10°

manifestazione

Inceneritore, oggi corteo. "Ma chi è che dorme davvero?"

Continuano le polemiche. Pd a gamba tesa contro Pizzarotti: video Tg Parma

Inceneritore di Ugozzolo

Inceneritore di Ugozzolo

Ricevi gratis le news
8

Il "Nessun dorma" si leverà oggi alle 18 in piazzale Santa Croce. E' allora che si scoprirà quanto «Parma chiama Italia» sul tema degli inceneritori. La manifestazione contro l'ampliamento dell'inceneritore di Ugozzolo e contro l'articolo 35 dello Sblocca Italia, quello che porterebbe a bruciare rifiuti da tutta Italia, vedrà sfilare Comune di Parma, M5s Parma, Comuni Virtuosi, Legambiente, l'Associazione Gestione Corretta Rifiuti, Salviamo il Paesaggio e Slow Food, Mamme no inceneritore ed altre associazioni. E arriva all'indomani del via libera della Regione (leggi), in un accordo con Iren, ai rifiuti da Reggio Emilia e Piacenza e - in emergenze limitate - da fuori Emilia Romagna.

L'appello lanciato dalla maggioranza 5 Stelle ai colleghi di tutta Italia dovrebbe portare qui diversi parlamentari e un paio di europarlamentari, ma è incognita su Beppe Grillo e il Direttorio. Di certo, il blog ufficiale non dà traccia della manifestazione.

E intanto a Parma continuano le polemiche. Sul "Nessun dorma" e "su chi dorma veramente" si è interrogata l'associazione Millecolori, che in una nota accusa proprio la Giunta Pizzarotti di tre "pisoli": sullo schema A7, di cui ha parlato la Gazzetta di Parma, sul ritardo nella richiesta degli oneri di urbanizzazione e sulla questione dell'agibilità dell'impianto.

Ecco la nota integrale.

"Sabato contro l’inceneritore si terrà la manifestazione “Nessun dorma!!!”.
Noi troviamo del tutto ridicolo che questo sia lo slogan lanciato dal Sindaco Pizzarotti (da noi da tempo definito “pisolo ridens”) e dall’Assessore Folli proprio considerando i loro superpisoli sul tema inceneritore, tra i quali:
1) il non spiegato “pisolo” sullo schema A7 che, per contratto, IREN avrebbe dovuto realizzare prima dell’avvio dell’inceneritore. Il Comune di Parma, per l’appunto, ha invece dormito (se per dolo o per colpa non stà a noi dire…anche se abbiano le nostre opinioni al riguardo) non chiedendo ad IREN il rispetto di quell’obbligo contrattuale che IREN aveva assunto anche nei confronti del Comune di Parma (contratto del 30/10/2008);
2) il non spiegato “pisolo” al fine della concreta riscossione degli oneri di urbanizzazione. Il Comune infatti si è svegliato solo dopo essere stato bacchettato dall’Autorità Anticorruzione (delib. n. 14 del 4/2/2015 dell’Autorità);
3) il protratto “pisolo” sulla questione agibilità dell’impianto. Infatti il Comune, dopo aver indetto le conferenze dei servizi per la verifica dell’agibilità provvisoria, è stato colpito da un sonno lungo e profondo, facendo in modo che l’agibilità provvisoria divenisse definitiva (art. 22 L. reg. n. 31/2002).
Pisoli dolosi o colposi?
Noi siamo convinti che si tratti di 3 pisoli talmente eclatanti che ben possono indurre a pensare che mentre si urlava e si urla ai 4 venti contro l’inceneritore in realtà vi sia stato e vi sia un non dichiarato accordo con IREN del tipo: “io urlo contro l’inceneritore, tu però fai quello che vuoi tanto io darò la colpa agli altri e, in cambio, tu mi farai fare bella figura con la differenziata (che poi, così come organizzata, bella figura proprio non è!!!!)!!!
Non riteniamo invece che nell’accordo siano rientrate anche le poltrone per Bagnacani e Rossi, ovvero gli incarichi a Rossi (rimborsi voli aerei inclusi).
Siamo d’accordo…nessun dorma!!!
Nessuno dorma e guardi attentamente i fatti veri e reali che sono ben diversi dalle favole di capitan Pizza."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • fortunato

    11 Luglio @ 18.01

    questa amministrazione non ha polso e perciò tutti a casa, è meglio per tutti, basta con le balle.

    Rispondi

  • Patrizia

    11 Luglio @ 14.02

    Noi AMICI di Beppe Grillo di Parma e provincia sono anni che sosteniamo che Pizzarotti, riguardo alla questione Iren, fa come Renzi al governo: parole parole e niente fatti. A cominciare dalla mozione di Vagnozzi presentata con le proposte (oscene ed inaccettabili per un vero 5 STELLE) poi ritirata che è del tutto sovrapponibile alla decisione adottata dalla RER. ANCHE L'anno scorso la campagna di questa amministrazione più PDina che grillina se ne usciva con la proposta di chiudere tutti gli inceneritori tranne due (Parma e Forlì) ovviamente. Quindi ci troviamo in piena sintonia con quanto più sopra esposto e ci rammarichiamo perché, ancora una volta, la cittadinanza sia manipolata con affermazioni demagogiche e giuste ma a cui NON SEGUONO FATTI.

    Rispondi

  • la rivolta di atlante

    11 Luglio @ 14.02

    la rivolta di atlante

    IL POPOLO VUOLE DECISIONE E NON CONTINUA DISCUSSIONE .... STERILE E IMPRODUTTIVA. IL RISULTATO E' UNA CITTA' PIENA DI RIFIUTI , MOSCHE , TOPI E DISAGIO AMBIENTALE. E' QUESTO IL FUTURO ? .......... TENETEVELO. CI VEDIAMO ALLE PROSSIME ELEZIONI ........ SPARIRETE , COME E' GIUSTO CHE SIA !!! FOLLI HAI UCCISO UN MOVIMENTO INTERESSANTE SULL'ALTARE DELLE TUE CONVINZIONI. PIZZAROTTI , TI CHIEDERAI , PER TUTTA LA VITA, COME SAREBBE STATO SE ........ L'AVESSI LICENZIATO PER ECCESSO DI PROTAGONISMO. GESTIONE CORRETTA RIFIUTI ... SARETE RITENUTI COLPEVOLI DI OSCURANTISMO MEDIOEVALE . INIZIA LA CAMPAGNA DELLE PROSSIME ELEZIONI E I BOOKMAKERS SANNO GIA' CHE NON SARETE I VINCITORI ...... OGGI POMERIGGIO ORE 18,00 FUNERALE DEL M5S A PARMA. AMEN.

    Rispondi

  • Roberto

    11 Luglio @ 13.16

    un grazie alla regione (unitamente alle leggi promulgate del governo renzi) se da oggi si potranno bruciare i rifiuti che provengono da fuori Parma. Questo è il regalo del PD.

    Rispondi

  • Davide

    11 Luglio @ 11.48

    Dipende da che parte si guarda...i 5 stelle si erano impegnati a farlo chiudere e quindi sembrerebbe che dormano....dall'altra parte se non ci fossero stati i 5 stelle a quest'ora l'inceneritore lavorerebbe a pieno regime, avrebbe già aumentato tonnellaggio dei rifiuti da poter bruciare e starebbe bruciando i rifiuti di tutt' Italia...ricordiamo che è gestito da una SPA che fa dell'utile la sua missione e quindi più brucia più guadagna e senza i 5 stelle avrebbe avuto strada spianata. Poi c'è un dato inconfutabile l'Europa ha già deciso che entro tot anni gli inceneritori andranno spenti a favore di una raccolta differenziata spinta...poi ognuno faccia i suoi conti.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé

STATI UNITI

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé Foto

La Royal Mail ha preparato i francobolli dedicati al Trono di spade

filatelia

Royal Mail, francobolli dedicati al Trono di spade

Rotonde, piste ciclabili ma non solo:

GAZZAFUN

Rotonde, piste ciclabili ma non solo: ecco i quiz per la patente

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopriamo le 9 donne dell'isola: Eva Henger

L'INDISCRETO

Scopriamo le 9 donne dell'isola

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

Emergenza

Maleducazione, inciviltà e bullismo: quei ragazzini che invadono il centro

10commenti

BOLOGNA

Grano duro, firmato l'accordo fra Barilla e i produttori: 120mila tonnellate in Emilia-Romagna

1commento

nel pomeriggio

Momenti di paura e tensione in via Duca Alessandro Video

anteprima gazzetta

Inchiesta sulle nomine al Maggiore, il punto della situazione Video

ragazzola

Più controlli sul ponte Verdi, ma c'è chi chiede l'intervento della magistratura Video

CARABINIERI

Furti a Monticelli e nel Reggiano: due arrestati, sequestrata una pistola

I due stranieri sono accusati di numerosi furti e di ricettazione 

LUTTO

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

Paola Scaravonati è stata stroncata da un malore

GUIDA

Gambero Rosso dà i voti alle gelaterie: vince l'Emilia-Romagna, anche grazie a Parma

"Tre coni" anche a Ciacco e Sanelli di Salsomaggiore. A Treviso il cioccolato migliore

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

gazzareporter

Piazzale Buonarroti, un salotto o una discarica?

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

INTERVISTA

Il prefetto: "Migranti, a Parma numeri destinati a calare" Video

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani tra i candidati supplenti. Capofila in Toscana 2 un giovane universitario della Scuola europea di Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Un anno di Trump, il presidente che divide

di Marco Magnani

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Abusivo caricava ragazze davanti alle disco e le violentava Il video che lo incastra

orrore a BANGKOK

Italiano ucciso e bruciato in Thailandia, caccia alla ex e all'amante

SPORT

Norvegia

Stella della pallamano: “Colleghi hanno diffuso mie foto intime”

lutto

Addio a Franco Costa, volto mitico di 90° minuto. Celebri le interviste all'avvocato Agnelli

SOCIETA'

hi tech

L'iPhone X vende poco, Apple potrebbe "pensionarlo"

hi tech

Amazon apre supermercato 4.0: è senza casse

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

RESTYLING

La Mini rifà il trucco a 3porte, 5porte e cabrio Video