15°

29°

il direttore risponde

W le multe (ma solo agli altri)

Michele Brambilla

Michele Brambilla

Ricevi gratis le news
4

Egregio direttore,
non leggo la pagina delle lettere al Direttore, ma mia moglie sì e so che sono molto lette e seguite. A questo scopo, pur essendo un più che normale cittadino, intendo, non sono un vigile o un carabiniere, sono però un automobilista e come tale desidero sapere se le informazioni di cui sono a conoscenza e che qui ufficializzo, a meno che vengano da lei smentite, dicono che chi va in bicicletta ha regole da rispettare e a fronte di queste, non rispettate, esistono ammende che se poste in atto penalizzerebbero moltissimo questi atteggiamenti e apporterebbero alle casse dei Comuni importi ragguardevoli. Voglio dire che criminalizzare l'automobilista non va bene, ma non punire altri è ancora peggio, elenco: 1) il ciclista non può attraversare le strisce pedonali cavalcando la bicicletta, deve scendere e fare il pedone. Questo comportamento, come gli altri che andrò ad elencare è pericolosissimo (ammenda pecuniaria). 2) Il ciclista non può usare il marciapiede come una pista ciclabile (ammenda pecuniaria). 3) Il ciclista non può correre contromano (ammenda pecuniaria). Tante altre cose non possono fare i ciclisti, non lo dico in quanto non sono uno di loro ma perché devono sapere che questi comportamenti sono pericolosissimi, per loro specialmente. L'automobile è un mezzo robusto che se dovesse sbattere contro un corpo umano farebbe sicuramente dei danni molto gravi, praticamente non subendone. Prego perciò i signori ciclisti di non attraversare le strisce velocemente in sella ai loro cicli. È pericolosissimo. E fatelo sapere in giro...


Caro Chiussi,
se i vigili e le forze dell’ordine in genere applicassero ai ciclisti il rigore che lei chiede, credo che nel giro di pochi mesi il Comune di Parma avrebbe azzerato il debito… Direi che basterebbe, da parte di tutti, un po’ di buon senso, o forse di educazione. Ma nessuno, caro Chiussi, è senza peccato. Basta guardare quanti automobilisti guidano con in mano lo stramaledettissimo smartphone, dal quale ormai non riusciamo più a staccarci, neppure quando andiamo in bagno. Sa cosa penso? Che quando siamo a piedi, ce la prendiamo con i ciclisti; quando siamo in bicicletta, con gli automobilisti; e quando siamo in auto, con tutti: pedoni, ciclisti, bus e Tir. E’ che siamo tutti sempre molto attenti alle «nostre» ragioni, e poco a quelle degli altri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • salamandra

    04 Ottobre @ 08.54

    L'(1) è falsa, il ciclista può rimanere in sella quando, ovviamente, ci sono piste da ambo i lati del passaggio. Il (3) è consentito in buona parte d'Europa nelle strade secondarie, sarebbe ora farlo anche qui. Da qualche parte (Canada?) è pure consentito il passaggio con il rosso se si svolta a destra. Ma stiamo parlando di paesi in cui si cerca di favorire la mobilità intelligente...

    Rispondi

  • falco

    04 Ottobre @ 08.28

    Troppa ipocrisia! Non sarà certo quella della persona che ha scritto la lettere.... ma tutti a pretendere rispetto delle leggi, più rigore e fermezza, tolleranza zero ecc.... ma poi li vedi quasi tutti quanti a sfrecciare oltre i limiti di velocità oppure facendo manovre da cancellazione immediata della patente! Ipocriti. Comunque, vorrei precisare che: 1) il ciclista può attraversare la striscia pedonale sulla bici solo se è segnalato. Ma se si attraversa ugualmente senza segnale lo si fa comunque lentamente. anche perchè si agevola il traffico. perchè uno ci mette dei vari secondi a passare a piedi ma se dietro ne ha altri allora il tempo è maggiore! 2) è vero il ciclista non pò percorrere i marciapiedi, come anche le piste ciclabili non devono essere occupate dai pedoni o altro! 3) è da circa un anno che la nuova regolamentazione codice stradale permette alle bici di viaggiare anche contromano. Chiedo chiarimenti alla gazzetta, dovrebbe essere una direttiva europea (con anche targa alle bici) non vorrei sbagliarmi. In ogni caso vige la regola fondamentale; auto deve stare attenta al ciclista, il ciclista al pedone. e viceversa. Quindi attenzione per tutti. Ps: le pista ciclabili , in maggioranza, non sono a norma!

    Rispondi

  • legione

    03 Ottobre @ 12.50

    tutto giusto, e basterebbe non dare loro la precedenza alimentando un comportamento che oltre che scorretto ( la stessa correttezza che loro esigono attraversando sulle ciclabili, facendotelo notare a voce e gesti...) è anche pericoloso soprattutto per il modo in cui viene attuato, con le bici che all'improvviso si buttano sulle striscie pensando che gli automobilisti leggano loro nel pensiero...iniziate come faccio io a non dare loro la precedenza come fossero nel giusto quando sono li ad aspettare in sella ai loro "bolidi"...vedrete che impareranno prima

    Rispondi

    • falco

      04 Ottobre @ 08.30

      ...si, nella speranza che però sulla bici alla quale non dai la precedenza non ci sia tuo figlio! Quando poi avrai ammazzato qualcuno, fatto anni di processi, speso una marea di soldi, ridotto in miseria (sembre che tu non sia un ricco, ovviamente), forse non la penserai come ora!

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Nada con A toys orchestra

musica

Nada a Parma con A toys orchestra

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

6commenti

rapina

Piazza Garibaldi, ore 21: rapina con il coltello

2commenti

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

1commento

tg parma

Parma, Matri ad un passo: sì del giocatore, oggi nuovo incontro Video

corte godi

Furgone in fiamme: e l'incendio rischia di estendersi ai balloni

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile» Foto

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

Il racconto dagli Usa

I parmigiani cacciatori di eclissi

Fidenza

Basket, Azzoni: «Saremo la Fulgor per Fidenza»

Impresa

Greta, un bronzo che vale come un oro

Felegara

E' morta Gianna, la regina dei tortelli

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

10commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

2commenti

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

22commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

1commento

ITALIA/MONDO

istruzione

Fedeli: "Favorevole a portare la scuola dell'obbligo a 18 anni"

terremoto

Ischia, il disastro visto dall'elicottero del 115 arrivato da Bologna Video

SPORT

motori

La Ferrari rinnova il contratto con Raikkonen

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SOCIETA'

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

Usa

Quando la "diva" Luna oscura totalmente il sole  Foto

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti