stranieri

I migranti ripuliranno il greto del Baganza

I migranti ripuliranno il greto del Baganza
8

I profughi accolti a Parma saranno impiegati nella pulizia del greto del Baganza o in altri piccoli lavori manuali. Non ci sono ancora date o numeri esatti sulle persone che saranno coinvolte, così come manca una vera e propria convenzione, che però dovrebbe arrivare, almeno stando alle intenzioni, entro la fine dell’estate. Eppure,Comune e Prefettura di Parma hanno da poco sottoscritto un protocollo d’intesa proprio con questo obiettivo: impiegare in lavori socialmente utili i profughi accolti nel territorio. Ad annunciarlo è l’assessore al Welfare Laura Rossi, la quale, inoltre, punta ad ampliare il ventaglio di iniziative con le stesse finalità. «Mi piace pensare in grande» si lascia scappare la responsabile alle politiche sociali della giunta Pizzarotti, che tramite «Mi impegno a Parma», programma di cittadinanza attiva nato dalla sinergia tra l’ente e Forum Solidarietà ufficialmente a fine 2013, ma partito in modo concreto soltanto nei mesi successivi, avrebbe tutte le intenzioni di superare quegli inghippi burocratici che finora non hanno reso possibili maggiori progetti rivolti adimmigrati pronti a «sporcarsi le mani» in cambio di ospitalità. Proprio come un gruppo di 22 ragazzi provenienti principalmente da Senegal, Guinea e Gambia, accolti dalla San Cristoforo Onlus dell’instancabile don Umberto Cocconi, che a fine settembre 2014 avevano incontrato l’assessore per offrirsi volontari a pulire qualche parco della città o per altri lavoretti manuali, pur di contraccambiare l’accoglienza dei parmigiani. Avrebbero dovuto trovare questi impieghi, con tanto di copertura assicurativa, proprio tramite «Mi impegno a Parma», ma dopo quasi un anno non se n’è mai fatto nulla. La colpa? Ancora una volta della burocrazia. «Non è facile compiere azioni di questo genere: quando si parla di lavori manuali ci sono delle responsabilità che non tutti si vogliono assumere, anche giustamente. Ma noi andremo avanti - confida ancora l’assessore -: personalmente credo molto nel progetto “Mi impegno a Parma”, così come ci crede l’amministrazione e il movimento. E poi, dopo due anni abbiamo trovato la formula giusta per bypassare ogni genere di problema, cioè tramite l’affidamento a delle associazioni, e stiamo lavorando ad un nuovo regolamento per affidare tramite questo progetto anche lavoretti di manutenzione di verde pubblico o delle scuole, i più richiesti da chi vuole partecipare». «Mi impegno a Parma», infatti, finora ha visto l’adesione di 51 volontari («Un numero che ci soddisfa e che conferma la nostra intuizione positiva, anche se si può sempre migliorare»), in ambiti che comprendono il volontariato in biblioteche, scuole per l’infanzia, archivi e servizi sociali, animazione per bambini, laboratorio compiti e vigilanza negli attraversamenti pedonali davanti alle scuole. A breve, inoltre, altre 20 persone (ma i colloqui fatti in totale sarebbero oltre 200) saranno coinvolte in tre nuovi progetti: aiuto al centro per disabili di via Casaburi, animazione e aiuto pasti in Asp e monitoraggio di atti vandalici, come scritte sui muri, con conseguente pulizia. Ma molti, come detto, in tanti si sono proposti per aiutare in scuole e parchi pubblici e adesso sono ancora in attesa di novità. «Nonostante gli ostacoli burocratici - conclude la Rossi - con caparbietà ed entusiasmo, “Mi impegno a Parma” continuerà anche in futuro». Ma senza nuovi finanziamenti: fino a questo momento, il Comune ha infatti approvato per il progetto, tramite due delibere, un fondo complessivo di poco superiore a 35 mila euro. E non avendo ancora speso tutte le cifre stanziate, per il momento, non sono previsti ulteriori investimenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Parmigiano

    20 Luglio @ 13.03

    Scusate, ma se hanno deciso di prenderci per deficienti e tali ci considerano perché volete mettervi di traverso? Avranno o no diritto i nostri politici, locali e nazionali, di considerarci cretini? La libertà di pensiero vale per tutti. Poi, magari, col tempo, gli faremo capire che proprio scemi del tutto non siamo, che a volte, raramente, ma accade ci sembra che non siamo proprio verità quelle che ci raccontano e, come per tutte le cose, il tempo galantuomo li convincerà a parlare più seriamente e onestamente con noi. Magari ci toccherà fare qualche rivolta, metterne qualcuno nella pece con le piume e tirare qualche scatolone di uova marce ma alla fine il rapporto sarà salvato.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    20 Luglio @ 12.28

    ED ORA VEDRASSI DI NOSTRA NOBILITADE !

    Rispondi

  • Oberto

    20 Luglio @ 10.06

    a parte che gli uomini della forestale e guardie ecologico-provinciali varie cosa ci stanno a fare? se c'è bisogno di ripulire il greto del fiume ci devono andare loro. Per il resto voglio proprio vedere anche questa!

    Rispondi

  • xxl

    19 Luglio @ 23.31

    nilus75

    Ok. Ho un amico disoccupato che non sa di cosa campare, mi dice che per vitto, alloggio, wifi, paghetta (rinuncia alle sigarette dato che non fuma) viene anche lui a pulire il Baganza. Razzismo al contrario, allo stato non glie ne frega nulla dell'italiano affamato!

    Rispondi

  • annamaria

    19 Luglio @ 23.23

    Chiedo scusa per la mia ignoranza, ma per cosa vengono usati 35.000 mila euro se si parla di volontariato?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La mischia che salva l'ambulanza

Sport

Rugby: tutti in mischia per... l'ambulanza Video

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Guida ai ristoranti 2017

NOSTRE INIZIATIVE

Guida ai ristoranti 2017: ecco le novità

Lealtrenotizie

Parma Calcio

parma calcio

Nuovo ds, tramonta Vagnati e rispunta Faggiano

4commenti

martorano

Incornato da un toro: grave allevatore

tg parma

Travolto a Lemignano: Mihai Ciju resta gravissimo Video

tg parma

Università, aumentano gli iscritti: +12,7% Video

comune

Piano neve: oltre un milione e mezzo di euro e 225 mezzi pronti a partire

All'opera 110 tecnici e spalatori

tribunale

Sparò all'amico in via Europa: condannato a 6 anni

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

27commenti

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

3commenti

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Cassazione

Omicidio Guarino, le motivazioni dell'ergastolo

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

ACCADEMIA

Maria Luigia e la fucina delle arti

fiere

Cibus “Connect”: ecco come sarà

Delineato il programma della nuova fiera che si terrà a Parma dal 12 al 13 aprile

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

ITALIA/MONDO

torino

Sale sulle scale mobili della metro. Ma col Suv Foto

napoli

Stava per essere buttato nella spazzatura: neonato salvato

SOCIETA'

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

SPORT

Calciomercato

Vagnati, la Spal spaventa il Parma

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

CURIOSITA'

viaggi

Madrid coi bambini: 8 buone ragioni per partire Foto

tg parma

All'Annunziata 40 presepi in mostra da tutta Italia Video