-2°

Enti

Provincia, dal 25 maggio presidente e assessori restano senza stipendio

Dal 2015 entrano sindaci e consiglieri comunali. Con la riforma Delrio decade il Consiglio. La giunta resta in carica fino a dicembre

Provincia, dal 25 maggio presidente e assessori restano senza stipendio

Palazzo della Provincia

1

Il conto alla rovescia è iniziato: ancora due mesi e poi, dal 25 maggio, i consigli provinciali elettivi saranno solo un ricordo del passato.
Con l'approvazione al Senato della cosiddetta «riforma Delrio» è infatti stato scongiurato il fatto che le province tornassero al voto il 25 maggio, fatto che avrebbe comportato un'attesa di 5 anni per l'entrata in vigore della riforma. In attesa della soppressione vera e propria delle province per la quale serve una riforma costituzionale, porterà alla trasformazione delle province in enti di secondo grado, vale a dire non elettivi.
Cosa prevede la riforma
Il decreto Delrio, che è in attesa del sì anche di Montecitorio - mira a ridurre poteri e funzioni delle province, cancellando i consigli elettivi e istituendo dieci città metropolitane presiedute dai rispettivi sindaci metropolitani e da consiglieri che non percepiranno indennità e doppio stipendio. Sarebbero tremila i politici che smetteranno di ricevere una retribuzione dagli italiani con la riforma Delrio.
Giunte, avanti fino a dicembre
Se i consiglieri provinciali decadranno automaticamente nel giorno delle elezioni, la riforma prevede però che fino al 31 dicembre 2014 ci sarà una fase di accompagnamento: per 9 mesi, infatti, le giunte provinciali continueranno ancora a operare senza percepire alcun compenso (scelta che non ha mancato di far discutere) e dal primo gennaio 2015 la riforma entrerà ufficialmente in vigore, liberando di conseguenza gli enti delle funzioni più rilevanti. I nuovi consigli provinciali saranno eletti e composti da sindaci e consiglieri comunali con un sistema elettorale basato sul numero di abitanti dei Comuni da loro rappresentati. Questo privilegerà gli amministratori dei grandi comuni, portando quelli piccoli a unirsi. Il decreto Delrio prevede inoltre la cancellazione delle giunte e l’elezione tra i sindaci del presidente. Ed è probabile che i futuri presidenti di provincia siano così i primi cittadini delle città capoluogo.
Le città metropolitane
Anche le dieci città metropolitane (Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Roma, Napoli, Reggio), che sostituiranno le province di maggiori dimensioni, subiranno la stessa sorte. Unica differenza riguarda il primo cittadino metropolitano, che sarà di diritto il sindaco del comune capoluogo, senza bisogno di essere eletto. Province e città metropolitane svolgeranno funzioni diverse e modificheranno la distribuzione delle funzioni pubbliche: prossimità ai comuni, area vasta alle province e programmazione alle regioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • IVANOV

    31 Marzo @ 13.55

    Occorrono dimissioni simultanee in tutta Italia, non trovo giusto che chi per Costituzione, e mandato elettorale si trovi di punto in bianco senza il gettone di presenza; quando a livello nazionale spregano a due mani soldi pubblici.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

13commenti

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

sanguinaro

Via Emilia, tamponamento a catena: ci sono feriti (lievi) e code

Tg Parma

Tenta di truffare un anziano e gli strappa i soldi dal portafogli: denunciato

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

7commenti

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

centro italia

Parma, un'altra partenza degli angeli del soccorso Foto

lega pro

D'Aversa: "In campo anche alcuni dei nuovi arrivati" Video

lirica

Roberto Abbado direttore del Festival Verdi dal 2018

E nasce a Parma il comitato scientifico per un 2017 più filologico 

fino al 23 febbraio

Al via le iscrizioni per la Maratona delle Terre verdiane

Lutto

Albino Rinaldi, il signore dei «Baci»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Trump, il presidente del «Prima l'America»

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Una marea rosa contro Trump invade le città americane Video

Libia

Tripoli: autobomba vicino all'ambasciata italiana

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto