Salute

Fibrosi cistica, l'associazione diventa sede regionale della Lifc

Modifica statutaria per rendere più incisiva l'opera della Lega Italiana. La Bonazzi: "Così potremo tutelare meglio la qualità della vita e delle cure

Fibrosi cistica, l'associazione diventa sede regionale della Lifc

Assemblea dei soci Lifc

0

L’unione fa la forza, soprattutto nella battaglia contro la malattia. E’ con questa certezza che l’Associazione emiliana fibrosi cistica ieri mattina ha deciso di modificare il proprio statuto e di trasformarsi in una sezione regionale della Lifc (Lega italiana fibrosi cistica). Non si tratta di un cambiamento formale, ma sostanziale, che dovrebbe portare benefici specie ai malati (circa 150 quelli iscritti alla realtà che ha sede a Parma). In sostanza, d’ora in poi non ci saranno più decine di associazioni operanti singolarmente (col coordinamento della Lifc), ma una sola associazione con più sezioni regionali.
«Con questo cambiamento – ha spiegato la presidente dell’associazione emiliana Brunella Bonazzi – tutti i nostri iscritti diventano automaticamente soci dell’associazione nazionale. Questo consente di fare massa critica e di dare maggiore potere alla Lifc, che potrà far sentire il proprio peso nelle sedi istituzionali per tutelare la qualità della vita e delle cure dei malati di fibrosi cistica e delle loro famiglie». La Lifc si occupa, tra l’altro, di fare da mediatore tra chi si occupa della cura dei malati e le istituzioni. In particolare, l’associazione emiliana collabora attivamente con il Centro fibrosi cistica di Parma (centro di riferimento regionale) contribuendo alla formazione e all’aggiornamento del personale medico, ma anche attraverso l’acquisto di macchinari e attrezzature.
L’associazione organizza inoltre, con cadenza annuale, momenti di incontro per le famiglie durante i quali vengono illustrate le ultime novità sulla ricerca scientifica della malattia, attraverso il coinvolgimento di consulenti scientifici e medici specialisti.
Periodicamente vengono promosse anche raccolte di fondi destinati al miglior funzionamento del centro ed al finanziamento della ricerca scientifica per la lotta alla malattia, unica vera speranza di vita per tutti gli ammalati.
Parte della giornata di ieri è stata dedicata agli interventi scientifici di Giovanna Pisi, responsabile del Centro fibrosi cistica di Parma, e Luis Galietta, responsabile del laboratorio di Genetica molecolare dell’istituto Gaslini di Genova, che si è soffermato sulle nuove possibilità terapeutiche legate alla fibrosi cistica.
Il centro di Parma attualmente ha in cura 144 pazienti che arrivano dall’Emilia Romagna e dalla Lombardia, con una età media di 24 anni. Si tratta di una realtà all’avanguardia soprattutto per i pazienti che devono subire trapianti polmonari (17 quelli eseguiti finora), grazie alla collaborazione con il reparto di Rianimazione. Galietta ha effettuato importanti studi che hanno dimostrato come, attraverso l’utilizzo di farmaci, sia possibile correggere il difetto genetico che dà origine alla fibrosi cistica.
Per l’occasione è stato infine eletto il nuovo consiglio dell’associazione che rimarrà in carica per i prossimi tre anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

Manuela Arcuri

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

Celentano Tribute Show: ecco chi c'era al Fuori Orario Foto

feste

Celentano Tribute Show: ecco chi c'era al Fuori Orario Foto

Rosy Maggiulli torna... in pista

Monza

Rosy Maggiulli torna... in pista

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

4commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

2commenti

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

1commento

social network

Via D'Azeglio, quando scopri che i ladri ti hanno preceduto...Foto

Lega Pro

Parma, sfida delicata contro il Bassano. Diretta dalle 14.30

E alle 21.30 la partita in differita su Tv Parma

1commento

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

2commenti

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

vandali in azione

Manomettono il defibrillatore in piazza: presi (grazie a un cittadino)

4commenti

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

6commenti

Raid notturno

All'asilo di San Prospero rubati i soldi per l'altalena

Palanzano

Sandra, la «musicista» delle campane

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

dopo il furto

Ritrovato il cancello del campo di concentramento di Dachau

bologna

Agente si spara al pronto soccorso, è gravissimo

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

ERA IL 2005

Rosberg, quel giorno a San Pancrazio...

1commento

SERIE A

Il Napoli travolge l'Inter di Pioli: 3 a 0

1commento

MOTORI

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)

BOLOGNA

Le ragazze
del Motor Show Fotogallery