22°

IL DIRETTORE RISPONDE

I mal di pancia? Vanno curati

Michele Brambilla

Michele Brambilla

Ricevi gratis le news
1

Cortese Direttore,
l'inattesa vittoria di Donald Trump ci ha sorpreso praticamente tutti. Compresi parecchi suoi colleghi. I quali, il giorno dopo, non trovano di meglio che motivare quanto avvenuto utilizzando il solito cliché del voto dato di pancia. Contrapponendolo a quel tanto voto di testa che avrebbe, quindi, caratterizzato invece l’elettore di Hillary Clinton. Trump sarà, per dirla alla Beppe Severgnini, che a questa schiera appartiene (…e tanto per far nomi!), «inadeguato, imbarazzante e imprevedibile» come scrive oggi sul Corriere della Sera, ma è pur sempre l'espressione di un voto democratico.
Non trova, però, che questo sottolineare di continuo il distinguo tra il votar “di pancia” ed il “di testa” più che “qualificare” gli elettori tra quelli di serie B o di serie A squalifichi l'imparzialità dei giornalisti che ne fanno uso e giustificazione?
Non sarebbe meglio rammentarsi che in democrazia il voto del più sempliciotto vale quanto quello del più saccentello?
È, questa, una regola che vale per tutti, anche se può poi far venire un comprensibile mal di pancia (… questo si!) allo sconfitto vincitore annunciato! È la democrazia bellezza! E, nel bene come nel male, nel giusto come nello sbagliato,  «... è la peggior forma di governo, eccezion fatta per tutte quelle forme che si sono sperimentate fino ad ora!».
Mario Taliani

Caro Taliani,
concordo pienamente con lei. S’è detto che votavano con la pancia quelli che votavano per la Lega e perfino quelli che votavano per Forza Italia; s’è detto che è un voto di pancia quello per Marine Le Pen, per la Brexit, per la destra nazionalista austriaca, per Grillo… E via dicendo.
Voto di pancia? Può darsi. Ma se c’è un mal di pancia, bisogna prenderne atto e curarlo, non far finta che non ci sia. Si può sostenere che la cura che certi soggetti politici, tipo Trump, propongono, sia sbagliata, emotiva e inadeguata: ma non si può continuare a chiudersi a riccio in un mondo che si autoproclama più colto e più perbene, disprezzando chi dissente e fingendo di non vedere troppe cose che non funzionano. Questo purtroppo è quello che succede in Occidente.
Per stare agli Usa, più che scandalizzarsi per la vittoria di Trump, bisognerebbe piuttosto interrogarsi sul perché gli americani hanno preferito uno così, in effetti piuttosto impresentabile, a una come Hillary Clinton. Gli scandalizzati potrebbero chiedersi, insomma, come mai l’America colta e perbene, l’America dei diritti, l’America dei migliori, ha candidato una come Hillary Clinton. Ma qui è meglio che mi fermi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Biffo

    12 Novembre @ 11.33

    Io mi permetto di far presente che, anche tra coloro che votano di testa, ci sono parecchi che soffrono spesso di forti emicranie.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein: Lory del Santo, osceno denunciare dopo vent'anni

Hollywood

Lory del Santo: "Weinstein, osceno denunciarlo dopo vent'anni"

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

9commenti

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

Economia

Rinnovato il contratto tra Number1 logistics Group e Barilla

"Obiettivi aziendali ma anche condivisione di valori"

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti 

«Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 9

IL CASO

Parchi, bagni «vietati» ai disabili

BORGOTARO

Venturi: «Punto nascita, chiusura inevitabile»

1commento

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

E' da rivedere per il 66% dei tifosi che hanno risposto al nostro sondaggio

1commento

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

4commenti

E' al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

monchio

Cade da una balza rocciosa: grave un cercatore di funghi 88enne

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

Tra viale Vittoria e via Gulli

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

rapimento

Alfano: "Liberato in Nigeria don Maurizio Pallù"

OMICIDI

Morto il serial killer delle donne di Bolzano

SPORT

Moto

Marquez vuole tornare a vincere

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

SOCIETA'

FOTOGRAFIA

Percezione e realtà negli scatti di Volumnia Fontana

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»