18°

Tribunale

Il Tar di Parma respinge il ricorso sugli autovelox in tangenziale sud

Cittadini costretti a pagare 2.000 euro

Il Tar di Parma respinge il ricorso sugli autovelox in tangenziale sud
12

Dopo il Tribunale – che aveva respinto il ricorso del Movimento Nuovi Consumatori – ora anche il Tar di Parma ha nuovamente bocciato il ricorso formalmente presentato da alcuni cittadini che miravano a far dichiarare l’illegittimità della collocazione degli autovelox in tangenziale sud.Anche questo ricorso era stato preannunciato dal Movimento Nuovi Consumatori. E' stata depositata la sentenza 93/2014 con la quale il Tar ha dichiarato inammissibile il ricorso proposto dal signor Tonna e altri  contro Comune il di Parma, Anas e Prefettura di Parma per ottenere l’accertamento della “nullità assoluta - inesistenza del decreto prefettizio 22/11/2011 prot. 16971” e della conseguente nullità del provvedimento 08/10/2013 prot. 10375 a mezzo del quale Anas “autorizzava il Comune di Parma all’ installazione di apparecchiatura autovelox di tipo fisso”. In sostanza, il Tar ha rigettato il ricorso e condannato i ricorrenti al pagamento delle spese di giudizio (2.000 euro), poiché viene chiesta la declaratoria di nullità dei provvedimenti impugnati senza tuttavia indicare nessuna delle fattispecie di nullità tipizzate dalla legge e “ciò conferma l’assoluta genericità della domanda formulata dai ricorrenti”. Il ricorso è stato inoltre dichiarato inammissibile per omessa notifica alla Prefettura di Parma presso l’Avvocatura dello Stato. Insomma un altro giudizio sul quale il Tar ha scritto la parola “fine”. Intanto proseguono gli appelli deliberati dalla Giunta comunale contro diverse sentenze pronunciate dai Giudici di Pace, che avevano annullato le contravvenzioni sull’autovelox. E c’è anche chi , di fronte al ricorso del Comune, preferisce non correre il rischio di subire un danno assai maggiore: alcuni cittadini si sono offerti di pagare la multa per chiudere una partita che, giocata in Tribunale, diventerebbe assai più insidiosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • presente

    29 Marzo @ 15.36

    Leggo ora sul sito di questa associazione che l’errore sulla notificazione dell’atto al prefetto, è stato volutamente commesso al fine scoprire le strategie difensive di Anas e Comune. Ma a chi vogliono darla a bere!!!!!!! Hanno fatto un errore (che umanamente ci stà ed è comprensibilissimo) e vogliono farlo passare per strategia difensiva!!!!!!! Era molto meglio che stessero zitti. Dovevano semplicemente incassare questa sonora e poderosa sconfitta e smettere di continuare a minacciare ricorsi ed esposti. Addirittura, leggo sempre sul sitoche sarà chiesto il ristoro danni con somme che vanno dai tra i 3000 ai i 5000 euro per coloro che sono stati costretti a pagare le contravvenzioni della carreggiata Nord. In base a quale norma chiederanno queste somme???? Forse prendendo spunto da questa sentenza:" Danno morale da multa ingiusta.Cassazione, Sezione Terza Civile, sentenza n.2690/2004 del 12 febbraio 2004"? Fumo negli occhi, pubblicità mascherata da altruismo ecco cos'è. Allora chiunque, vistosi annullare la sanzione potrà chiedere il risarcimento die danni?????? Ma facciamola finita e rimaniamo con i piedi per terra.

    Rispondi

  • gherlan

    29 Marzo @ 14.32

    ah ah ah godo come una bestia! Ennesima figura barbina del signor Greci e dei suoi "nuovi consumatori". Adesso pagate e tacete!

    Rispondi

  • carlone1973

    29 Marzo @ 07.15

    Oh....ma pagate e basta!!! Era per caso nascosto dentro ad una siepe e non sagnalato? NO!!! Quindi pagate e zitti!

    Rispondi

  • Marco

    29 Marzo @ 02.09

    E' davvero molto difficile per un italiano rispettare le regole. Spero che questo Movimento Nuovi Consumatori sparisca così come è nato. Ha difeso i furbetti al volante che si credono onnipotenti e si è preso la sua bella sconfitta. Se fossi un avvocato comunque benedirei questi movimenti (con la m minuscola) che pagano fior di quattrini per spese di avvocatura e vengono alla fine giustamente bastonati.

    Rispondi

  • presente

    28 Marzo @ 20.38

    @Roberto, non mi pare che questa amministrazione stia gongolando, a giudicare dal laconico comunicato stampa che stiamo commentando, ben differente da quelli che, fino a qualche mese fa, ci propinava l'associazione soccombente (ricorda? si parlava di denunciare giudici, magistrati, assessori, funzionari di Polizia Municipale, per reati a quanto pare inesistenti). Credo che, se il TAR ha dato ragione al Comune è semplicemente perchè il Comune HA RAGIONE. Il fatto poi che il ricorso sia stato proposto da alcuni iscritti all'associazione in oggetto, altro non ha fatto che esporre dei cittadini ad un esborso economico ben superiore al valore dell'illecito da loro commesso e sanzionato a norma di legge. Prova ne è che il TAR ha condannato i ricorrenti alla refusione delle spese processuali nella misura di ben 2000 euro, penso PRO CAPITE, come di solito succede. L'associazione in questione poi ben si è guardata dal proporre reclamo alla sentenza che la ha vista soccobente dinanzi al tribunale civile, ne ha proposto ricorso a quella del TAR, dove praticamente, aveva chiesto l'accesso ad un atto di fatto INESISTENTE (cosa questa ampiamente provata dall'amministrazione comunale per dettagliata e ampia documentazione), dove i giudici amministrativi, constatata l'insussistenza della richiesta, davano parere negativo, ovviamente condannando l'associazione al pagamento delle spese processuali. (Se io so di aver ragione vado avanti fino in fondo, non mi fermo certo al primo no). Bene anche fa il Comune ad appellare tutte le sentenze, anche alla luce di quest'ultima schiacciante vittoria. Bene hanno fatto i cittadini che per chiudere la partita, hanno deciso di pagare i verbali senza resistere in appello, appello che si sarebbe celebrato dinanzi ad un tribunale, dove il cittadino stesso, per poter resistere si sarebbe dovuto presentare con un legale A SPESE PROPRIE. Penso invece, ed il pensiero, a vedere i commenti quì sotto, è comune ai più, che si stia facendo veramente luce su questa vicenda, la verità sta finalmente venendo a galla, ( come aveva scritto qualcun altro) e che presto la parola fine sarà scritta, i velox continueranno a fare il loro dovere e gli uffici dei GDP saranno meno ingolfati da inutili ricorsi.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

1commento

Le serate special al Cafè 47

Era qui la festa

Le serate special al Cafè 47 Fotogallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

Falcone-Borsellino

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

gazzareporter

Barriera Repubblica, l'orologio non si è aggiornato con l'ora legale

Viale Barilla

Lite tra giovani, ma chi ha la peggio è un vigile

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

l'agenda

Domenica tra mercatini golosi, castelli e... la Coppa di Fantozzi

La storia

Madre e figlio si laureano lo stesso giorno

L'INTERVISTA

Andrea Pucci: «La mia vita tutta da ridere»

Il 31 marzo il comico sarà al Paganini

ospedale

Radioterapia, arrivano nuove tecnologie

Le testimonianze dei pazienti: "Così sconfiggiamo la paura"

collecchio

Razziava gli armadietti di una piscina, arrestato un 33enne Video

Volontariato

Le cento donazioni di Cherubino

Langhirano

La torta delle paste rosse: la storia di un paese in una ricetta

Collecchio

Suona l'allarme, ladri messi in fuga dai vicini

1commento

LANGHIRANO

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

soccorso alpino

Pietra di Bismantova, il ferito è un 43enne di Carpi Il video del salvataggio

Cede un chiodo durante la ferrata: cade nel dirupo

musica

Inaugurato il Centro Toscanini: guarda chi c'era Fotogallery

1commento

CULTURA

Porte aperte all'Ospedale vecchio: tutti in coda con il FAI Fotogallery

Giornate di primavera: oggi si visita l'Università

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

2commenti

ITALIA/MONDO

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

14commenti

TREVISO

Si rovescia il pedalò: annega 18enne. Salva la fidanzata

WEEKEND

FOODBLOGGER

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella secondo Eleonora Rubaltelli

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

Motogp

Qualifiche annullate, griglia basata sulle libere: Vinales in pole, Rossi lontano

Rugby

Il Munster passa al "Lanfranchi", Zebre battute

MOTORI

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa