Parma Fc

Manenti ottimista, ma i bonifici si fanno attendere

Manenti ottimista, ma i bonifici si fanno attendere
Ricevi gratis le news
39

Sono ore cruciali per il Parma calcio, con la scadenza degli stipendi e la spada di Damocle della possibile messa in mora, al di là delle parole e dei proclami dei tanti - troppi - presidenti crociati delle ultime settimane. A fine giornata la società parla di "fumata grigia": Manenti è ottimista ma i soldi ancora non si sono visti. Video TgParma 

MANENTI A RADIO PARMA: "SIAMO IN ATTESA ANCHE NOI. LE INTESE FRA BANCHE CI SONO". Il presidente del Parma Giampietro Manenti è intervenuto in diretta a "Palla in tribuna" su Radio Parma. «Siamo in attesa anche noi, aspettiamo l’ok definitivo, ma in linea di massima tutte le intese ci sono». «Tranquilli non si è mai, saremo tranquilli solo quando sarà fatta, ma stiamo attendendo tutti - ha detto il presidente a Radio Parma -. I tempi? Speriamo oggi, cambierebbe il mondo. L’ora limite è mezzanotte per i tesserati Figc, anche se non saranno pagati solo i tesserati, ma anche la parte che gestisce e che sta dietro questo sistema, ossia i dipendenti. Cosa dicono i giocatori? Oggi sono a riposo ma sono informati su tutti i passi che stiamo compiendo».
Al momento dell’arrivo del bonifico il Parma Fc, conferma il presidente, emetterà un comunicato dove «diremo che stiamo adempiendo agli impegni. Dopo però ci sarà ancora tanto da lavorare: questa è solo una delle tappe. Stiamo facendo da oggi un giro di tutti i fornitori, è una situazione particolarmente lunga». 

IN SERATA MANENTI "SUPER OTTIMISTA". Il TgParma riferisce che in serata il presidente Manenti si è detto "super ottimista" sulla possibilità di effettuare i bonifici per domani (martedì 17 febbraio) perché ormai resterebbero solo scogli tecnici da superare. Quanto all'eventualità che i giocatori mettano in mora la società, Manenti ha detto che non gli risulta, perché loro "sono professionisti seri".   

Il presidente: "Stiamo cercando di accelerare". Dopo che all’uscita del Centro Sportivo di Collecchio, verso le 15:45, il nuovo Presidente del Parma Giampietro Manenti sembrava ottimista sull'arrivo dei bonifici che servirebbero a pagare gli stipendi arretrati di giocatori e dipendenti, al suo ritorno alle 17:30 il patron crociato è sembrato più prudente. Se prima, infatti, alla domanda "Sono arrivati i soldi?" aveva fatto cenno di sì con la testa, al suo ritorno ha rilasciato dichiarazioni più caute: "Siamo fiduciosi, stiamo lavorando. Il problema sono i tempi tecnici, ma stiamo cercando di accelerare".

Ambulanza e automedica a Collecchio. Durante "Palla in tribuna" su RadioParma, il conduttore Giuseppe Milano ha dato la notizia dell'arrivo di un'ambulanza e un'automedica al centro sportivo di Collecchio. Si tratta di un collaboratore del Parma Fc colto da malore (ma non si tratta di un dirigente). La situazione sembra comunque sotto controllo.  



 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • andre

    16 Febbraio @ 23.49

    Manent bagolo'can'tzi etor.. Va a paja..scantanador

    Rispondi

  • Cosbe

    16 Febbraio @ 23.15

    @ enrico : anche l'ultima volta che siamo retrocessi c'erano i gufi che dicevano che non saremmo più tornati in A. Ci siamo tornati dopo un anno e ci siamo ancora oggi a distanza di 5 anni. Su là basta con sta storia delle grandi e delle piccole e degli interessi economici! Se i tifosi si rompono le scatole perché il calcio è marcio, crolla tutto il giochino di Lotito e company! Che poi chi l ha stabilito quali sono le grandi?! Genoa e Samp che sono state in B x anni? !

    Rispondi

  • enrico

    16 Febbraio @ 21.36

    Il problema signori è che non si tornerà mai più in A; godetevi, se ne avete la forza, questi ultimi incontri con le grandi dal vivo. Da settembre le guarderemo su Sky. A proposito non credo che Lotito abbia torto. Il calcio è ormai uno spettacolo, non uno sport, e come tale va considerato e venduto. Il Parma è da associare a Frosinone, Sassuolo, Carpi e via discorrendo. Cosa ci stia a fare ormai in prima serie non si sa. Neppure se avesse i soldi. Figuratevi da quando era evidente che un Presidente voleva uscire al più presto per non coinvolgere le proprie attività nel fallimento della società sportiva e ha trovato qualche quaquaraquà per coprirne la fuga.

    Rispondi

    • Mary

      16 Febbraio @ 22.31

      Parole al vento .......diritti tv uguali per tutti come in america poi vediamo chi sta in piedi o chi fa la fine del parma compreso le grandi ....... sfruttano pure l'immagine dei campioni per stare in piedi ...... lotito meglio che si dimetta dal mondo del calcio italiano .....già dalla situazione economica italiana siamo poveri tassazione alle stelle a differenza di altri paesi...... forza carpi non mollare

      Rispondi

  • Gio

    16 Febbraio @ 20.39

    Giorgio R.

    Qui non si vede arrivare nessuno men che meno il bonifico. Nemmeno gente in bicicletta con in mano delle carte. Si poteva e doveva fare diversamente e NON è ammissibile che la città in qualche modo sia presa in giro in questo modo.

    Rispondi

  • Lorenzo

    16 Febbraio @ 19.31

    Dalla D non credo la Fiorentina e il Napoli avevano cominciato dalla C per riconoscimento dei meriti sportivi. E comunque spero sempre di ricominciare dalla B.

    Rispondi

    • Gianni Cesari

      16 Febbraio @ 19.55

      giannicesari

      Il Lodo Petrucci è stato abolito il 27-05-2014, non esiste più questa scappatoia. Almeno su questo c'è certezza.

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Colorno, tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza"

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

1commento

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS