15°

28°

IL DIRETTORE RISPONDE

Prendere per la gola e prendere per i fondelli

Michele Brambilla

Michele Brambilla

Ricevi gratis le news
3

Gentile direttore,
chi frequenta i ristoranti chic non si abbuffa al ristorante, però si è già strafogato a casa. Chi vuole cenare o pranzare, in quantità e qualità decenti, entra nelle trattorie e nei ristoranti per il volgo plebeo, che nome non ha, quelli delle forchettate e cucchiaiate un poco più abbondanti. Io sono tra quelli, non mi piacciono le porzioni invisibili e le ricette troppo sofisticate, preferisco la cucina casereccia. Nei ristoranti di lusso servono, inderogabilmente, solo nano-porzioni, e maggiore è il numero delle stelle, minori sono le quantità. Vi ricordate, invece, negli anni '50 e '60, quelle osterie che esponevano il cartone dipinto del cuoco, ridanciano e pacioccone, e il tavolino con sopra il fiasco di vino ed un piattone di maccheroni? È vero che la ristorazione ha tante sfaccettature, ma a me piacciono i gusti semplici, senza troppe salse, intingoli, abbinamenti bizzarri. Le scelte operate dai ristoranti stellati credo che siano uno dei tanti modi per infinocchiare gli snob. C'è gente che deve pur spendere il denaro in eccesso, e va a mangiare in locali del genere, dove li prendono per il retrobottega, ma da cui escono illusi di aver gustato qualcosa di unico ed esclusivo, adatto a dei Vip. Credo che valga la pena, invece, mangiare in una trattoria una bella amatriciana, una carbonara, un fritto di paranza, un piatto di carpaccio di pesce, piuttosto che non farsi servire sette rigatoni al sugo pallido o cinque tortelli di erbetta e ricotta sconditi: in una sua gag, Maurizio Battista chiedeva al cameriere se gliene fossero scivolati alcuni per terra. Preferisco un menù semplice e in giusta quantità e qualità, annaffiato da vini locali. Non capisco come facciano ancora a sopravvivere, in periodo di crisi, ristoranti dai prezzi tanto alti e dalle portate così risicate. Però ci sono quegli arabeschi e schizzettini di salse esotiche, quelle verdurine misteriose, tagliate à julienne; vuoi mettere? A fine cena, esci che hai più fame di prima. Infine, l'incubo dei camerieri, sussiegosi e ingessati, che ti gelano l'appetito. I piatti possono anche risultare buoni, a volte, particolari, ricercati, sofisticati, ma i prezzi sono iperuranici. Questi locali radical-chic offrono scarso fumo e ancor meno arrosto. I non-iniziati entrano, si siedono, scrutano la carta, per mezz'ora, nell’imbarazzo della scelta, tra denominazioni english o français. Poi si susseguono piatti incomprensibili, porzioni da anoressici, tra un servizio di sala con regole sconosciute, e alla fine pancia semivuota e un conto da paura; in un 3 stelle, fino a 600 euro per una cenetta romantica, a lume di candela, quella cui si dovrà ricorrere per risparmiare sulla bolletta dell'Enel. Però, vuoi mettere, raccontare agli amici che hai pranzato o cenato da (...) ? E' una soddisfazione imperdibile! «Mangia, quando fames» raccomandava Teofilo Folengo.

Caro Bifani,
le ho tagliato i nomi dei grandi chef stellati che lei cita per evitare una querela a me e a lei (non c’erano parmigiani, comunque). Ma a parte quel taglio – doloroso più per me che per lei, mi creda – pubblico per intero, e molto volentieri, la sua lettera, accompagnandola da un sonoro applauso virtuale.
Anch’io, come lei, preferisco le trattorie con tovaglie a quadretti bianche e rosse, cucina tradizionale, porzioni abbondanti e conti che non richiedono l’accensione di un mutuo. Ma soprattutto anch’io, come lei, penso che spesso dietro certi “assaggi” (perché di assaggiare si tratta, non di mangiare) ci sia una gigantesca presa per i fondelli.
Ovvio che non si può generalizzare: i grandi chef ci sono eccome. Ma nessuno mi toglie dalla testa che i clienti di certi geni della cucina - e i presunti “esperti” che di quei geni cantano le gesta - siano molto simili ai visitatori della “Galleria d’arte”, celebre sketch di Aldo Giovanni e Giacomo (invito tutti a riguardarlo su YouTube). Cioè persone che se la tirano da intellettuali, da grandi intenditori che restano in estasi davanti a una cornice senza quadro, e compatiscono il visitatore comune, tanto ignorante da non apprezzare.
Chissà: forse siamo davvero ignoranti noi, che non capiamo la straordinaria bontà di una mezza oliva con marmellata di bambù e una spruzzata di cioccolato al gorgonzola. Ma mai come in questo caso si può parlare di beata ignoranza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    27 Novembre @ 12.01

    E' BELLISSIMO L' EDITORIALE DI OGGI DEL DIRETTORE : " TRA POCO E' NATALE , MA NON SI PUO' DIRE" . Una lettura istruttiva per tutti , che dovrebbe essere obbligatoria per dirigenti scolastici ed insegnanti .

    Rispondi

  • frenck

    26 Novembre @ 14.45

    e poi fanno i testimonial a p...... unte, salate e malsane (anch'io mi censuro ;_))

    Rispondi

  • Biffo

    26 Novembre @ 11.25

    Direttore, grazie per la pubblicazione e la susseguente Sua risposta; mi sento sempre onorato, quando le mie lettere sono riportate sul quotidiano ch'Ella dirige. Pensavo che l'argomento toccato fosse un po' troppo frivolo e materialistico. Ma pensi che, nel corso del programma "Quattro ristoranti", dove Alessandro Borghese giudica appunto quattro locali in gara tra di loro, si era proposta anche una chef vegana crudista,. I piatti sono composti da accostamenti che posso definire bizzarri, con un eufemismo, dagli antipasti al dessert. Lei veste sempre come una sacerdotessa buddista, in arancione, e peserà 30 kg., ossa comprese.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

1commento

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

7commenti

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

"In infradito sul Penna: a proposito di escursionisti sprovveduti..." Foto

1commento

CALCIO

D'Aversa si racconta

OSPEDALE

Il Maggiore: «Sostituiremo al più presto le sonde rubate»

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

15commenti

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

1commento

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

dai video

Barcellona, ci sono le immagini del terrorista in fuga dopo strage

1commento

modena

Sgozzato durante una rissa a Sassuolo, inutili i soccorsi

1commento

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti