-0°

12°

ledramp

Guillaume: a Parma tanti ricordi

E' morto nell'esplosione alla Belle Epoque. Lo strazio degli amici: «Una persona splendida»

Ucciso l'ex barista del Tonic
Ricevi gratis le news
0

C'era anche lui, in rue de Charonne venerdì sera. Un francese innamorato di Parma tanto da viverci per diversi anni e raccogliere intorno a sé tanti amici. C'era anche lui alla Belle Epoque, purtroppo. Ed è morto nell'esplosione per mano di terroristi.
Trentaquattro anni, Guillaume LeDramp originario della Normandia ma residente a Parigi lavorava in una brasserie, lontano dalla zona degli attentati. Ma l'altra sera probabilmente in una giornata di libertà aveva raggiunto degli amici sulla terrazza in rue de Charonne ed è rimasto ucciso dalla pioggia di fuoco.

La terribile notizia ci ha messo davvero poco ad arrivare a Parma, una città che Guillaume amava molto e dove questo bel ragazzo francese con una laurea in Lettere contava parecchi amici, per quel suo carattere socievole e generoso. Per la sua simpatia. Grazie al progetto Erasmus era arrivato nella nostra città nel 2004. Ma Guillaume non si accontentava delle lezioni universitarie: per almeno cinque anni ha lavorato al Tonic e contemporaneamente alla Cariparma e alla Polidoro Web. Un giovane benvoluto da molti, che dopo la notizia degli attentati hanno cominciato a cercare sul cellulare una sua risposta. Ma purtroppo a ogni squillo scattava sempre e solo la segreteria. Poi, qualcuno ha cominciato a diffondere la notizia che era rimasto ferito. «Finché è arrivato il terribile messaggio che Guillaume non c'era più, morto nell'esplosione in rue de Charonne - racconta Nicola Ampollini -. C'eravamo visti qualche settimana fa in Spagna da un amico in comune: erano le nostre vacanze. Una persona splendida. Che credeva fortemente nell'integrazione. Tant'è che aveva deciso di dare l'esame di stato per poter insegnare, magari in una scuola delle periferie di Parigi, dove ci sono stranieri di tante nazionalità. Una persona tollerante che puntava sul dialogo con le altre religioni. Per cui pensare alla sua morte fa ancora più arrabbiare».

Roberta Cecchin, vive a Parigi da giugno dello scorso anno. E' dipendente di Cariparma con contratto di espatrio a Parigi nella sede di Crédit Agricole dove è responsabile Marketing all’internazionale: «Venerdì sera mi ha salvata la stanchezza. Nonostante fosse venerdì sono stata a casa. Il quartiere dove tutto è successo è tra quelli che frequento di più e molto probabilmente sarei stata in una di quelle terrazze. Stavo leggendo per rilassarmi, televisione spenta, telefono con vibrazione e una tisana tra le mani». Poi, la guerra: «A uno a uno i vicini, gli amici, i colleghi rispondono. Quasi tutti tranne uno. Guillaume LeDramp, il mio ex coinquilino francese, che ha vissuto a Parma con me e lavorato per anni al Tonic - continua Roberta -. Il mio piccolo fratello francese. Alle 3 crollo addormentata e mi sveglio in una città diversa, immersa in un silenzio innaturale, 80 messaggi su whatsapp, 20 Sms, 70 notifiche su FB ma di Guillaume nessuna traccia. FB diventa come quei muri con le foto e i messaggi per i dispersi. Solo che a scrivere sono persone di tutto il mondo uniti dal dolore comune per gli amici che sono a Parigi. Sulla pagina FB di Guillaume si cominciano accumulare i messaggi di amici e della famiglia che cercano notizie. Un’amica che è a Instanbul e che ha avuto notizie dice che Guillaume ieri sera non era a lavorare al solito locale ma in rue de Charonne alla Belle Equipe, il suo numero che prima suonava libero in quel momento dava la segreteria. Sentivo un vuoto dentro ora un macigno sul cuore, la tristezza infinita che sentivo si trasforma in dolore. E’ tutto così surreale, essere a Parigi chiusa in casa non cambia la situazione rispetto a Yvonne l’altra nostra coinquilina di allora che è a Monaco di Baviera e che mi chiede notizie. Tutti che scrivono a me come se potessi sapere di più solo perché sono a Parigi. La guerra diventa reale non quando hai un attentato nella tua città ma quando tra le vittime c’è il ragionevole dubbio che ci sia qualcuno che ami. Purtroppo dopo poche ore il dubbio lascia spazio ad una realtà terribile. Guillaume, il mio dolce Guillaume è all’obitorio e non ci sono più notizie che si inseguono, solo i messaggi dei molti amici che increduli lo salutano. Conoscere una così terribile realtà da FB è agghiacciante. Quasi quanto pensare che una pallottola di "kalasmikof" si è portata via una parte della tua vita. Non so nemmeno se ho scritto bene kalasmikof, è una cosa talmente lontana da me che non so nemmeno come si scrive». E conclude Roberta: «Guillaume resterà nei cuori di tutti noi insieme al dolore immenso della sua mancanza e alla speranza che non si debba temere di perdere un amico solo perché semplicemente è nel posto sbagliato nel momento sbagliato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vasco Rossi nel 2018 sarà a giugno negli stadi

musica

Vasco Rossi torna negli stadi: appuntamento a giugno 2018

1commento

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per tour estivo

musica

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per il tour estivo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Incidente Corcagnano

Incidente

15enne investita a Corcagnano sulla Massese è in gravi condizioni

1commento

protezione civile

L'Enza fa paura: il ponte di Sorbolo resterà chiuso fino a domani (Paura a Vignale: il video)

5commenti

ordinanze

Ghiaccio, maltempo e zone in Appennino senza luce: ecco le scuole che resteranno chiuse

MALTEMPO

Ghiaccio (le foto) e black-out, Lucchi: "Berceto in ginocchio" Video: il Baganza fa paura

autostrada

Auto si capovolge in A1 a Campegine: conducente illeso Foto

squadra mobile

Vicofertile, quattro kg di droga in casa del pusher "impenitente" Video

3commenti

legambiente

La Brescia-Parma tra le peggiori linee ferroviarie d'Italia con la Circumvesuviana e l'Agrigento-Palermo

3commenti

ieri sera

Lupo investito da un'auto in via Emilio Lepido

28commenti

San Prospero

«La Vela» in stato di abbandono

4commenti

GAZZAFUN

Dagli ex alle coppe vinte: 10 quiz per sapere tutto del Parma

SENZATETTO

Il Natale lontano di chi vive sotto i ponti

1commento

tg parma

Guerra: "Per Fedez nessuna location bocciata. In settimana l'annuncio"

FORNOVO

Polemiche sull'albero di Natale

1commento

SALSO

Ancora furti: due case messe a soqquadro

1commento

sos animali

Sospetto avvelenamento di un cane in Cittadella

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Berlusconi ritorna: non farà da spettatore

di Stefano Pileri

L'ESPERTO

Naspi cumulabile con altri redditi? Sì, ma solo in determinati casi

ITALIA/MONDO

sondrio

Passanti travolti al mercatino di Natale: "Ne dovevo uccidere di più"

birmania

Metodici stupri dell'esercito sulle donne Rohingya: l'indagine dell'Ap Le foto-simbolo

1commento

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

calcio

Ottavi Champions: Juve con il Tottenham, Roma con lo Shakhtar. L'Europa League

SOCIETA'

cultura

L’Arabia Saudita riaprirà i cinema. Dopo 35 anni...

emendamenti

Manovra: salta la stretta sull'uso dei cellulari in auto

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS