18°

Libri

Censura preventiva per Beccaria a Parma

Un libro pubblicato da Fiaccadori, al tempo di Maria Luigia, fu sottoposto a un raro esempio di imprimatur. Benché parlasse solo di estetica letteraria, l'opera del famoso giurista subì il vaglio della polizia locale

Censura preventiva per Beccaria a Parma

L'autorizzazione della Direzione di Polizia del Ducato per la stampa del volume di Beccaria

0

Il termine imprimatur suona odioso. Ci riporta ai tempi in cui, in tema di fede e di morale, i confini fra il vero e il falso erano rimarcati con pignolesca precisione da autorità ritenute infallibili; mentre i meno giovani serbano ancora il ricordo dell’Index librorum prohibitorum. Eppure, percorrendo le tappe della storia più recente, ci accorgiamo che la forma più infame di censura, rappresentata dall’autorizzazione preventiva alla stampa, è stata praticata più a lungo di quanto si possa immaginare. Come dimostrano i permessi che, a metà del XIX secolo, erano necessari per pubblicare qualunque libro: perché anche quello più scientifico poteva annidare argomenti indigesti a qualche autorità.
A Parma ne abbiamo un esempio quando, nel 1844, il libraio Pietro Fiaccadori decise di divulgare nel Ducato un interessante saggio letterario del raffinato giurista e filosofo milanese Cesare Beccaria (1738-94). L’iniziativa era giustificata dal desiderio di onorare i cinquant'anni dalla morte dell’Autore, ancora nella memoria della città per aver frequentato da ragazzo il Collegio dei Nobili: un’istituzione creata da Ranuccio I Farnese, dove i Gesuiti educavano i figli della migliore società europea.
L'opera, diffusa in Lombardia fin dal 1770, era intitolata «Ricerche intorno alla natura dello stile», e trattava argomenti di esclusiva estetica letteraria, dove con il termine stile sono le sue parole «s'intende la maniera di esprimere con parole i concetti dell’animo nostro».
Tutte queste evidenze non evitarono all’editore proponente di dover subire il vaglio della pubblica sicurezza ducale.
Attraverso una procedura iniziata con la consegna di un esemplare del libro recentemente stampato a Milano da Giovanni Silvestri, e proseguita nell’oziosa attesa che terminassero le indagini, senza conoscerne le modalità e i protagonisti. Questa volta felicemente concluse con il rilascio del formale imprimatur. Il tomo fu reso al richiedente munito in ogni pagina del timbro Direzione Gen. di Polizia dei Ducati di Parma, Pia. Eg.
Alla fine, una lapidaria dichiarazione: Si permette al Tip.º Fiaccadori di stampare questo presente libro. Parma, 30 gennaio 1844. Firmato: il Direttore della Polizia. Il provvedimento era annotato sui registri di governo, mentre il tipografo doveva conservare il testo vidimato, per esibirlo ai possibili controllori. Certo a Parma l’attenzione rivolta a ogni pubblicazione poteva essere giustificata dalle preoccupazioni politiche che caratterizzavano la metà dell’Ottocento non solo italiano.
E poi, di Cesare Beccaria erano ancora ricordati i mali comportamenti e le imprudenti teorie. In gioventù era stato era stato tra i principali collaboratori de «Il Caffè», una rivista semiclandestina allineata al pensiero illuminista di Pietro Verri. Peggio, era ancor vivo l’eco prodotto nel 1764 dal suo storico trattato «Dei delitti e delle pene», dove aveva propugnato l’abolizione della pena capitale e l’erogazione di sanzioni adeguate ai reati commessi, da pronunziare celermente per non ledere la libertà di presunti innocenti. Concetti chiari che ancora oggi, a distanza di 250 anni, ci suonano quantomeno come un’utile raccomandazione.
Notoriamente Maria Luigia non era una statista raffinata; quindi abituata a delegare le funzioni più delicate, soprattutto avendo accanto a sé Charles-René de Bombelles: un maturo signore messo lì apposta dalle dinastie europee per mediare le istanze liberali con l’immobilismo della Restaurazione, avendo come unica lecita risorsa l’arma della censura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Antonio Banderas, ho avuto un infarto ma sto bene

Cinema

Antonio Banderas: "Ho avuto un infarto. Ora sto bene"

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

Falcone-Borsellino

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

4commenti

lega pro

Parma, alle 16.30 in campo pensando solo a vincere Diretta

l'appello

La figlia del partigiano Ras: "Vorrei trovare la famiglia di Parma che lo ospitò" Video

Viale Barilla

Lite tra giovani, ma chi ha la peggio è un vigile

5commenti

curiosità

Coppa Cobram: quando Parma prende la "bomba" e pedala Fantozzi-style Le foto

l'agenda

Domenica tra mercatini golosi, castelli e... la Coppa di Fantozzi

commemorazione

Un anno senza Mario il clochard: il quartiere lo ricorda pensando agli "ultimi" Foto

esclusiva

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

Il delitto di Meredith, il processo, l'assoluzione, il rapporto con Amanda. Ecco l'intervista completa

15commenti

La storia

Madre e figlio si laureano lo stesso giorno

1commento

gazzareporter

Barriera Repubblica, l'orologio non si è aggiornato con l'ora legale

3commenti

ospedale

Radioterapia, arrivano nuove tecnologie

Le testimonianze dei pazienti: "Così sconfiggiamo la paura"

Collecchio

Suona l'allarme, ladri messi in fuga dai vicini

1commento

podisti

Tutti i protagonisti della Manarace di Fontevivo Foto

Langhirano

La torta delle paste rosse: la storia di un paese in una ricetta

collecchio

Razziava gli armadietti di una piscina, arrestato un 33enne Video

L'INTERVISTA

Andrea Pucci: «La mia vita tutta da ridere»

Il 31 marzo il comico sarà al Paganini

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

2commenti

ITALIA/MONDO

rimini

Cadavere di donna in trolley al porto. E' la cinese sparita durante crociera?

usa

Sparatoria in un night a Cincinnati, un morto e 15 feriti Video

WEEKEND

la peppa

La ricetta della domenica - Tartine fiorite

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

formula 1

Trionfo rosso: Vettel domina il Gp d'Australia. Hamilton secondo

motomondiale

Speciale Vecchi “leoni” e giovanotti rampanti iniziata la caccia al titolo di Marquez

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso di può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017