IL DIRETTORE RISPONDE

A volte fa più male la gentilezza

A volte fa più male la gentilezza

Michele Brambilla

Ricevi gratis le news
5

Gentile signor direttore,
questa sera, sull'autobus numero 8, ho assistito a una scena raccapricciante, che mi ha convinto ancora di più a dotarmi di un mezzo di proprietà, onde evitare di dovere litigare con mezza popolazione di Parma. Una scena non ad opera del conducente ma di distinte e sorridenti signore.
Il fatto è questo: in via Mazzini sono salite due giovani mamme, con un passeggino a testa, ovviamente entrambi i mezzi erano di ultima generazione, passeggini che sembrano dei fuoribordo e li hanno sistemati uno di fianco all'altro, nel posto riservato - ricordiamolo - prioritariamente alle persone invalide.
Qualche fermata dopo, purtroppo, davanti alla Prefettura, ha tentato di salire a bordo una terza giovane mamma che, dopo un goffo tentativo di sistemare il terzo passeggino alla "bene meglio", si è vista "scaricare" alla fermata, sotto la pioggia e senza neanche una parola di scuse.
L'autista probabilmente, ha applicato alla lettera il regolamento non lo so, ma quello che mi ha lasciato basito, signor direttore, è stato l'atteggiamento borioso e privo di umanità delle prime due signore.
Cosa ci voleva a dire "aspetta che piove, prendo in braccio il pargolo, chiudo il passeggino così ci stiamo tutti!"? Ed invece niente... la terza giovane mamma è stata lasciata in via della Repubblica sotto la pioggia con il suo bambino. Ma dove siamo andati a finire signor direttore? Dov'è finita la nostra umanità, l'educazione, il rispetto e quello spirito cristiano che siamo bravi a sfoderare contro gli immigrati, quando è Natale?
Come facciamo ad essere solidali e ad accogliere gli altri, se non siamo nemmeno capaci di fare un gesto per i nostri simili?

Andrea Schianchi
(non il giornalista sportivo)

Caro Schianchi,
si consoli, a me è capitato molto di peggio. Qualche giorno fa sono salito sulla metropolitana, i posti a sedere erano tutti occupati e una ragazza si è alzata e mi ha detto «Prego, si sieda pure».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • VELENOSO

    13 Dicembre @ 13.27

    Ottima risposta Vertingetorige

    Rispondi

  • ANONIMUS

    11 Dicembre @ 19.59

    Invece di lamentarsi poteva dare una mano lui alla signora...

    Rispondi

  • bichouk

    11 Dicembre @ 14.17

    L'ultima volta che sono salita sull'autobus ero vistosamente incinta e avevo mia figlia di 11 mesi in un passeggino piccolo "a ombrellino". Il posto per carrozzine era occupato da una bambina sana di 5-6 anni in passeggino e con due accompagnatrici. Le studentesse comodamente sedute a discorrere sulla bruttezzA di Parma e l'antipatia dei suoi abitanti, al momento di scendere hanno sbuffato per la mia ingombranza. La colpa ovviamente era solo mia perché dovevo tenere mia figlia sotto l'acqua fino all'ipotetico arrivo di un bus senza passeggini. Morale: non ho più preso un mezzo pubblico e non vado in centro da tre anni ed è un peccato per i negozi del centro perché una famiglia con 3 figli muove l'economia!

    Rispondi

    • Vercingetorige

      11 Dicembre @ 15.50

      Sugli autobus non ci sono "posti per carrozzine" . I passeggini occupano lo spazio che dovrebbe essere riservato ai disabili in carrozzina , per i quali si vede bene che ci sono una cintura di sicurezza e la pulsantiera per la manovra della piattaforma. Di conseguenza , a Parma , i disabili in carrozzina non possono salire sugli autobus. Comunque , fino a due passeggini vengono tollerati, ed infatti , da quel che sembra di capire , è salita anche lei. Alle studentesse che dicevano ogni male di Parma e dei Parmigiani , avrebbe potuto rispondere che , se fossero tornate a casa loro , sarebbero state meglio loro e anche noi.

      Rispondi

  • Vercingetorige

    11 Dicembre @ 13.10

    I passeggini sono diventati uno dei flagelli del trasporto pubblico a Parma. Specie se il mezzo è affollato , intralciano il movimento di tutti i passeggeri , occupano lo spazio riservato ai disabili in carrozzina , che , quindi , non possono salire su un autobus , non pagano il biglietto ( il passeggino aperto dovrebbe pagare un secondo biglietto , invece è già grasso che cola se ne paga uno la conduttrice). Si sopporta per i bambini , che sono carini e non hanno colpa della maleducazione delle madri . E, guarda un po' , anche questo è cominciato dopo l' arrivo in massa delle "risorse" , come se le parmigiane , prima , non avessero mai avuto bambini. Peraltro , se ho ben letto la lettera del signor Schianchi , quelle che hanno sbattuto giù dall' autobus il terzo passeggino , sono state le conduttrici degli altri due, quindi , l' invito "all' "umanità , all' educazione al rispetto ed allo spirito cristiano" , dovrebbe rivolgerlo a loro, non a noi , che sopportiamo fin troppo. Per quanto riguarda lo "spirito cristiano che sfoderiamo contro gli immigrati" il signor Schianchi vuol dire che le tre protagoniste di quest' episodio erano di Vigatto ?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Rotonde, piste ciclabili ma non solo:

GAZZAFUN

Rotonde, piste ciclabili ma non solo: ecco i quiz per la patente

Scopriamo le 9 donne dell'isola: Eva Henger

L'INDISCRETO

Scopriamo le 9 donne dell'isola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

In manette la banda delle spaccate: 2 giovani arrestati dai carabinieri

CARABINIERI

Furti a Monticelli e nel Reggiano: due arrestati, sequestrata una pistola

I due stranieri sono accusati di numerosi furti e di ricettazione 

Emergenza

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

7commenti

BOLOGNA

Grano duro, firmato l'accordo fra Barilla e i produttori: 120mila tonnellate in Emilia-Romagna

LUTTO

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

Paola Scaravonati è stata stroncata da un malore

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

INTERVISTA

Il prefetto: "Migranti, a Parma numeri destinati a calare" Video

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

DIPENDENZA

Droga: il racconto di chi ne è uscito 

Una sera con i Narcotici Anonimi

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

INTERVISTA

La regista Emma Dante: così in scena la bruttezza diventa bellezza

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

7commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

INSERTO

Speciale Sposi: guida al giorno del «sì»

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Conto da 1.100 euro: i turisti giapponesi denunciano alla Finanza

MILANO

Tassista abusivo violenta due giovani passeggere

SPORT

manifestazione

Bimbi e tifosi abbracciano il Felino (contro tutte le mafie) Gallery

posticipo

L'Avellino espugna Brescia tra mille emozioni La classifica di serie B

SOCIETA'

GIOCATTOLI

I mitici mattoncini Lego compiono 60 anni Video

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

LA MOTO

Yamaha MT-09 SP: la prova