15°

29°

accordo vicino

I rifiuti da Genova? Parma è salva. Tocca a Piacenza

Il termovalorizzatore di Parma

L'inceneritore di Parma

Ricevi gratis le news
0

Guarda il servizio del Tg Parma

La Regione Liguria è vicina all’accordo per smaltire 200 tonnellate al giorno di rifiuti dell’area metropolitana di Genova in Emilia Romagna nel termovalorizzatore di Piacenza per un periodo limitato dai 70 ai 90 giorni e a parità di costo dell’impianto piemontese in cui sono stati portati fino a pochi giorni fa (circa 100-120 euro a tonnellata). Entro oggi pomeriggio dovrebbe essere siglata l'intesa tra le due Regioni per affrontare l’emergenza del conferimento dei rifiuti genovesi dopo la chiusura della discarica di Scarpino. Lo spiega l’assessore al Ciclo dei rifiuti della Regione Liguria Giacomo Giampedrone a Genova a margine dei lavori del consiglio regionale.
«E' una fase ancora di trattativa con l’Emilia, quindi non ci sbilanciamo troppo, una fase ben avviata, c'è la disponibilità dell’Emilia Romagna a ragionare - spiega - La situazione si è venuta a creare a seguito del blocco delle autorizzazioni nell’impianto di smaltimento in Piemonte che accoglieva i rifiuti genovesi fino a pochi giorni fa e che li riaccoglierà appena sciolto il nodo dell’autorizzazione ambientale».
«Ora l’Emilia, poi il ritorno in Piemonte, ma a lungo termine bisognerà trovare nuove soluzioni, - sottolinea - la Liguria non smaltisce quasi nulla in casa, non ha grandi discariche disponibili, la politica che ereditiamo è fallimentare. Speriamo di avere tre-quattro mesi di tempo per lavorare bene, poi toccherà alla Giunta Toti fare le scelte che oggi non ci sono».
«Le soluzioni possono essere tante: - continua Giampedrone - impianti di termo-valorizzazione, di trattamento o accordi a lungo termine con altre Regioni. La qualità del rifiuto ligure deve aumentare, il dato che presenteremo oggi in Giunta è allarmante: la Liguria non si schioda dal 32% di raccolta differenziata, addirittura Genova retrocede di un punto e mezzo percentuale e i Comuni liguri sopra il 60% si contano sulla punta di una mano, dobbiamo rilanciare la raccolta differenziata».
«C'è una normativa europea che impone la possibilità di costruire nuovi termo-valorizzatori solo quando tutti gli impianti esistenti in Italia sono a regime, - aggiunge - alcuni studi dicono che gli impianti oggi esistenti basterebbero per coprire tutti i rifiuti prodotti nel nostro Paese, credo che la strada principale che andremo a percorrere sarà quella degli impianti di trattamento dell’organico, ne apriremo uno a fine ottobre a Savona, ci consentiranno di abbattere del 60% il nostro monte rifiuti».
Con la scelta di Piacenza i rifiuti genovesi nei prossimi due-tre mesi non passerebbero così dall’inceneritore di Parma per scongiurare l’ostruzionismo del M5S, secondo alcune voci raccolte a margine del consiglio regionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Nada con A toys orchestra

musica

Nada a Parma con A toys orchestra

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

2commenti

rapina

Piazza Garibaldi, ore 21: rapina con il coltello

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

1commento

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile» Foto

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

Il racconto dagli Usa

I parmigiani cacciatori di eclissi

Fidenza

Basket, Azzoni: «Saremo la Fulgor per Fidenza»

Impresa

Greta, un bronzo che vale come un oro

Felegara

E' morta Gianna, la regina dei tortelli

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

10commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

2commenti

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

18commenti

METEO

Arriva una nuova ondata di caldo africano

Già finita tregua, da mercoledì temperature tornano sopra media

1commento

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

1commento

bellezze

Miss Italia: il popolo del web fa volare Anna Maria alle prefinali di Jesolo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

usa

Scontro fra treni a Filadelfia, 33 feriti

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga

SPORT

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

SOCIETA'

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

Usa

Quando la "diva" Luna oscura totalmente il sole  Foto

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti