-2°

'ndrangheta

Aemilia, 219 richieste di rinvio a giudizio

Aemilia, 219 richieste di rinvio a giudizio. C'è anche Bernini

L'operazione dei carabinieri 'Aemilia' contro la 'ndrangheta

Ricevi gratis le news
9


(ANSA) - BOLOGNA, 26 AGO - Sono state firmate dai Pm della Dda di Bologna le richieste di rinvio a giudizio per l’inchiesta 'Aemilia" contro la 'Ndrangheta. Le persone per cui è stato chiesto il processo sono 219. Rispetto agli avvisi di fine indagini di giugno sono state stralciate cinque posizioni, per un vizio di notifica e si pensa di poterle ricongiungere alle altre nell’udienza preliminare. L’udienza dovrà poi essere fissata dal Gup e quasi certamente si terrà a Bologna, in un padiglione della fiera.

 Le richieste sono firmate dai Pm Marco Mescolini, Beatrice Ronchi e Enrico Cieri, con il visto del procuratore aggiunto reggente, coordinatore della Dda, Massimiliano Serpi. Nell’atto inoltrato all’ufficio Gip non ci sarebbero modifiche sostanziali rispetto all’impostazione degli avvisi di fine indagine inviati a fine giugno.
L’inchiesta, che a gennaio aveva portato a 117 misure di custodia cautelare e aveva rappresentato il più importante colpo alla criminalità organizzata in Emilia-Romagna, aveva contestato a 54 persone l’associazione a delinquere di tipo mafioso. Si trattava di un sodalizio ritenuto legato alla Cosca Grande Aracri di Cutro (Crotone) operante dal 2004 e tuttora permanente, con epicentro a Reggio Emilia. E finalizzato ad acquisire direttamente o indirettamente la gestione e il controllo di attività economiche, anche nei lavori per il sisma del 2012, oltre che ad acquisire appalti pubblici e privati, ostacolare il libero esercizio del voto nel caso di elezioni dal 2007 al 2012 nelle province di Parma e Reggio Emilia.
I capi erano individuati in Nicolino Sarcone, Michele Bolognino, Alfonso Diletto, Francesco Lamanna, Antonio Gualtieri e Romolo Villirillo. Dell’associazione fanno parte, tra gli altri, come organizzatori, l’imprenditore Giuseppe Giglio, Gaetano Blasco e Antonio Valerio, questi ultimi intercettati mentre ridevano dopo le scosse di terremoto. Tra i partecipanti al sodalizio, Giuseppe Iaquinta, il padre dell’ex calciatore della Juventus e della nazionale Vincenzo, anche lui indagato per reati di armi. Confermate erano state le accuse di concorso esterno all’associazione per il consigliere comunale di Forza Italia a Reggio Emilia Giuseppe Pagliani, l’ex assessore Pdl del Comune di Parma Giovanni Paolo Bernini, il costruttore Augusto Bianchini, la consulente fiscale bolognese Roberta Tattini, il giornalista Marco Gibertini. Tra i prossimi imputati anche Nicolino Grande Aracri, ritenuto un boss della 'Ndrangheta, che non risponde, però, di associazione mafiosa. Tra gli accusati anche esponenti delle forze dell’ordine.
Dopo alcuni dubbi sulla possibilità di celebrare l’udienza preliminare a Bologna, per la mancanza di uno spazio adeguato a contenere circa 500 persone tra imputati e avvocati e allo stesso tempo garantire condizioni di sicurezza, sembra essere definitivamente decollata l’ipotesi di allestire l’aula bunker in un padiglione della Fiera. Il risultato è stato ottenuto grazie alla collaborazione tra il presidente del tribunale Francesco Scutellari, la Procura e l’impegno economico della Regione Emilia-Romagna.  ANSA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Carlo

    26 Agosto @ 22.36

    Sono sconcertato dal fatto che nessuno commenti questo ennesimo episodio che indica chiaramente come, in parte rilevante, l'economia italiana sia drogata dalla malavita o dalla corruzione. Tutti si sperticano in giudizi generici su circoli locali, buche nelle strade, clandestini portatori di morbi, servizi comunali carenti, ecc. e nessuno riesce a fare 2+2: se la situazione è tale va ricercata anche in ampie zone oscure che drogano l'economia in favore di lobbyies malavitose e che spesso necessitano di un "placet" politico. Cioè, in parole povere, se siamo messi male, non è un fatto contingente, ma un fatto strutturale. Incredibile, ripeto, che nessuno commenti questo articolo. Povera Italia, sempre in mano ai soliti coglioni che votano i loro pari più furbi...

    Rispondi

    • Michele E

      27 Agosto @ 08.12

      Hai pienamente ragione: se vai a vedere tutte le notizie di questo genere spariscono dalla prima pagina in 24 ore, ci sono pochissimi commenti tra cui il mio, con domande banalissime ma a cui nessuno sa rispondere, o al massimo ti dice che è "l'omerta dei parmigiani". Peccato che di parmigiani nei 219 ce ne siano ben pochi...

      Rispondi

      • 27 Agosto @ 09.09

        REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Solo una precisazione a scanso di equivoci: non tutte le notizie di questo genere, bensì TUTTE le notizie spariscono dalla prima pagina in 24 ore. Semmai, se ci sono aggiornamenti, una notizia compare anche il giorno successivo con altri titoli e altre informazioni.

        Rispondi

        • Michele E

          27 Agosto @ 09.54

          Scusate redazione ma mi sono espresso male: una notizia senza commenti è GIUSTO che sparisca, significa "Grazie Gazzetta ne abbiamo preso atto, avanti un'altra". Come è vero che, quando nella foto dell'articolo c'è una mezza natica femminile al vento, questo finisce tra i "più letti" del mese! Se un appunto posso farvi mi spiace solo che nelle sezioni in fondo, sempre in prima pagina, rimangano per giorni e giorni link a filmati del c... o foto di cani col cappello di Babbo Natale, ma ci sarà un motivo anche per questo, e lungi da me insegnarvi il vostro mestiere. Grazie

          Rispondi

        • lol

          27 Agosto @ 12.02

          Evidentemente i parmigiani preferiscono le mezze natiche, ed il parma calcio, proprio come l'italiano medio. E ti dirò che qualcuno è anche omertoso quando ho dovuto raccogliere le firme per fare un esposto. Se il fenomeno poi fosse stato puramente parmigiano non ci si sarebbe riferiti alla ndrangheta.

          Rispondi

        • Michele E

          27 Agosto @ 15.12

          Come al solito da te solo grandi verità, tipo che il parmigiano ha i gusti dell'italiano medio. Ti sei scordato di dire che qualche parmigiano è anche delinquente, ma se il fenomeno fosse stato puramente parmigiano non ce ne sarebbero 219 tutti insieme...

          Rispondi

        • 27 Agosto @ 11.23

          REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Parto dalla fine: se c'è una cosa che ci piace del web è proprio questo dialogo con i lettori, che è proficuo anche (e soprattutto) quando il lettore ci critica o semplicemente ha idee diverse dalle nostre. Sono d'accordo con lei (e ne stiamo discutendo anche fra noi ogni giorno) sul fatto che a volte nel web si eccede in informazioni "leggere". Ma lo sforzo che stiamo facendo è proprio quello di non sovrapporre quest'ultima alla parte seria, lasciando anche nell'home page una gerarchia 1) notizie serie 2) notizie "soft", che forse anche altri giornali più prestigiosi non sempre rispettano. Ma qui è l'oste che sta dicendo che il suo vino è buono: ben vengano, quindi, i vostri giudizi e - se le meritiamo - le vostre critiche. Grazie

          Rispondi

        • Michele E

          27 Agosto @ 16.29

          Redazione, il web "dei numeri" è leggero per definizione, lo testimoniamo i miliardi di follower di persone insignificanti al di là di ogni ragionevole dubbio. Voi dovete anche far quadrare il bilancio, siete divulgatori di notizie e non apostoli, il sito è gratuito quindi non vi si può rinfacciare niente. Forse potreste aggiungere anche alla parte "seria" le freccette di scorrimento a destra e sinistra, in modo da "allungare" la vita di qualche giorno alle notizie...

          Rispondi

        • 27 Agosto @ 17.50

          REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Stiamo studiando qualcosa: grazie a tutti voi per osservazioni e proposte

          Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

8commenti

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

correggio

Intervenne per sedare una lite e venne "pestato": 6 denunciati

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III è arrivata a Vicoforte Foto

SPORT

nuoto

Europei, bis d'oro dell'Italia: prima Dotto e poi Orsi

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

SOCIETA'

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260