IL DIRETTORE RISPONDE

Il buon senso c'è ma se ne sta nascosto

Michele Brambilla

Michele Brambilla

Ricevi gratis le news
3

Gentilissimo direttore,
viviamo di luoghi comuni, mai province o regioni, per fortuna. E se un luogo comune capita tra le mani di un fanatico, sono guai, specie se fondatore di qualche partito o di una religione. La banalità è la lingua più diffusa nel mondo, ha un sapore che piace a chi non ha mai assaggiato altro. E le ovvietà, più sono sciocche, più sono ben accette.
Però, tra la semplicità, la leggerezza e la banalità ci corre una differenza abissale, che le persone insulse non possono capire. Per Hannah Arendt il Male è banale, Perlasca, invece, ha usato la banalità del Bene.
Dicono, ad esempio, che con la calma si fa tutto; non se hai ricevuto una comunicazione di sfratto immediato.
Gli uomini sono tutti str...; è vero, ma frequentano str... omologhe.
I soldi non fanno la felicità; vorrei fare una prova... Anche perché lo dicono solo gli straricchi.
L'età non conta, e difatti sei tu che conti gli anni, non essa.
L’importante è essere giovani dentro, dicono i reduci da chirurgia plastica.
L’importante è essere belli dentro, detto da scorfani orribili e da cozze baffute, segaligne e piatte.
L'importante è partecipare; non è vero, vogliamo tutti vincere, andiamo...
La vita è bella, perché è varia; non per chi sta seduto in carrozzina da decenni...
Le donne sono tutte putt...: detto da chi le cerca, nottetempo, solo sui bordi delle strade.
Non c’è più religione; no, ce ne sono fin troppe.
Non ci sono più le mezze stagioni; però, abbondano le mezze cartuccee, specie in politica e nel Parlamento nazionale, vedi...
Ognuno è padrone del proprio destino; cag...pazzesca, urlerebbe subito Fantozzi!
Ognuno ha ciò che si merita; altra stracag...!
Pertini è stato il miglior presidente. Anche quando si è affrettato a concedere la grazia ad un assassino di partigiani, come Mario Toffanin-Capitan Giacca?
E’ sempre più difficile fare il genitore; è perciò che non lo fa più nessuno, oggi.
Di mamma c’è ne una sola; non ora, con le nuove regole, ce ne potrebbero essere parecchie
Le donne non sanno guidare; dovreste vedere mia moglie!
Quest'auto era di un signore anziano, che la teneva sempre in garage: frase ritrita dei venditori di auto usate.
Il tempo cancella tutto; ma non per Equitalia e per l'Agenzia delle Entrate.
Quando sei adolescente, non sei né carne né pesce; però, figliolo, emani un sudore terrificante...
Oggi, se non hai un pezzo di carta...; lo dice chi, in un bagno pubblico, si accorge, troppo tardi, che è finito il rotolo della carta igienica.
Il latino ed il Liceo Classico ti aprono la mente; tutti gli altri diplomati, invece, sono dei somari e dei bovini?
I siciliani sono tutti mafiosi! No, sono i mafiosi ad essere, di solito, siciliani.
I genovesi sono tutti tirchi! Per esperienza personale, direi proprio di sì.
Quando fa caldo, l’importante è bere molto; e per chi è debole di vescica?
E ancora, si deve stare all’ombra o in casa, indossare cotone e lino, non uscire tra le 14 e le 16 e mangiare tanta frutta e verdura. Ma no, non ci avevo pensato...
Quando c’era Lui, i treni arrivavano in orario; sì, anche quelli che portavano gli ebrei ad Auschwitz.
Franco Bifani
Fidenza, 25 ottobre

Caro Bifani,
la sua divertente carrellata di luoghi comuni mi fa venire in mente un fatto di cronaca di cui parliamo anche sul giornale di oggi. E cioè la violenza carnale subìta a Parma, nel 2010, da una ragazza che proprio ieri ha testimoniato al processo accusando gli imputati. Intendiamoci: magari questi imputati sono innocenti e verranno assolti. Aspettiamo la sentenza. Ma nulla ci impedisce di osservare che, di fronte a fatti analoghi, si scatena di solito (e giustamente, ci mancherebbe altro) tutto un fronte di gruppi, associazioni, partiti eccetera per denunciare le violenze contro le donne. In questa vicenda, mai nulla. Perché? Forse perché gli imputati appartengono a un centro sociale, e i centri sociali godono - in Italia - di buona, buonissima stampa?
Caro Bifani, lei parla di luoghi comuni, e i luoghi comuni vanno a braccetto con il politicamente corretto. In una parola, con il conformismo. E allora aggiungo, ai suoi, questo aforisma: «Il buon senso c'era, ma se ne stava nascosto per paura del senso comune». Firmato: Alessandro Manzoni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Bastet

    30 Ottobre @ 22.38

    Ma quale prolisso!!!Leggerne di lettere così !Scriva sig. scriva!Leggerla è sempre un piacere, che si condivida o meno il suo pensiero...ma certo lei non potrà mai risultare noioso.

    Rispondi

  • Biffo

    30 Ottobre @ 16.37

    Bastet, ma sai che poi, quando vedo pubblicate le mie lettere, rimango basito per la loro prolissità? Grazie, comunque!

    Rispondi

  • Bastet

    30 Ottobre @ 12.26

    Che piacere leggerla, sig. Biffo!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Autovelox

PARMA

Autovelox e autodetector: ecco dove sono

1commento

Lealtrenotizie

E' morta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I rilievi dopo l'incidente

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

ALLUVIONE

Colorno, il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

ALLUVIONE

L'esondazione dell'Enza: la Regione stanzia 2 milioni per le spese urgenti

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

colorno

Approfittano del caos dovuto alla piena per svaligiare due case Video

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

8commenti

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

polizia

Via Pelizzi, i ladri narcotizzano il cane e minacciano con le mazze il padrone di casa

Tre furti compiuti, uno tentato e due cassaforti sparite in un solo pomeriggio

1commento

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

polizia municipale

Irregolarità e cibi avariati: 11 sospensioni di attività e 100 persone identificate in tre mesi Video

Due esercizi sono stati chiusi definitivamente, per altri 9 è scattata la chiusura temporanea

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

5commenti

parma calcio

Verso Parma-Cesena, D'Aversa si affida a difesa e Insigne Video

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

usa

Il democratico Jones sconfigge Moore, schiaffo per Trump

SPORT

calcio

Coppa Italia: 3-2 alla Sampdoria, Fiorentina ai quarti

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS