15°

29°

IL DIRETTORE RISPONDE

Che cosa occorre per divertirsi

Michele Brambilla

Michele Brambilla

Ricevi gratis le news
8

Salve a tutti, ho 16 anni e sabato sera 19/11/2016 sono andato al FuoriOrario per sentire suonare Timmy Trumpet. Lo scopo dell'andare in discoteca dovrebbe essere quello di passare una serata di divertimento, ballando con gli amici. Ma se (come è successo sabato sera) nel locale fanno entrare più persone di quelle che potrebbero starci per ragioni di spazio la festa si trasforma in un ammasso di ragazzi che cominciano a spingersi e a litigare. Se fosse successa un’emergenza tipo un incendio, non si sarebbe potuto uscire da quanta gente c'era e questo è molto grave se ci si pensa un attimo. Per non parlare di quando dei ragazzi hanno spruzzato lo spray al peperoncino addosso ad altri ragazzi per rubargli portafogli e telefono. Ma questa gente perché deve venire a rompere le palle a dei ragazzi che spendono 18 euro per divertirsi e si ritrovano senza soldi e telefono. Dovrebbero esserci più controlli all'ingresso perché all'entrata non c’è mai nessuno che ti controlla, ti fanno entrare, l'importante è che tu paghi. Se mettessero un limite di persone all’interno, e quando arrivati a questo limite basta non entra più nessuno, controllassero noi ragazzi prima di entrare, ci si divertirebbe di più e ci sarebbero meno preoccupazioni.
Edoardo S.
Parma, 21 novembre

Caro Edoardo, ometto il tuo cognome perché sei minorenne, e ho invece lasciato la tua lettera intatta, così come l’hai scritta, fresca dei tuoi sedici anni, spontanea, sincera. Ci dai la tua versione di un episodio che è finito in prima pagina anche da noi sulla Gazzetta, e mi offri due spunti. Il primo è che hai certamente più buon senso, a sedici anni, di tanti che gestiscono, a volte, certe occasioni di divertimento: ma su quanto accaduto al FuoriOrario non entro nel merito, non posso farlo non essendo stato testimone dei fatti, e lascio eventualmente ai responsabili della discoteca la possibilità di replicare.
Il secondo spunto, però, è una domanda che mi permetto di farti. Ma sei proprio sicuro che un ragazzo per divertirsi debba finire chiuso dentro, ammassato, in una discoteca? In un posto dove – racconti tu – ci sono così tante seccature? Non voglio demonizzare le discoteche, per carità, ci sono stato anch’io da ragazzo, anche se controvoglia (trascinato da ragazze che poi, oltretutto, non ci stavano). Ma erano altri tempi e altre discoteche, altri orari, e se proprio ci si doveva stordire ci si stordiva con una Coca Cola con un po’ di Rum. Altro che pastiglie da sballo.
Caro Edoardo, se debbo ricordare i momenti più belli della mia giovinezza, mi vengono in mente parchi, gite in biciclette, bagni al mare, spiagge, partite di calcio. Ho 58 anni e sono vecchio, scusami la predica. Ma volevo proporre a te, e a tanti ragazzi della tua età, un po’ di aria. Ecco che cosa avevamo noi: l’aria. Sono sicuro che piace anche a voi. Così come sicuro che anche voi preferite guardarvi in faccia piuttosto che parlarvi solo via smartphone. Non fatevi fregare da chi vi offre merce più scadente di quella che potete trovare, in natura, a costo zero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Bastet

    24 Novembre @ 18.08

    Io ho trovato il commento sulle ragazze che non ci stavano, molto divertente! XD :).La questione sulla sicurezza, effettivamente, non fa una piega.Un corto circuito, un cog...ne o un qualsivoglia altro problema, sarebbe potuto diventare incidente o peggio ancora, tragedia.Sull' aria aperta concordo ( non ho mai amato le discoteche) ma qui se non ho capito male, c'era in ballo un concerto che interessava il giovanotto.

    Rispondi

    • Vercingetorige

      24 Novembre @ 19.03

      Signora "Bastet" , ha mai notato quante uscite di sicurezza ci sono in una Chiesa ? Questo naturalmente , non significa che io voglia incoraggiare a trascurare le necessarie cautele, nei Circoli ARCI e non.

      Rispondi

  • Biffo

    24 Novembre @ 17.01

    Direttore, non ho capito nemmeno io l'inserimento delle ragazze che non ci stavano; probabilmente, erano brave ragazze, che non si proponevano al primo incontro od appuntamenti. Io mi sono divertito un sacco, fino a 26 anni, sulla riviera romagnola, nelle discoteche all'aperto, dove nessuno si sballava ancora, se non forse con qualche cocktail di troppo, e dove le ragazze, come succede spesso al mare, cI stavano forse un poco di più che non nel paese d'origine. Ma sa, io sono del 1945, ho parecchi annetti in più di Lei.

    Rispondi

  • falco

    24 Novembre @ 14.48

    Sig. direttore forse nnon ha letto attentamente la lettera. Si sta parlando dell'ammasso di gente in un locale, non di problemi di droga al suo interno. Lei ha messo in mezzo tutto quanto, le droghe, la discoteca, le ragazze che non ci stanno ecc... Perchè stravolgere il contenuto della lettera per trasportarne il problema esposto su altri temi? Quando vidi la notizia l'altro giorno, quella dello spray al peperoncino e poi oggi questa lettera con il suo commento..... mi tornano in mente gli anni in cui quando nasceva un nuovo locale in città, e la gente ovviamente lo riempiva, accadevano incredibili fatti che lo costringevano a chiudere per qualche settimana. Se non addirttura per sempre! E rimaneva sempre lo stesso locale a lavorare in città! .......................nuble nuble......

    Rispondi

    • 24 Novembre @ 15.31

      (dalla redazione) Ci pare, però, che lei non abbia letto attentamente la risposta del direttore.

      Rispondi

      • Vercingetorige

        24 Novembre @ 16.29

        Caro "falco" , lei non considera che il "Fuori Orario" è un Circolo ARCI !

        Rispondi

        • falco

          25 Novembre @ 09.12

          ....e quindi? se è un circolo arci? Comunque vorrei ricordare che in qualsivoglia concerto all'aperto o al chiuso vi è sempre la folla ammassata! "redazione": certo che ho letto la risposta del direttore. Infatti proprio perchè l'ho letta che mi sono sentito di rispondere. Inoltre, a conferma di quanto stavo dicendo, il titolo di questo articolo è "Che cosa occorre per divertirsi". Già il titolo dimostra quanto il punto cruciale del discorso sia stato spostato sulla questione inerente il titolo e NON invece sul tema esposto dalla lettera. Tema che riguardava l'affollamento del locale. é chiaro ora?

          Rispondi

        • 25 Novembre @ 11.21

          (dalla redazione) Sì: è chiaro che ha letto e non ha capito.

          Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Magiafuoco/2

monchio

Se in Appennino arriva Mangiafuoco Video

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

7commenti

terrorismo

Rischio attentati, la Prefettura: barriere e new jersey a feste e mercati

rapina

Piazza Garibaldi, ore 21: rapina con il coltello

2commenti

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

1commento

tg parma

Parma, Matri ad un passo: sì del giocatore, oggi nuovo incontro Video

calcio

Parma, oltre 7.200 abbonamenti. In attesa del colpaccio

corte godi

Furgone in fiamme: e l'incendio rischia di estendersi ai balloni

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile» Foto

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

Il racconto dagli Usa

I parmigiani cacciatori di eclissi

Fidenza

Basket, Azzoni: «Saremo la Fulgor per Fidenza»

Impresa

Greta, un bronzo che vale come un oro

Felegara

E' morta Gianna, la regina dei tortelli

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

10commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

Monterosso

Ventenne muore cadendo da un muraglione alle Cinque Terre

istruzione

Fedeli: "Favorevole a portare la scuola dell'obbligo a 18 anni"

SPORT

motori

La Ferrari rinnova il contratto con Raikkonen

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SOCIETA'

usa

Tumore ovaie: risarcimento, J&J pagherà altri 417 milioni per "talco killer"

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti