19°

Spettacoli

Sanremo: tocca a Conti

E Monaco scrisse: "E' l'uomo giusto per ripartire"

Sanremo: tocca a Conti
0

Momento di grazia per Carlo Conti che arriva a salire sul palco più ambito per un conduttore, quello di Sanremo, e per uno strano scherzo del destino proprio nell’anno in cui il paese è guidato da un altro toscano doc e dalla battuta pronta come lui, Matteo Renzi. A sciogliere la riserva il direttore di Rai1 Giancarlo Leone nel corso della presentazione del nuovo programma della rete ammiraglia '"Si può fare!".
"Due anni fa avevo detto in una conferenza stampa che avrei cominciato a pensare a Carlo Conti per Sanremo quando sarebbe stato meno presente all’Eredità. E ora il caso vuole che abbia lasciato il testimone a Fabrizio Frizzi, evidentemente non è un caso", sorride il direttore dell’ammiraglia Rai. E poi spiega più in dettaglio: "Ho parlato con Fabio Fazio nei giorni scorsi e lui ha ritenuto di non lavorare sul Festival di Sanremo 2015, ma di fare comunque altre cose. Avevo detto che la prima scelta sarebbe stato Conti ed infatti l’ho chiamato e sono certo che realizzeremo un bellissimo progetto", annuncia Leone, precisando naturalmente che mancano ancora i vari passaggi tecnici e formali. "Dobbiamo sentire ancora i vertici aziendali e tener presente anche l’appuntamento con la Sipra per la presentazione dei nuovi palinsesti. Il lavoro da fare è ancora tanto, ma sono molto fiducioso".

A Roma sembra che abbiano ascoltato gli auspici di Francesco Monaco (giornalista e capo della redazione spettacoli alla Gazzetta) che, durante la kermesse canora di quest'anno scrisse questo pezzo, invocando il nome del conduttore toscano come quello adatto a far ripartire la manifestazione.

Ecco l'articolo di Francesco Monaco:

Che Sanremo non sia più da tempo il Festival della canzone italiana è  un'ovvietà. Ogni anno, dopo una vigilia consumata tra polemiche annunciate e «casi» creati ad arte, si assiste a una liturgia sempre  uguale a se stessa, dove la lista degli invitati pesa più di quella dei  cantanti in gara e dove basta una farfalla tatuata al posto giusto per  far drizzare gli ascolti. Fiera del nazionalpopolare, sagra dei luoghi comuni (tutti che criticano, ma intanto tutti che guardano), ennesima anomalia di un'Italia incapace di sfruttare adeguatamente il suo patrimonio musicale, negli ultimi anni Sanremo è diventato sostanzialmente il Festival delle marchette Rai. Nelle cinque seratedellamanifestazione, infatti, la rete ammiraglia di viale Mazzini, non contenta di fare incetta di spot pubblicitari e  telepromozioni manco mandasse in onda il SuperBowl, approfitta del palcoscenico dell'Ariston per esporre i suoi prodotti a venire, dalla serie tv su Alberto Manzi con Claudio Santamaria (l'anno scorso toccò a Beppe Fiorello per  lanciare il «suo» Modugno) al prossimo show di Brignano,naturalmente su RaiUno. E se non sono funzionali alle autopromozioni della rete, gli ospiti equivalgono comunque ad altrettantispot, tipo Laetitia Casta, venuta sostanzialmente a far pubblicità al film con Fabio De Luigi in uscita giovedì.
Si dirà: meglio così che invitare attori strapagati che c'entrano come i cavoli a merenda (e magari pretendono l'elicottero per farsi trasportare in riviera direttamente da MonteCarlo), specie in questi anni di feroci polemiche sui compensi. Tutto vero (forse) ma l'autoreferenzialità ha un limite: e se questo vale per l'azienda, capace quest'anno di trasformare l'Ariston in un gerontocomio pur di celebrare i suoi primi 60 anni - senza offesa per artisti del calibro di Renzo Arbore, Franca Valeri o le gemelle Kessler, ma intanto Baudo non l'hanno invitato - vale ancor più per la coppia dei conduttori, mai come stavolta apparsa inadeguata al nuovo clima sociale instauratosi dopo le elezioni di un anno fa: il vero errore capitale di questa terrificante edizione (dove anche la griglia dei «big» è scesa a livelli imbarazzanti) è stata la conferma di Fazio e Littizzetto. Saranno anche bravi (benchè lui sia troppo «pretino» e lei troppo volgare), ma in quanto ad appeal televisivo, la verginità l'hanno persa da un pezzo: sono targati RaiTre e - magari non solo per questo motivo - a un sacco di gente stanno sul gozzo (o più giù, se preferite). Pensare di far diventare nazionalpopolare come «Don Matteo» un modello di tv come «Che tempo che fa» è una pia illusione in un Paese che si divide su tutto. E' andata bene una volta (ma se ricordate c'era chivoleva spostare il Festival dopo il voto di fine febbraio), poi
quest'anno l'Auditel ha presentato il conto, che è stato salato.

E allora, se di conti vogliamo parlare, mettiamoci una maiuscola e un nome davanti: Carlo. Se è vero che il Festival s'inizia a costruire dal conduttore, Conti è il nome giusto per ripartire, forse l'unico in grado di mettere d'accordo tutti. Perchè non abbia ancora avuto una chance resta un mistero, ma è volto Rai, gli ascolti li porta sempre a casa e conosce la musica (anche se, da buon ex dj radiofonico, con gusti fin troppo «orizzontali»). Altrimenti c'è sempre la strada alternativa: dopotutto chi l'ha detto che quando si tocca il fondo si può solo risalire? Si può anche chiudere la baracca per un po': è già successo negli anni Settanta che Sanremo non venisse trasmesso in tv, e se nostalgia del passato dev'essere, allora che comprenda anche quegli anni lì.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande bellezza dell'Oltretorrente: 17 film per un quartiere, i video dei ragazzi

CONCORSO

La grande bellezza dell'Oltretorrente: tutti i video dei ragazzi e le video-interviste

Lealtrenotizie

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

anteprima gazzetta

L'emergenza droga ancora in primo piano. E i lettori ci ringraziano

Da San Leonardo alle scuole nuovi episodi. Intervista all'assessore Casa

3commenti

VIA VOLTURNO

Ospedale, rispunta un parcheggiatore abusivo. Fermato un nigeriano

Identificate e sanzionate altre sette persone

7commenti

Incidente

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito, vettura distrutta

3commenti

Tg Parma

Il drammatico bollettino degli incidenti: da San Secondo a Parma Video

Due giovani donne investite in via Emilia Ovest e in via Traversetolo. Illeso un anziano dopo un terribile botto a Fontanellato

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Droga

San Leonardo ostaggio dei pusher: ecco come funziona "il rito"

21commenti

Gazzareporter

Vetri in frantumi: auto prese di mira nel parcheggio di via Palermo Foto

3commenti

tg parma

Giornate del Fai: 3 tappe per celebrare la storia parmense Video

Fiere di Parma

MecSpe, il cuore del salone è l'Industria 4.0

Controlli

Hashish e marijuana: sequestri di droga a scuola e nel parcheggio fra viale dei Mille e viale Vittoria Foto

Stupefacenti anche nel parco Falcone e Borsellino

4commenti

Viabilità

Il Comune: corsie per bus, traffico ridotto fra Lungoparma e ponte di Mezzo

Annunciati controlli della Municipale in via Farnese

1commento

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

3commenti

Tg Parma

Distretto Sud-Est, parte il progetto Staff per assistenza agli anziani Video

I FUNERALI

L'addio a Fadda. «Giovanni adesso è insieme a Dio»

Carcere

Pagliari interroga il Governo: "Serve un direttore a tempo pieno"

Il senatore replica alle accuse del sindaco

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

1commento

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

Medicina

La maggior parte dei tumori è dovuta al caso

Lutto

Addio a "monnezza": è morto il grande Tomas Milian Gallery Video

1commento

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

GAZZAREPORTER

Che bell'arcobaleno a Langhirano

SPORT

motogp

Qatar, prime libere: domina Vinales. Rossi solo nono

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery