poesia

Due poeti, due anime vere

Presentata l’opera omnia di Gian Carlo Artoni e un’antologia del poeta Vadim Fëderovic Tërechin: «Il decano dell’Officina parmigiana e l’autore russo hanno in comune temi, sensibilità e aspetti stilistici»

Due poeti, due anime vere
Ricevi gratis le news
0

Due poeti, due paesi distanti come l’Italia e la Russia. In comune, Gian Carlo Artoni, esponente della gloriosa Officina parmigiana, e Vadim Fëdorovic Terëchin, poeta russo, hanno alcuni tratti stilistici e tematici e una data, quella di ieri, quando nella Sala Borri di Palazzo Giordani gremita di pubblico sono state presentate raccolte delle loro poesie. «Due atti di coraggio», come li ha definiti Luigi Alfieri, caporedattore della «Gazzetta di Parma», perché «oggi pubblicare poesia richiede coraggio». Il critico Giuseppe Marchetti, ha introdotto «Lo stesso dolore e altre poesie nel tempo» (1949-1966), opera omnia di Artoni a cura di Paolo Briganti (docente di letteratura italiana del nostro ateno, che ne ha letto con efficacia alcuni versi e che ha dichiarato: «Questa raccolta esce a pochi giorni dal novantunesimo compleanno di Artoni e a dieci anni dalla morte di Maurizio Schiaretti, con cui avevo cominciato a lavorare a questa idea: a lui dedico il libro») e con una nota di Luigi Alfieri, edita da Diabasis. «Il titolo ‘’1949-1966’’, dà già un’idea. – ha spiegato Marchetti – Il libro riassume non solo la vita poetica di Artoni ma un modo di scrivere, un modo di essere della poesia. Nel libro si trovano tutti gli strati della poesia italiana del Novecento. Lirismo, intensità, appassionata conoscenza del mondo, grandi amicizie sono rimasti come nucleo essenziale di questo modo di fare la poesia, che è un modo di parlare a se stessi, un modo di essere e di concepire la vita. Le date, in fondo, contano poco, perché è una poesia che il tempo non ha annullato».
«Siamo lieti e orgogliosi di pubblicare questo volume. – ha osservato Umberto Squarcia, vicepresidente di Diabasis – Come si sa, Diabasis oggi ha sede a Parma e si sta strutturando nel tessuto civile della nostra città ma è nata a Reggio, nell’88, per iniziativa di Alessandro Scansani e Giuliano Manfredi. Scansani sentiva l’affinità elettiva verso la realtà letteraria di Parma, conosceva le opere dei protagonisti dell’Officina parmigiana. Vorrei ricordare due poeti da noi pubblicati: Emilio Zucchi, nel 2001 con il suo ormai famoso ‘’Il pioppo genuflesso’’; e Italo Podestà, di cui nel 2004 è uscita l’opera omnia ‘’Lumen de lumine’’. Questa collana è l’approdo naturale dell’opera poetica di Artoni, sentiamo di avere assolto il nostro dovere verso un poeta cui la nostra cultura deve tanto». Il libro riporta anche alcuni elementi biografici del poeta, personaggio importante per Parma anche come avvocato e politico.
«Senti, il grillo intona / una canzone sulla lira da dietro alla stufa / Come se il mondo non fosse crudele, / Le parole e la musica sono eterne». Sono i primi versi di una delle poesie di Vadim Fëdorovic Terëchin, raccolte nel libro Secondo le leggi dell’autunno, Fermo Editore. A introdurre questo testo è stato Emilio Zucchi, poeta e redattore della pagina culturale della Gazzetta di Parma, che ha collaborato alla traduzione italiana: «Sono rimasto affascinato dall’afflato religioso, in senso non confessionale ma propriamente russo, quindi panteistico ed esistenziale, di queste liriche – ha spiegato Zucchi –. E’ una poesia parca di metafore, come di quella di Artoni, dal dettato lirico pacato, casto, di una solennità semplice, direi tolstoiana. Questo autore riesce a scrivere poesie di tensione etica e religiosa molto forte senza mai cadere nella retorica, rimanendo fedele alla lezione della sua terra, di Esenin e Pasternak soprattutto. Il sentimento della fraternità palpita anche nelle sue poesie di vita militare. Terëchin fa un uso magistrale della quartina e delle forme chiuse, come Artoni che mai ha rinunciato alle forme tradizionali, pur essendo modernissimo». «Come ‘’Il sole e la neve’’, scritto da Luigi Alfieri e da noi pubblicato è stato tradotto in russo, questo poeta russo meritava di essere conosciuto anche in terre lontane», ha osservato Fermo Tanzi, presidente di Fermo Editore. Se Artoni aveva chiuso fino a oggi il cassetto della poesia (l’ultimo testo risaliva appunto al 1966), ieri ha regalato al numeroso pubblico presente un nuovo testo, scritto pochi giorni prima e recitato con successo da Briganti. A chi lo sollecitava a tornare a pubblicare, ha risposto: «Non lo so, il tempo è poco, ma ho degli appunti...». Il presidente della Provincia, Vincenzo Bernazzoli (che ha ospitato l’incontro) ha dato una pergamena in segno di ringraziamento ai due poeti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

Intervista

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

2commenti

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Colorno, arriva la piena. "Via dai piani bassi delle case". Piazza allagata Video

emergenza

Colorno, arriva la piena. "Via dai piani bassi delle case". Piazza allagata Video 1-2

La sindaca: "State lontani dagli argini"

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

ospedale

Arresto cardiaco durante l’ora di ginnastica: 15enne salvato al Maggiore

1commento

maltempo

Emergenza elettricità: tante frazioni isolate nel parmense

1commento

ferrovia

Enza esondato: chiuse le linee Parma-Brescia e Parma-Suzzara

1commento

PIENA

Enza, a Casaltone il peggio è passato. "Ma restate lontano dagli argini" Foto

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

4commenti

Salsomaggiore

Maltempo, auto imprigionata con a bordo tre bimbi

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

17commenti

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

AVEVA 46 ANNI

Fidenza, stazione più triste senza Luca, il suo giornalaio

La storia

«Il mio viaggio da incubo sull'Intercitynotte»

San Prospero

«I lupi? Ci fanno più paura i ladri nelle case»

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

austria

Esplosione impianto di gas: interrotto il flusso tra Russia e Italia. Calenda: "Oggi stato d'emergenza"

sudafrica

Rissa in carcere, ferito Pistorius

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

4commenti

Sport USA

NBA, altro infortunio per Gallinari

SOCIETA'

fidenza

Coduro, 25 mici a rischio sfratto

Ministero

Farmaci più cari di notte: raddoppia il supplemento

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole