15°

il caso

Bimbo nato senza gambe: malformazione mai segnalata

E ora partono le lettere di diffida a medico privato, Ausl e ospedale

Nasce senza gambe: malformazione mai segnalata
35

La storia, choccante, è quella di Bryan, nato la notte di Natale al Maggiore. Nato senza gli arti inferiori a dispetto di tutte le ecografie che raccontavano alla sua mamma, al papà e al fratellino di un piccolo in salute e pronto ad affacciarsi nel migliore di modi alla vita. E ora dai legali della famiglia  sono partite le lettere di diffida a chi ha seguito la gravidanza di mamma Monica, 34 anni, originaria di Scandiamo ma residente nel Parmense. E nel mirino degli avvocati ci sono - scrive il Resto del Carlino  - l il medico privato a cui si era rivolta la donna, la Casa della Salute di Parma dove ha effettuato alcuni degli esami, l’Ausl e l’Azienda ospedaliera.  «Addirittura – spiegano sempre sulla stampa reggiana gli avvocati Silvia Gamberoni e Alessandro Falzoni – l’ultima ecografia fatta a novembre, dopo aver attestato la normalità del feto, dava le dimensioni di entrambi i femori». E a questo punto i genitori del piccolo, passati velocemente dalla gioia della nascita all'incubo - vogliono arrivarci in fondo e capire cosa sia successo. "E chi ha sbagliato paghi"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • RENZ

    07 Gennaio @ 13.28

    R E N Z

    Cosa blateriamo di inclusione e pari opportunità... se un bimbo nato con disabilità motoria scatena la "caccia alle streghe" del medico che non avrebbe visto? Quando i principi della Costituzione Italiana, Europea, Diritti dell'uomo ecc. è quella per il "diversamente abile" di vivere dignitosamente la propria vita? Capirei la disperazione se si trattasse di una disabilità che costringe a una vita non cosciente. Si tratta di una disabilità motoria, che non impedisce di vivere "pienamente" e autonomamente la propria vita, Specialmente se tale condizione è "dalla nascita" e non in seguito a trauma, il disabile cresce sviluppando la funzionalità delle braccia e utilizzando i vari ausili messi a disposizione della tecnologia. Questo bambino da grande potrà avere un lavoro e una famiglia, potrà gareggiare nelle paralipiadi.

    Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      07 Gennaio @ 23.50

      Non siamo ipocriti: per quanti sforzi possa fare la famiglia e quanto ostinato e perseverante possa essere il bambino/ragazzo/uomo, non si può dire che avrà una vita facile. Ti sembra una consolazione per i genitori che da grande possa gareggiare alle paralimpiadi?

      Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      07 Gennaio @ 22.23

      Non siamo ipocriti: per quanti sforzi possa fare la famiglia e quanto ostinato e perseverante possa essere il bambino/ragazzo/uomo, non si può dire che avrà una vita facile. Ti sembra una consolazione per i genitori che da grande possa gareggiare alle paralimpiadi?

      Rispondi

    • 07 Gennaio @ 16.00

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Anche in questo caso, così come ieri per un altro lettore, abbiamo "censurato" una parte del commento. Non per "censurare", ma perchè ribadiamo che ognuno è libero di fare riflessioni generali di qualunque opinione (e noi le ospitiamo con la massima libertà). Ma nessuno di noi può permettersi di scrivere che cosa possono o devono pensare dei familiari che vivono una simile e lacerante vicenda. Grazie

      Rispondi

  • Bastet

    07 Gennaio @ 11.50

    che gli arti sono visibili già al terzo mese.....I GENITORI HANNO IL DIRITTO DI SAPERE LO STATO DI SALUTE DEL NASCITURO! ci rendiamo conto che,io che NON sono un'ecografa,quando al tempo la feci,individuai le gambette del mio bimbo???? "Ohhhhhhhhhhhhhhhhh Dottoressa!!!...sono le gambe quelle?" ..... CHI HA SBAGLIATO PAGHI SI!!!!E IN MANIERA ESEMPLARE....

    Rispondi

  • inside

    06 Gennaio @ 20.49

    c'è della noncuranza del proprio lavoro,menefreghismo leggerezza se quel lavoro non piace andate a fare dell'altro, subito deve essere tolta la licenza di lavorare in quel settore privato o no.

    Rispondi

    • fortunato

      07 Gennaio @ 17.16

      condivido pienamente, non si lavora in questo modo, specialmente sulla vita umana.

      Rispondi

  • Marzio

    06 Gennaio @ 19.05

    In questo periodo, sono tanti i casi di malasanità, accaduti in sala parto.Sicuramente averlo saputo prima cambiava poco (forse nulla) sul futuro del nascituro, per i genitori, sarebbe stato meno scioccante. Per esperienza personale, fare causa all'ausl e ai medici coinvolti in questa brutta vicenda, vuol dire vivere altri 5/6 anni con l'incubo di avvocati, Medico legale, C.T.U e varie spese di cancelleria da affrontare. Poi alla fine, per una cosa inspiegabile a noi, con un giro di parole, verra confermata una anomalia, ma non era possibile fare meglio. Sicuramente le gambine non spunteranno, ci sarà la soddisfazione di non aver lottato per niente, in quanto al rimborso (nel mio caso) è stato nemmeno la metà di quello che ho speso, nonostante assistito da un'associazione (completamente gratuita) che dovrebbe assistere le vittime a casi di malasanità.

    Rispondi

    • Vercingetorige

      06 Gennaio @ 20.37

      IN QUESTO CASO , IN "SALA PARTO", non è accaduto nessun "caso di malasanità " .

      Rispondi

      • Marzio

        07 Gennaio @ 18.08

        Effettivamente, tocca sempre al chirurgo dare le brutte notizie riscontrate in sala operatoria, che siamo spinti a dire che durante l'intervento qualcosa non ha funzionato. In realtà un'intervento programmato, (in questo caso un parto) Si effettua dopo mesi di esami mirati, cure preparatorie e preparazione psicologica all'evento. Tutta questa preparazione, la effettuano degli specialisti della sanità (almeno credo)

        Rispondi

  • The Jolly Joker

    06 Gennaio @ 18.54

    Fino alla 32esima settimana la mamma è stata seguita nell'ambito del privato e non del pubblico, e considerato che l'ecografia morfologica del feto (che, ricordiamoci, serve a studiare la morfologia del feto per escludere, o accertare, la presenza di malformazioni) viene effettuata tra la 20esima e la 23esima settimana, sicuramente le responsabilità sono in capo al ginecologo privato e non all'AUSL di Parma o all'Azienda Ospedaliera di Parma! certo, a onor del vero si potrebbe dire che nell'ecografia della 32esima potevano anche accorgersene, ma cosa sarebbe cambiato a quel punto? certo, i genitori avrebbero evitato lo shock post-parto, ma non la malformazione (all'ottavo mese non si può mica tornare indietro con la gravidanza...)

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il lago Santo visto dal drone

Fotografia

Il lago Santo visto dal drone Foto

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

Serenate al balcone: i vicini protestano ma "Topolino" canta ancora

Napoli

Serenate al balcone: i vicini protestano ma "Topolino" canta ancora Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Vini da scoprire», guida sentimentale che porta da Ancarani

IL VINO

«Vini da scoprire», guida sentimentale che porta da Ancarani

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Maxi traffico di auto, chiesti 88 rinvii a giudizio

L'INCHIESTA

Maxi traffico di auto, chiesti 88 rinvii a giudizio

Allarme

Quei 40 bambini «scomparsi» dalle classi

Il caso

Rifiuti e videopoker nel parco

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Lega Pro

Nuove date per i play-off

Spettacoli

Alessandro Nidi: «Sissi diventa un musical»

Salso

Maestro e alunno si ritrovano dopo 50 anni

Sicurezza

A Pilastro spuntano i dossi

Terremoto

Due parmigiane in missione per salvare l'arte dalle macerie

Parma

Investe una donna in via Venezia e si dilegua: caccia all'auto pirata

Il conducente si è fermato dopo l'incidente ma poi è ripartito: ora la polizia municipale lo cerca

1commento

TG PARMA

Corniglio: un tir resta bloccato fra le case Video

Anteprima Gazzetta

Auto di lusso rubate e rivendute all'estero: 88 richieste di rinvio a giudizio Video

Parma

"Spazio verde": quinto furto in tre anni Foto

Ricerca

Top 500: imprenditoria sana, buoni risultati per tutti i settori a Parma Video Foto

Il presidente dell'Upi Alberto Figna spiega i contenuti della ricerca

parmense

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

5commenti

Inchiesta

Tecnici Bonatti uccisi in Libia: rischio di processo per 6 persone

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

9commenti

GAZZETTA

Enogastronomia: un inserto di 6 pagine

ITALIA/MONDO

NASA

Scoperto un sistema solare con 7 pianeti simili alla Terra Foto

BIELLA

Crolla la copertura di un pilastro, muore una bambina

SOCIETA'

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

3commenti

Fotografia

Scatti al bar per impersonare... la quotidianità

SPORT

RUGBY

Palazzani: "Sei Nazioni, un'emozione unica. Zebre: domenica c'è l'Ulster" Video

LEGA PRO

Parma-Samb 4-2:
il film del match Video

MOTORI

motori

Ecco Stelvio, il primo suv Alfa Romeo Video

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv