15°

28°

baganza

Per il 2016 finanziamenti per la cassa d'espansione

L'alluvione del 13 ottobre 2014: le acque del torrente Baganza distruggono il ponte della Navetta a Parma

L'alluvione del 13 ottobre 2014 distrugge il ponte della Navetta

Ricevi gratis le news
2

La cassa di espansione sul Baganza è una delle opere previste per il 2016 dal piano ItaliaSicura presentato dal Governo. Il piano preverde nel complesso interventi per 1.303 milioni. I primi 650 sono già stanaziati dal Cipe per quest'anno e verranno destinati a opere immediatamente cantierabili in città metropolitane. Gli altri 650 milioni sono previsti per l'anno prossimo. E fra questi sono inseriti i 55 milioni necessari per la realizzazione della nuova cassa di espansione del Baganza, per la quale per ora esiste solo un progetto preliminare.

Cassa d'espansione sul Baganza nel piano ItaliaSicura: guarda il video

Il piano nazionale contro il dissesto idrogeologico

Il piano nazionale contro il dissesto idrogeologico assegna all’Emilia-Romagna oltre 100 milioni di euro per lavori di prevenzione per le alluvioni sulla costa (dove sarà realizzato un imponente ripascimento), per la pianura di Ravenna, l’area metropolitana di Bologna, e Parma. Lo sottolinea la Regione, precisando che in Emilia-Romagna i primi cantieri già finanziati sono il tratto della costa che va da Ferrara a Rimini (che avrà subito l’intero finanziamento, 18,5 milioni, più 1,5 milioni di fondi regionali già disponibili) e il Bolognese (quest’anno 8,8 milioni sui 24,3 totali).
Dunque, inizieranno subito lavori per oltre 28,8 mln. Gli interventi a Parma partiranno il prossimo anno (55 milioni di risorse statali), insieme al completamento delle casse di espansione del Senio (8,5 milioni). Sempre nel 2016, sarà attivata anche la seconda parte di cantieri per Bologna (15,5 milioni). In tutto, nel prossimo anno, 79 milioni di euro. Nel Piano nazionale, settennale, rientrano già tutte le richieste a suo tempo avanzate dalla Regione per la difesa della città metropolitana di Bologna e per le altre aree urbane critiche.
«E' una notizia straordinaria - sottolinea il presidente della Regione, Stefano Bonaccini - che va nella direzione da noi auspicata, ovvero passare dall’emergenza alla prevenzione nella cura e nella difesa del territorio e della costa, obiettivo prioritario del nostro mandato. Con il piano varato oggi il Governo ha accolto tutte le richieste dell’Emilia-Romagna, mettendo a disposizione risorse importanti e consentendoci di realizzare interventi strategici per la sicurezza dei cittadini e delle imprese».
«Subito dopo l’estate - annuncia l’assessore alla Sicurezza territoriale, Paola Gazzolo - sigleremo con il Ministero dell’Ambiente e Italia Sicura l’Accordo per tutti i 100 milioni, in modo da avviare la prima fase di cantieri entro la fine del 2015. Il nostro impegno, però, non termina qui: il prossimo step, come sottolineato anche dal ministro Galletti, sarà un piano per le frane che dia risposta anche alle criticità della montagna».

Il comunicato del Pd 

Nel 2016 prenderanno il via i lavori di realizzazione della cassa di espansione sul torrente Baganza, grazie a 55 milioni di euro che la Regione Emilia Romagna ha ottenuto dal Governo nell’ambito del piano ItaliaSicura. Complessivamente, i finanziamenti destinati al territorio regionale, sono un totale di oltre 100 milioni; si tratta della prima tranche di interventi, immediatamente cantierabili, previsti nel Piano nazionale settennale contro il dissesto idrogeologico.
CARDINALI, IOTTI, LORI: “OTTIMA NOTIZIA” - A sottolineare l'importanza di questo intervento per tutto il territorio parmigiano sono i tre consiglieri regionali del Partito democratico eletti a Parma: Alessandro Cardinali, Massimo Iotti e Barbara lori. “Si tratta di una notizia decisiva – dicono – per garantire la sicurezza dei cittadini e evitare che capiti di nuovo quello che è successo poco tempo fa sia in città che in provincia”. Da parte dei rappresentanti democratici arriva anche un grande grazie a chi è riuscito a portare a casa questo risultato. “Vogliamo sottolineare – spiegano – il grande impegno da parte del presidente Stefano Bonaccini e di tutta la giunta, in particolare dell'assessore alla Sicurezza Territoriale Paola Gazzolo, che sono riusciti ad ottenere un risultato straordinario e dire un grazie anche al Governo che ha capito l'importanza di questa opera che faremo di tutto per completare nei tempi stabiliti”.
Ai ringraziamenti dei consiglieri regionali si uniscono anche quelli della segreteria provinciale di Parma e del capogruppo in consiglio comunale Nicola Dall'Olio. “A nome di tutti i parmensi – dice il segretario provinciale Gianpaolo Serpagli – ci tengo a dare risalto all'importante lavoro della Regione che è riuscita in temi rapidi a ottenere i finanziamenti per la messa in sicurezza di una parte importante del nostro territorio che negli ultimi anni ha avuto tante difficoltà dovute al mal tempo. Ci preme sottolineare anche il cambio di passo da parte del governo con un passaggio non scontato dall’emergenza alla prevenzione”.
Le dichiarazioni
Soddisfatta per il finanziamento ottenuto è Barbara Lori, anche in quanto ex sindaco di Felino, auspica che ai fondi per la cassa di espansione, importantissima per la messa in sicurezza della città e del Comune di Colorno, possano corrispondere anche interventi per i Comuni a monte. “Felino, Sala Baganza e Calestano, in particolare, hanno subito ingenti danni a seguito dell’alluvione di ottobre 2014 ed è per questo fondamentale che alla cassa di espansione siano abbinati anche interventi sul torrente Baganza lungo il tratto a monte della cassa”.
L'ex consigliere comunale Massimo Iotti ha voluto sottolineare come questo intervento metta in sicurezza anche la città. “La cassa di espansione – spiega – è importante per buona parte del nostro territorio a partire dalla collina passando per la città. Non dobbiamo dimenticare che solo pochi mesi fa una intera parte di Parma è stata messa in ginocchio a causa di una piena del torrente e che grazie a questo intervento questo non succederà più. Inoltre questo intervento riguarderà anche la bassa con Colorno che otterrà enormi vantaggi”.
Punta l'attenzione sulla tempistica l'ex sindaco di Tornolo, Alessandro Cardinali. “I cittadini – dice – hanno finalmente avuto una risposta in tempi molto rapidi ad un problema che si trascinava da anni. A breve buona parte del nostro territorio potrà vivere con più sicurezza e speranza grazie al lavoro della Regione e del Governo”.
Il progetto
Per la realizzazione della cassa di espansione sul Baganza il piano della Regione prevede il via dei lavori nel 2016, ma Aipo si è già messa al lavoro per sviluppare la progettazione con la partecipazione di tutti gli Enti locali coinvolti, con l’obiettivo di arrivare ad un progetto definitivo entro l’anno.
“Sono certa – spiega ancora Lori – che i tempi verranno rispettati e che si farà il massimo per garantire un minor impatto ambientale sul territorio vista anche la prossimità con importanti aree residenziali e produttive”. Dello stesso avviso anche Iotti, secondo cui “è fondamentale evitare il ripetersi di fatti come quelli dello scorso anno e quindi si deve intervenire in fretta e bene”.
Punta sulla salvaguardia dell'ambiente anche Cardinali. “Si deve scegliere il progetto migliore nel più breve tempo possibile – dice – senza dimenticare che il tutto deve essere compatibile con l'ambiente e con il territorio in cui si sta intervenendo”.

Bonaccini: "Una notizia straordinaria"

 Soddisfazione arriva anche dal presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. “E’ una notizia straordinaria - sottolinea - che va nella direzione da noi auspicata, ovvero passare dall’emergenza alla prevenzione nella cura e nella difesa del territorio e della costa, obiettivo prioritario del nostro mandato”. Contenta di quanto ottenuto anche l’assessore regionale alla Sicurezza territoriale Paola Gazzolo. “Subito dopo l’estate - ha spiegato - sigleremo con il Ministero dell’Ambiente e Italia Sicura l’Accordo per tutti i 100 milioni, in modo da avviare la prima fase di cantieri entro la fine del 2015”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

1commento

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

4commenti

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

8commenti

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

1commento

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

17commenti

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

1commento

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

francia

Auto contro due fermate dell'autobus a Marsiglia, un morto. "Pista psichiatrica"

dai video

Barcellona, ci sono le immagini del terrorista in fuga dopo strage

1commento

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti