15°

28°

incendio

Folli e i rifiuti bruciati: "Situazione inaccettabile"

Folli  e i rifiuti bruciati: "Situazione inaccettabile"
Ricevi gratis le news
5

Oggi l'assessore all'ambiente Gabriele Folli ha pubblicato sul suo profilo Facebook questo post, a proposito dell'incendio di ieri nell'impianto Iren al Cornocchio:

Ieri pomeriggio sono intervenuto sul posto dopo che per la seconda volta nell'arco di 3 anni si è sviluppato un incendio nella sede Iren di Strada Baganzola, nella piazzola rifiuti ingombranti e speciali del Cornocchio. Vigili del Fuoco, Arpa e Polizia Municipale stanno verificando cause ed effetti di questo rogo ma è evidente che non possiamo accettare come normalità una situazione che si può ripetere altre volte se non si pongono i dovuti correttivi.

Ho chiesto alla Provincia che si convochi una conferenza dei servizi che imponga ad Iren una revisione delle procedure e modifiche strutturali dell'area che rendano più sicura una situazione che evidentemente così non è. Proporremo di imporre una copertura dell'area che impedisca l'esposizione diretta ai raggi solari dei rifiuti stoccati e pure una verifica dell'accessibilità del sito da parte di estranei. Quella che vedete nella foto è un'apertura nella recinzione che indubbiamente rende molto facile da parte di eventuali malintenzionati l'accesso all'area. Una nota a margine: spesso ci accusano di non essere presenti e di non intervenire su questioni fondamentali per la salute dei cittadini.

Un buon esempio di come a volte le informazioni non passano rispetto a quanto fatto ieri lo fornisce la Gazzetta di Parma che pur avendo ricevuto il mio resoconto di ieri a mezzo ufficio stampa, non pubblica una riga delle considerazioni fatte, al contrario invece di quanto altri quotidiani online hanno provveduto a diffondere. Chi si nutre di solo Gazzetta è evidente che si chiederà: ma il Comune cosa sta facendo? Meno male che contrariamente al passato quando i violini dell'informazione locale suonavano in coro esaltando le gesta di chi ha portato un Comune sull'orlo del collasso, ora anche altri canali d'informazione sono a disposizione dei cittadini che si vogliono fare un'opinione.

.......................................................

(g.b.) - Ho appena ricontrollato: ma alla redazione web - e allo stesso modo agli indirizzi mail della redazione della Gazzetta di Parma - non ci risultano commenti dell'assessore Folli inviati, dopo quello di venerdì in risposta a Legambiente. Aggiungo anzi di avere controllato la pagina FB dell'assessore ieri pomeriggio (quante volte non arrivano mail  e bisogna rincorrere i vostri facebook ! Da lì abbiamo preso ieri  la multa per pipì resa nota dal sindaco, da lì riprenderemo le panchine di via Cavour ecc. ecc........). Diciamo, per essere benevoli, che l'attuale giunta segue un sistema di comunicazione (e non ce ne vogliano i colleghi che se ne occupano e di cui stimiamo il lavoro) un po' "a zig zag", e non sempre facile da seguire.

Premesso questo, non ho motivi per dubitare che l'assessore ci volesse informare: quindi verificheremo insieme a lui se e dove la mail si è persa. Ma pensare che il nostro sito, su una notizia che teneva e tiene in apprensione un intero quartiere e migliaia di cittadini, volutamente possa nascondere le dichiarazioni dell'assessore all'ambiente (o di chiunque altro avesse parlato in nome della giunta) è surreale. Ed è facile da smentire proprio con l'articolo che state leggendo. Forse, accanto ai social (che però stavolta curiosamente la stessa giunta ha snobbato) occorrerebbe riscoprire prima la funzione di altri obsoleti mezzi come il telefono: "Ehi, gazzettadiparma.it, come mai mi avete 'censurato' ?"   Avremmo chiarito prima e meglio, risparmiando dietrologie senza fondamento ed evitando anche l'intervento di tanti professorini che già commentano sul FB dell'assessore il ruolo della Gazzetta. E che, dopo la pubblicazione di questo articolo dovrebbero magari rivedere il giudizio......

