turku

Attacco in Finlandia, in tre accoltellano diverse persone

barcellona

Nuovo attacco con un'auto a Cambrils: uccisi cinque kamikaze. "Tre italiani feriti"

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

CANADA

Perde l’anello nell’orto: lo ritrova 13 anni dopo... intorno a una carota

1commento

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti