il caso

Bimbo nato senza gambe: malformazione mai segnalata

E ora partono le lettere di diffida a medico privato, Ausl e ospedale

Nasce senza gambe: malformazione mai segnalata
35

La storia, choccante, è quella di Bryan, nato la notte di Natale al Maggiore. Nato senza gli arti inferiori a dispetto di tutte le ecografie che raccontavano alla sua mamma, al papà e al fratellino di un piccolo in salute e pronto ad affacciarsi nel migliore di modi alla vita. E ora dai legali della famiglia  sono partite le lettere di diffida a chi ha seguito la gravidanza di mamma Monica, 34 anni, originaria di Scandiamo ma residente nel Parmense. E nel mirino degli avvocati ci sono - scrive il Resto del Carlino  - l il medico privato a cui si era rivolta la donna, la Casa della Salute di Parma dove ha effettuato alcuni degli esami, l’Ausl e l’Azienda ospedaliera.  «Addirittura – spiegano sempre sulla stampa reggiana gli avvocati Silvia Gamberoni e Alessandro Falzoni – l’ultima ecografia fatta a novembre, dopo aver attestato la normalità del feto, dava le dimensioni di entrambi i femori». E a questo punto i genitori del piccolo, passati velocemente dalla gioia della nascita all'incubo - vogliono arrivarci in fondo e capire cosa sia successo. "E chi ha sbagliato paghi"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • RENZ

    07 Gennaio @ 13.28

    R E N Z

    Cosa blateriamo di inclusione e pari opportunità... se un bimbo nato con disabilità motoria scatena la "caccia alle streghe" del medico che non avrebbe visto? Quando i principi della Costituzione Italiana, Europea, Diritti dell'uomo ecc. è quella per il "diversamente abile" di vivere dignitosamente la propria vita? Capirei la disperazione se si trattasse di una disabilità che costringe a una vita non cosciente. Si tratta di una disabilità motoria, che non impedisce di vivere "pienamente" e autonomamente la propria vita, Specialmente se tale condizione è "dalla nascita" e non in seguito a trauma, il disabile cresce sviluppando la funzionalità delle braccia e utilizzando i vari ausili messi a disposizione della tecnologia. Questo bambino da grande potrà avere un lavoro e una famiglia, potrà gareggiare nelle paralipiadi.

    Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      07 Gennaio @ 23.50

      Non siamo ipocriti: per quanti sforzi possa fare la famiglia e quanto ostinato e perseverante possa essere il bambino/ragazzo/uomo, non si può dire che avrà una vita facile. Ti sembra una consolazione per i genitori che da grande possa gareggiare alle paralimpiadi?

      Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      07 Gennaio @ 22.23

      Non siamo ipocriti: per quanti sforzi possa fare la famiglia e quanto ostinato e perseverante possa essere il bambino/ragazzo/uomo, non si può dire che avrà una vita facile. Ti sembra una consolazione per i genitori che da grande possa gareggiare alle paralimpiadi?

      Rispondi

    • 07 Gennaio @ 16.00

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Anche in questo caso, così come ieri per un altro lettore, abbiamo "censurato" una parte del commento. Non per "censurare", ma perchè ribadiamo che ognuno è libero di fare riflessioni generali di qualunque opinione (e noi le ospitiamo con la massima libertà). Ma nessuno di noi può permettersi di scrivere che cosa possono o devono pensare dei familiari che vivono una simile e lacerante vicenda. Grazie

      Rispondi

  • Bastet

    07 Gennaio @ 11.50

    che gli arti sono visibili già al terzo mese.....I GENITORI HANNO IL DIRITTO DI SAPERE LO STATO DI SALUTE DEL NASCITURO! ci rendiamo conto che,io che NON sono un'ecografa,quando al tempo la feci,individuai le gambette del mio bimbo???? "Ohhhhhhhhhhhhhhhhh Dottoressa!!!...sono le gambe quelle?" ..... CHI HA SBAGLIATO PAGHI SI!!!!E IN MANIERA ESEMPLARE....

    Rispondi

  • inside

    06 Gennaio @ 20.49

    c'è della noncuranza del proprio lavoro,menefreghismo leggerezza se quel lavoro non piace andate a fare dell'altro, subito deve essere tolta la licenza di lavorare in quel settore privato o no.

    Rispondi

    • fortunato

      07 Gennaio @ 17.16

      condivido pienamente, non si lavora in questo modo, specialmente sulla vita umana.

      Rispondi

  • Marzio

    06 Gennaio @ 19.05

    In questo periodo, sono tanti i casi di malasanità, accaduti in sala parto.Sicuramente averlo saputo prima cambiava poco (forse nulla) sul futuro del nascituro, per i genitori, sarebbe stato meno scioccante. Per esperienza personale, fare causa all'ausl e ai medici coinvolti in questa brutta vicenda, vuol dire vivere altri 5/6 anni con l'incubo di avvocati, Medico legale, C.T.U e varie spese di cancelleria da affrontare. Poi alla fine, per una cosa inspiegabile a noi, con un giro di parole, verra confermata una anomalia, ma non era possibile fare meglio. Sicuramente le gambine non spunteranno, ci sarà la soddisfazione di non aver lottato per niente, in quanto al rimborso (nel mio caso) è stato nemmeno la metà di quello che ho speso, nonostante assistito da un'associazione (completamente gratuita) che dovrebbe assistere le vittime a casi di malasanità.

    Rispondi

    • Vercingetorige

      06 Gennaio @ 20.37

      IN QUESTO CASO , IN "SALA PARTO", non è accaduto nessun "caso di malasanità " .

      Rispondi

      • Marzio

        07 Gennaio @ 18.08

        Effettivamente, tocca sempre al chirurgo dare le brutte notizie riscontrate in sala operatoria, che siamo spinti a dire che durante l'intervento qualcosa non ha funzionato. In realtà un'intervento programmato, (in questo caso un parto) Si effettua dopo mesi di esami mirati, cure preparatorie e preparazione psicologica all'evento. Tutta questa preparazione, la effettuano degli specialisti della sanità (almeno credo)

        Rispondi

  • The Jolly Joker

    06 Gennaio @ 18.54

    Fino alla 32esima settimana la mamma è stata seguita nell'ambito del privato e non del pubblico, e considerato che l'ecografia morfologica del feto (che, ricordiamoci, serve a studiare la morfologia del feto per escludere, o accertare, la presenza di malformazioni) viene effettuata tra la 20esima e la 23esima settimana, sicuramente le responsabilità sono in capo al ginecologo privato e non all'AUSL di Parma o all'Azienda Ospedaliera di Parma! certo, a onor del vero si potrebbe dire che nell'ecografia della 32esima potevano anche accorgersene, ma cosa sarebbe cambiato a quel punto? certo, i genitori avrebbero evitato lo shock post-parto, ma non la malformazione (all'ottavo mese non si può mica tornare indietro con la gravidanza...)

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

maria chiara cavalli 1

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

Lady Gaga: soffrodi disturbi psichici

RIVELAZIONE

Lady Gaga: soffro di disturbi psichici

1commento

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Daniele Faggiano è il nuovo direttore sportivo del Parma

lega pro

Daniele Faggiano è il nuovo direttore sportivo del Parma Video

7commenti

Funerale

Sorbolo: rose bianche e musica per l'addio a Ilaria Bandini

Terremoto

Nuova scossa in Appennino: magnitudo 2.2

Epicentro vicino a Solignano e Terenzo

Anteprima Gazzetta

Massimo Barbuti è il nuovo allenatore del Fidenza Video

martorano

Incornato da un toro: grave allevatore

tg parma

Travolto a Lemignano: Mihai Ciju resta gravissimo Video

Funerale

"Ciao Lorenzo, ora vivi nella serenità": commosso addio al 15enne di Salso

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

Unità di crisi

Legionella: la causa del contagio forse individuata entro fine dicembre

A gennaio la relazione finale sull'epidemia. Nuovi controlli sui malati

1commento

ANALISI

Le incognite del Pd parmigiano: referendum e resa dei conti

10commenti

COLLECCHIO

Scoppia il caso delle cartelle del Consorzio di bonifica

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Matricole

Università, aumentano gli iscritti a Parma: +12,7% Video

comune

Piano neve: oltre un milione e mezzo di euro e 225 mezzi pronti a partire

All'opera 110 tecnici e spalatori

5commenti

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

36commenti

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

9commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

napoli

Stava per essere buttato nella spazzatura: neonato salvato

ROBOTICA

Con il "guanto" hi-tech i quadriplegici mangiano da soli

SOCIETA'

lettere

Cane ucciso da un cacciatore: "Terribile e inaccettabile"

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

SPORT

Formula Uno

Zanardi: "Il ritiro di Rosberg mi ha stupito moltissimo"

Formula uno

Fernando Alonso non andrà alla Mercedes

ECONOMIA

istat

Un italiano su 4 a rischio povertà: ecco a cosa si rinuncia

fiere

Cibus “Connect”: ecco come sarà