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gigio

    08 Giugno @ 11.13

    A prescindere dall'attacco di folli alla gazza, ma Vi rendete conto del contenuto del post dell'assessore? Ma è mai esistito, esiste o esisterà mai un momento in cui qualcuno dei pentastellati ammetterà una colpa o un errore proprio? Qui è colpa nell'ordine di iren, provincia, malintenzionati, gazzetta (mancano solo da colpevolizzare Vignali, Biancaneve e Peppa Pig). Le azioni preventive non esistono? Controllare prima per non dover risolvere problemi dopo? Organizzare? In due anni e mezzo quest'uomo cosa ha fatto e cosa fa? Parma non è Mexico City, è una città piccola, sempre con i suoi problemi, ma non una megalopoli. In tante grandi città italiane (es Milano) la situazione è migliore. A parte che una persona di normale intelligenza quale mi reputo tra la versione di folli e quella della gazza non ha dubbi per propendere per la seconda, mi sorge un dubbio: ma il comune non ha un addetto stampa? E costui, pagato dai cittadini, cosa fa tutto il giorno, considerando che la gazza è l'organo di informazione più importante per la città e la giunta? Nella mia azienda vige una regola: non dare per scontato che le mail vengano ricevute ed anche se ricevute che vengano lette e se anche lette comprese: dire "ma io ho mandato una mail" non scagiona da responsabilità. La giunta mi sembra provenire direttamente da una puntata di dilettanti allo sbaraglio.

    Rispondi

  • la rivolta di atlante

    07 Giugno @ 19.19

    la rivolta di atlante

    MA CI FACCIA IL PIACERE...ASSESSO' CA NISSIUNO E' FESSO !! LE PARTITE DI SCARICABARILE GIOCATEVELE TRA VOI . LA GAZZA E' DA DUE SECOLI E OLTRE CHE PUBBLICA NOTIZIE TUTTI I GIORNI E NON È CERTO UN QUOTIDIANO DI PARTITO ... COME VORRESTE TRASFORMARE IL WEB ... DI QUI SI VEDE LA SUA MALAFEDE CHE VERRÀ RIPAGATA AMPIAMENTE.LEI E' UN BIDONE POLITICO-SOCIALE NON RICICLABILE. COME DA ESITO REFERENDUM ..... MEZZO CHE VI PIACE SOLO QUANDO VI SERVE.

    Rispondi

  • Francesco

    07 Giugno @ 18.14

    A me sta succedendo la stessa cosa con una mail che mi dicono di aver mandato ma che non mi risulta arrivata....sono andato di persona a chiedere le info che mi interessavano.....a volte fidarsi delle sole mail non è una buona idea soprattutto in una situazione come questa che in altri paesi avrebbe prodotto una conferenza stampa in diretta tv.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    07 Giugno @ 18.13

    SONO CIARLATANI PROFESSIONISTI ! Ma fin da prima delle elezioni comunali li avevamo smascherati come tali per tutte le colossali frottole che diffondevano sull' inceneritore , ma nelle quali i boccaloni parmigiani sono cascati votandoli . LA "STAMPA ALTERNATIVA" CHE L' ASSESSORE FOLLI INVOCA , in un primo momento li sosteneva , ma da diversi mesi , ormai , di questa Giunta ne sta dicendo di tutti i colori ! Basta fare una capatina in edicola per vedere ! O Folli raccoglie solo le figurine di Don Chisciotte e Sancho Panza ? UN FATTO E' CERTO : I ROGHI DI RIFIUTI SPECIALI AL CORNOCCHIO SONO MOLTO PIU' INQUINANTI E CANCEROGENI DELL' INCENERITORE DI UGOZZOLO , ma , come i compari di Pisa , Folli finge di beccarsi con IREN di giorno , e poi ci è culo e pattaglia di notte ! Non esce neanche di casa senza farsi scortare da loro ! DOMANI , 8 GIUGNO , RICOMINCIA LA PEGGIOR DEVASTAZIONE CHE PARMA ABBIA SUBITO NEL DOPOGUERRA , dopo quella subita l' anno scorso da via Trento , che , comunque , non è del tutto al sicuro neanche quest' anno . LA GIUNTA DI FOLLI NE E' PRIMA CORRESPONSABILE , perchè , senza il suo permesso , IREN non potrebbe toccare neanche un sassolino !

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Il caffè? Lo pago con la carta

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

CALCIO

D'Aversa si racconta

OSPEDALE

Il Maggiore: «Sostituiremo al più presto le sonde rubate»

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

1commento

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

incendio

Doppio focolaio a Panocchia: notte di fiamme e lavoro

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

VIABILITA'

Domenica di controesodo. Code a tratti tra Parma e Fiorenzuola Tempo reale

appennino

Cade lungo un sentiero sul Ventasso, soccorsa 59enne

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti