14°

28°

IL DIRETTORE RISPONDE

Parma, perché si doveva cambiare

Parma, perché si doveva cambiare

Michele Brambilla

Ricevi gratis le news
1

Caro direttore,
vorrei esprimere il mio pensiero sul Parma Calcio. Dispiace sempre lasciare un progetto con figure che hanno portato il nome di Parma ad alti livelli nella sua gloriosa storia: questo a volte è il gioco del calcio. La figura giusta per riportare il calcio dove conta è Nevio Scala, uomo, prima che allenatore, di sagge idee.
Fabio Petrolini

Caro Petrolini,
spiace a tutti che un uomo come Nevio Scala abbia lasciato il Parma. Però deve essere chiaro, appunto, che è lui che ha lasciato il Parma. Nessuno lo ha cacciato.
La società aveva deciso di cambiare l'allenatore. Lo aveva deciso a malincuore - perché Apolloni è un bravo professionista e una bravissima persona, è attaccato alla maglia crociata e si è impegnato per la rinascita della squadra - però lo aveva deciso, e francamente non sento molti tifosi che non siano d'accordo con questa scelta, pur dolorosa. Quando i risultati non arrivano e il gioco neppure, si impone una sterzata: è sempre stato così, nel calcio.
Scala non ha accettato la decisione della proprietà. Aveva già posto una condizione: se mandate via Apolloni, ce ne andiamo tutti. E questo, nonostante la stima che ho per Scala, lo ritengo sbagliato. Non si possono mettere gli affetti personali davanti all'interesse di tutta la società.
E qua andrebbe subito chiarita una cosa, quella sull'equivoco del «Parma biologico», o diverso, o romantico che dir si voglia, di cui tanto si è parlato. Il nuovo Parma, nato poco più di un anno fa grazie all'impegno di alcuni imprenditori parmigiani, è certamente un progetto di «società sostenibile»: il che vuol dire società pulita, gestita in modo trasparente, con i bilanci a posto. Diversa, diversissima da gran parte delle società del calcio italiano di oggi. Ma società diversa e sostenibile non vuol dire «società romantica»: le bandiere sono bandiere, ma non si può prescindere dai risultati e dagli obiettivi sportivi ed economici. Il primo modo per voler bene al Parma - perfino al suo passato, direi - è quello di cercare di ridare dignità e prestigio a una società che non esisteva più. Perché questo qualcuno forse se lo sta dimenticando: il vecchio Parma calcio non esiste più, è finito com'è finito, e per fortuna qualcun altro l'ha fatto risorgere. Diamogli tempo e modo di portarla a compimento, questa resurrezione, tassello dopo tassello. La strada è ancora lunga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gigiprimo

    26 Novembre @ 08.43

    vignolipierluigi@alice.it

    Appunto, ' la strada è ancora lunga ' ! Questa 'società' senza 'nome' si è ribellata e ha estromesso dei 'nomi' e Il 'nome' per eccellenza, come promesso in partenza si è ritirato. Ancora una volta, grazie Scala!

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Protesta

«Cittadella abbandonata»

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

Fidenza

Spargono olio davanti ai negozi

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

1commento

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

barcellona

Ritrovato il piccolo Julian: è in ospedale tra i feriti

Terrorismo

L'Isis sui social: "Il prossimo obiettivo è l'Italia"

SPORT

SERIE A

La Juve travolge il Cagliari, Il Napoli passa a Verona

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

SOCIETA'

viabilità

Ritorni e partenze, traffico in intensificazione sulle autostrade Tempo reale

calestano

Mai dire Baganzai: la sfida (anche) dei video

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti