17°

32°

il caso

Bimbo nato senza gambe: malformazione mai segnalata

E ora partono le lettere di diffida a medico privato, Ausl e ospedale

Nasce senza gambe: malformazione mai segnalata
35

La storia, choccante, è quella di Bryan, nato la notte di Natale al Maggiore. Nato senza gli arti inferiori a dispetto di tutte le ecografie che raccontavano alla sua mamma, al papà e al fratellino di un piccolo in salute e pronto ad affacciarsi nel migliore di modi alla vita. E ora dai legali della famiglia  sono partite le lettere di diffida a chi ha seguito la gravidanza di mamma Monica, 34 anni, originaria di Scandiamo ma residente nel Parmense. E nel mirino degli avvocati ci sono - scrive il Resto del Carlino  - l il medico privato a cui si era rivolta la donna, la Casa della Salute di Parma dove ha effettuato alcuni degli esami, l’Ausl e l’Azienda ospedaliera.  «Addirittura – spiegano sempre sulla stampa reggiana gli avvocati Silvia Gamberoni e Alessandro Falzoni – l’ultima ecografia fatta a novembre, dopo aver attestato la normalità del feto, dava le dimensioni di entrambi i femori». E a questo punto i genitori del piccolo, passati velocemente dalla gioia della nascita all'incubo - vogliono arrivarci in fondo e capire cosa sia successo. "E chi ha sbagliato paghi"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • RENZ

    07 Gennaio @ 13.28

    R E N Z

    Cosa blateriamo di inclusione e pari opportunità... se un bimbo nato con disabilità motoria scatena la "caccia alle streghe" del medico che non avrebbe visto? Quando i principi della Costituzione Italiana, Europea, Diritti dell'uomo ecc. è quella per il "diversamente abile" di vivere dignitosamente la propria vita? Capirei la disperazione se si trattasse di una disabilità che costringe a una vita non cosciente. Si tratta di una disabilità motoria, che non impedisce di vivere "pienamente" e autonomamente la propria vita, Specialmente se tale condizione è "dalla nascita" e non in seguito a trauma, il disabile cresce sviluppando la funzionalità delle braccia e utilizzando i vari ausili messi a disposizione della tecnologia. Questo bambino da grande potrà avere un lavoro e una famiglia, potrà gareggiare nelle paralipiadi.

    Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      07 Gennaio @ 23.50

      Non siamo ipocriti: per quanti sforzi possa fare la famiglia e quanto ostinato e perseverante possa essere il bambino/ragazzo/uomo, non si può dire che avrà una vita facile. Ti sembra una consolazione per i genitori che da grande possa gareggiare alle paralimpiadi?

      Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      07 Gennaio @ 22.23

      Non siamo ipocriti: per quanti sforzi possa fare la famiglia e quanto ostinato e perseverante possa essere il bambino/ragazzo/uomo, non si può dire che avrà una vita facile. Ti sembra una consolazione per i genitori che da grande possa gareggiare alle paralimpiadi?

      Rispondi

    • 07 Gennaio @ 16.00

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Anche in questo caso, così come ieri per un altro lettore, abbiamo "censurato" una parte del commento. Non per "censurare", ma perchè ribadiamo che ognuno è libero di fare riflessioni generali di qualunque opinione (e noi le ospitiamo con la massima libertà). Ma nessuno di noi può permettersi di scrivere che cosa possono o devono pensare dei familiari che vivono una simile e lacerante vicenda. Grazie

      Rispondi

  • Bastet

    07 Gennaio @ 11.50

    che gli arti sono visibili già al terzo mese.....I GENITORI HANNO IL DIRITTO DI SAPERE LO STATO DI SALUTE DEL NASCITURO! ci rendiamo conto che,io che NON sono un'ecografa,quando al tempo la feci,individuai le gambette del mio bimbo???? "Ohhhhhhhhhhhhhhhhh Dottoressa!!!...sono le gambe quelle?" ..... CHI HA SBAGLIATO PAGHI SI!!!!E IN MANIERA ESEMPLARE....

    Rispondi

  • inside

    06 Gennaio @ 20.49

    c'è della noncuranza del proprio lavoro,menefreghismo leggerezza se quel lavoro non piace andate a fare dell'altro, subito deve essere tolta la licenza di lavorare in quel settore privato o no.

    Rispondi

    • fortunato

      07 Gennaio @ 17.16

      condivido pienamente, non si lavora in questo modo, specialmente sulla vita umana.

      Rispondi

  • Marzio

    06 Gennaio @ 19.05

    In questo periodo, sono tanti i casi di malasanità, accaduti in sala parto.Sicuramente averlo saputo prima cambiava poco (forse nulla) sul futuro del nascituro, per i genitori, sarebbe stato meno scioccante. Per esperienza personale, fare causa all'ausl e ai medici coinvolti in questa brutta vicenda, vuol dire vivere altri 5/6 anni con l'incubo di avvocati, Medico legale, C.T.U e varie spese di cancelleria da affrontare. Poi alla fine, per una cosa inspiegabile a noi, con un giro di parole, verra confermata una anomalia, ma non era possibile fare meglio. Sicuramente le gambine non spunteranno, ci sarà la soddisfazione di non aver lottato per niente, in quanto al rimborso (nel mio caso) è stato nemmeno la metà di quello che ho speso, nonostante assistito da un'associazione (completamente gratuita) che dovrebbe assistere le vittime a casi di malasanità.

    Rispondi

    • Vercingetorige

      06 Gennaio @ 20.37

      IN QUESTO CASO , IN "SALA PARTO", non è accaduto nessun "caso di malasanità " .

      Rispondi

      • Marzio

        07 Gennaio @ 18.08

        Effettivamente, tocca sempre al chirurgo dare le brutte notizie riscontrate in sala operatoria, che siamo spinti a dire che durante l'intervento qualcosa non ha funzionato. In realtà un'intervento programmato, (in questo caso un parto) Si effettua dopo mesi di esami mirati, cure preparatorie e preparazione psicologica all'evento. Tutta questa preparazione, la effettuano degli specialisti della sanità (almeno credo)

        Rispondi

  • The Jolly Joker

    06 Gennaio @ 18.54

    Fino alla 32esima settimana la mamma è stata seguita nell'ambito del privato e non del pubblico, e considerato che l'ecografia morfologica del feto (che, ricordiamoci, serve a studiare la morfologia del feto per escludere, o accertare, la presenza di malformazioni) viene effettuata tra la 20esima e la 23esima settimana, sicuramente le responsabilità sono in capo al ginecologo privato e non all'AUSL di Parma o all'Azienda Ospedaliera di Parma! certo, a onor del vero si potrebbe dire che nell'ecografia della 32esima potevano anche accorgersene, ma cosa sarebbe cambiato a quel punto? certo, i genitori avrebbero evitato lo shock post-parto, ma non la malformazione (all'ottavo mese non si può mica tornare indietro con la gravidanza...)

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

“Fame Reunion 2017”: il cast di “Saranno Famosi” sceglie ancora Salsomaggiore Terme

spettacoli

La reunion del cast di “Saranno Famosi” di nuovo a Salso. Grazie al crowdfunding

Glamour e sensualità per il red carpet di Twin Peaks

Cannes

Glamour e sensualità per il red carpet di Twin Peaks - Gallery

La domenica pomeriggio al Colle San Giuseppe

FESTE

Un pomeriggio al Colle... foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nove telegiornaliste che bucano il piccolo schermo - Laura Chimenti

L'INDISCRETO

Nove telegiornaliste che bucano il piccolo schermo

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

Truffa ai danni di un'anziana

truffa

"Deve pagare la tassa rifiuti: lo dice la Ue": e si porta via 900 euro

SORBOLO

Scoperti i ragazzi che «giocano» a buttarsi sotto auto e treno

incidente

Schianto tra tre auto e una moto in A1: grave motociclista

SALA BAGANZA

Investito sulle strisce: gravissimo

2commenti

DOPO IL PALACITI

Nuova razzia in palestra. I ladri ripuliscono la Magik

VIA ALEOTTI

69enne travolto da un pirata

università

Lo sfogo di Gallese: "Ecco l'ultimo paradosso del Miur: escludere i migliori"

BASEBALL

Davide, il fuoriclasse che non dimenticheremo mai

VIA TOSCANA

Bertolucci, rubata una bici al giorno. E le telecamere?

1commento

RUGBY

Gavazzi, «ultimatum» alle Zebre

MUSICA

Il dj Luca Giudici: «Sarò al fianco di Clementino»

play-off

Lucchese (mercoledì): oltre 6mila biglietti venduti

Problemi on line, Majo: "Fisiologico quando c'è richiesta". Per il ritorno a Lucca: prevendita nella sede del Centro di Coordinamento

1commento

VIA BUDELLUNGO

Prima l'incidente, poi la lite e la "fuga" con il trattore: condannato agricoltore

1commento

Parma

Una lettrice: "Stazione, un uomo nudo nel piazzale ma nessuno interviene"

37commenti

PARMA

Ruba una borsetta nella chiesa dell'Annunziata: inseguita e bloccata 56enne parmigiana Video

1commento

San Leonardo

Al matrimonio arrivano i carabinieri

Via Amendola: i pusher si allontanano, gli invitati restano. E si arrabbiano

18commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

La nostra vita blindata nell'epoca della paura

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

TORINO

Neonato abbandonato in strada, muore in ospedale

modena

Sniffano la "droga del diavolo" a una festa, due 30enni in coma

1commento

SOCIETA'

panama

E' morto Noriega, ex dittatore-presidente

Personaggio

Il pilota Leonardi: «Il rally mi ha salvato dal tumore»

SPORT

calciomercato

Voci dalla Liguria: "Faggiano in pole per il dg dello Spezia"

ROMA

L'addio di Totti, il capitano in lacrime abbraccia i figli: "Starei qui altri 25 anni" Foto

MOTORI

Volkswagen

Golf, è l'ora della variante a metano

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione