14°

31°

il caso

Bimbo nato senza gambe: malformazione mai segnalata

E ora partono le lettere di diffida a medico privato, Ausl e ospedale

Nasce senza gambe: malformazione mai segnalata
Ricevi gratis le news
35

La storia, choccante, è quella di Bryan, nato la notte di Natale al Maggiore. Nato senza gli arti inferiori a dispetto di tutte le ecografie che raccontavano alla sua mamma, al papà e al fratellino di un piccolo in salute e pronto ad affacciarsi nel migliore di modi alla vita. E ora dai legali della famiglia  sono partite le lettere di diffida a chi ha seguito la gravidanza di mamma Monica, 34 anni, originaria di Scandiamo ma residente nel Parmense. E nel mirino degli avvocati ci sono - scrive il Resto del Carlino  - l il medico privato a cui si era rivolta la donna, la Casa della Salute di Parma dove ha effettuato alcuni degli esami, l’Ausl e l’Azienda ospedaliera.  «Addirittura – spiegano sempre sulla stampa reggiana gli avvocati Silvia Gamberoni e Alessandro Falzoni – l’ultima ecografia fatta a novembre, dopo aver attestato la normalità del feto, dava le dimensioni di entrambi i femori». E a questo punto i genitori del piccolo, passati velocemente dalla gioia della nascita all'incubo - vogliono arrivarci in fondo e capire cosa sia successo. "E chi ha sbagliato paghi"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • RENZ

    07 Gennaio @ 13.28

    R E N Z

    Cosa blateriamo di inclusione e pari opportunità... se un bimbo nato con disabilità motoria scatena la "caccia alle streghe" del medico che non avrebbe visto? Quando i principi della Costituzione Italiana, Europea, Diritti dell'uomo ecc. è quella per il "diversamente abile" di vivere dignitosamente la propria vita? Capirei la disperazione se si trattasse di una disabilità che costringe a una vita non cosciente. Si tratta di una disabilità motoria, che non impedisce di vivere "pienamente" e autonomamente la propria vita, Specialmente se tale condizione è "dalla nascita" e non in seguito a trauma, il disabile cresce sviluppando la funzionalità delle braccia e utilizzando i vari ausili messi a disposizione della tecnologia. Questo bambino da grande potrà avere un lavoro e una famiglia, potrà gareggiare nelle paralipiadi.

    Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      07 Gennaio @ 23.50

      Non siamo ipocriti: per quanti sforzi possa fare la famiglia e quanto ostinato e perseverante possa essere il bambino/ragazzo/uomo, non si può dire che avrà una vita facile. Ti sembra una consolazione per i genitori che da grande possa gareggiare alle paralimpiadi?

      Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      07 Gennaio @ 22.23

      Non siamo ipocriti: per quanti sforzi possa fare la famiglia e quanto ostinato e perseverante possa essere il bambino/ragazzo/uomo, non si può dire che avrà una vita facile. Ti sembra una consolazione per i genitori che da grande possa gareggiare alle paralimpiadi?

      Rispondi

    • 07 Gennaio @ 16.00

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Anche in questo caso, così come ieri per un altro lettore, abbiamo "censurato" una parte del commento. Non per "censurare", ma perchè ribadiamo che ognuno è libero di fare riflessioni generali di qualunque opinione (e noi le ospitiamo con la massima libertà). Ma nessuno di noi può permettersi di scrivere che cosa possono o devono pensare dei familiari che vivono una simile e lacerante vicenda. Grazie

      Rispondi

  • Bastet

    07 Gennaio @ 11.50

    che gli arti sono visibili già al terzo mese.....I GENITORI HANNO IL DIRITTO DI SAPERE LO STATO DI SALUTE DEL NASCITURO! ci rendiamo conto che,io che NON sono un'ecografa,quando al tempo la feci,individuai le gambette del mio bimbo???? "Ohhhhhhhhhhhhhhhhh Dottoressa!!!...sono le gambe quelle?" ..... CHI HA SBAGLIATO PAGHI SI!!!!E IN MANIERA ESEMPLARE....

    Rispondi

  • inside

    06 Gennaio @ 20.49

    c'è della noncuranza del proprio lavoro,menefreghismo leggerezza se quel lavoro non piace andate a fare dell'altro, subito deve essere tolta la licenza di lavorare in quel settore privato o no.

    Rispondi

    • fortunato

      07 Gennaio @ 17.16

      condivido pienamente, non si lavora in questo modo, specialmente sulla vita umana.

      Rispondi

  • Marzio

    06 Gennaio @ 19.05

    In questo periodo, sono tanti i casi di malasanità, accaduti in sala parto.Sicuramente averlo saputo prima cambiava poco (forse nulla) sul futuro del nascituro, per i genitori, sarebbe stato meno scioccante. Per esperienza personale, fare causa all'ausl e ai medici coinvolti in questa brutta vicenda, vuol dire vivere altri 5/6 anni con l'incubo di avvocati, Medico legale, C.T.U e varie spese di cancelleria da affrontare. Poi alla fine, per una cosa inspiegabile a noi, con un giro di parole, verra confermata una anomalia, ma non era possibile fare meglio. Sicuramente le gambine non spunteranno, ci sarà la soddisfazione di non aver lottato per niente, in quanto al rimborso (nel mio caso) è stato nemmeno la metà di quello che ho speso, nonostante assistito da un'associazione (completamente gratuita) che dovrebbe assistere le vittime a casi di malasanità.

    Rispondi

    • Vercingetorige

      06 Gennaio @ 20.37

      IN QUESTO CASO , IN "SALA PARTO", non è accaduto nessun "caso di malasanità " .

      Rispondi

      • Marzio

        07 Gennaio @ 18.08

        Effettivamente, tocca sempre al chirurgo dare le brutte notizie riscontrate in sala operatoria, che siamo spinti a dire che durante l'intervento qualcosa non ha funzionato. In realtà un'intervento programmato, (in questo caso un parto) Si effettua dopo mesi di esami mirati, cure preparatorie e preparazione psicologica all'evento. Tutta questa preparazione, la effettuano degli specialisti della sanità (almeno credo)

        Rispondi

  • The Jolly Joker

    06 Gennaio @ 18.54

    Fino alla 32esima settimana la mamma è stata seguita nell'ambito del privato e non del pubblico, e considerato che l'ecografia morfologica del feto (che, ricordiamoci, serve a studiare la morfologia del feto per escludere, o accertare, la presenza di malformazioni) viene effettuata tra la 20esima e la 23esima settimana, sicuramente le responsabilità sono in capo al ginecologo privato e non all'AUSL di Parma o all'Azienda Ospedaliera di Parma! certo, a onor del vero si potrebbe dire che nell'ecografia della 32esima potevano anche accorgersene, ma cosa sarebbe cambiato a quel punto? certo, i genitori avrebbero evitato lo shock post-parto, ma non la malformazione (all'ottavo mese non si può mica tornare indietro con la gravidanza...)

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rinoceronte ancora in finale al Talent Show "Eccezionale veramente"

tg parma

Rino Ceronte ancora in finale al talent show "Eccezionale veramente" Video

La D’Urso in barca con Gerard Butler: è amore?

gossip

La D’Urso in barca con Gerard Butler: è amore?

Daria Bignardi lascia la Rai

tv

Daria Bignardi lascia la Rai

Notiziepiùlette

Samuele Turco suicida in carcere
delitto san prospero

Samuele Turco suicida in carcere

Ultime notizie

Gazzareporter: manda le tue foto e "cartoline" e vinci

CONCORSI

Gazzareporter: manda le tue foto e "cartoline" e vinci

Lealtrenotizie

Samuele Turco suicida in carcere

delitto san prospero

Samuele Turco suicida in carcere

droga

Arrestata l'insospettabile studentessa-pusher

6commenti

incidente

Cade dalla bici in via Repubblica: grave 74enne

L'omicidio

Fred nella casa, un silenzioso dolore

salsomaggiore

Trovati con arnesi da scasso nell'auto: quattro denunciati

2commenti

gazzareporter

"Ladri di biciclette... alla parmigiana": il racconto di una lettrice

1commento

parma calcio

Di Gaudio in maglia crociata

via capelluti

Teneva la pianta di marijuana sul balcone. Ma sono passati i vigili....

tg parma

Messa in sicurezza del Baganza, l'Unione Pedemontana pressa la Regione

partecipate

Stu Pasubio, chiusa l'indagine preliminare. Pizzarotti: "Resto tranquillo"

gazzareporter

Parma, 2017: dormire sotto il ponte

1commento

Ateneo

Iscrizioni all'Università, alcuni corsi subito "bruciati". Con polemica

Salsomaggiore

Migranti o miss, questo è il dilemma

MONCHIO

«Montagna creativa», una start up per il territorio

1commento

lavoro

L'osteopatia entra in Barilla: trattamenti per i dipendenti

Per migliorare la resistenza allo stress e in generale la vita dei lavoratori

Prevenzione

«Intervenire sul Baganza»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I misteri delle bollette: le multe al tempo della crisi

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Pusher e prostituzione: qualcuno intervenga

di Francesco Bandini

19commenti

ITALIA/MONDO

londra

Il fratello di Diana: "Quattro tentativi di rubare la salma"

Francia

Incendi in Costa Azzurra, evacuate 10.000 persone Foto

SPORT

calcio

Serie A: si riparte il 19 agosto con il match delle 18

CASSANO

Fantantonio e il contrordine del contrordine

5commenti

SOCIETA'

gazzareporter

Quando l'imbianchino non c'è... il gatto balla Video

francia

Le fiamme devastano il golfo di Saint-Tropez

MOTORI

TECNOLOGIA

Bosch e Daimler, il parcheggio è autonomo Gallery

il video

Tutto in 44 secondi: un’intervista a 300 km/h sulla nuova Jaguar XJR575 Video