16°

30°

IL CASO

Stupro di gruppo: in tre a processo, uno assolto

A giudizio due parmigiani e un romano accusati di aver violentato una 18enne

Stupro di gruppo: in tre a processo, uno assolto
Ricevi gratis le news
0
 

Una pagina drammatica rimasta sepolta a lungo. Fino alla scoperta di un video choc girato da uno degli stessi protagonisti finiti sotto accusa. Sono passati quasi sei anni dallo stupro di via Testi, dove allora aveva sede la Rete antifascista di Parma. E nei giorni scorsi è arrivata la prima decisione del giudice: il gup Maria Cristina Sarli ha rinviato a giudizio per violenza sessuale Francesco Cavalca, 25 anni, Francesco Concari, 29, tutti e due parmigiani, e il 24enne romano Valerio Pucci. Tutti e tre sono tuttora ai domiciliari. Assolto, invece, un terzo ragazzo che aveva scelto il rito abbreviato: il giovane, sempre rimasto a piede libero, non compariva nel filmato finito sotto sequestro. Le motivazioni della sentenza non sono ancora state depositate, ma è probabile che il fatto che il video non ritraesse il volto del ragazzo sia stato determinante per la decisione del gup.

In totale, erano sei le persone finite nel mirino degli investigatori. Per un altro giovane, inizialmente indagato, era stato lo stesso pm Giuseppe Amara, titolare dell'inchiesta, a chiedere l'archiviazione, dopo aver accertato che il ragazzo si trovava all'estero quando il gruppo si sarebbe accanito sulla ragazza. La posizione del sesto ragazzo coinvolto nell'inchiesta è stata invece stralciata: il giovane vive infatti all'estero, ed è stata disposta una nuova notifica degli atti del procedimento.

Lo scorso anno, era stata la scoperta di quel filmato da parte dei carabinieri a far partire l'inchiesta: un video choc, girato con il cellulare di uno degli indagati, che ritraeva l'aggressione nei confronti di quella ragazza, nel 2010 appena maggiorenne. Immagini che confermerebbero la brutalità della violenza mentre la giovane era in stato di incoscienza. Lei che si sarebbe fidata a rimanere in compagnia di quegli amici, poi diventati i suoi aguzzini. Per poi risvegliarsi la mattina successiva sola, nuda e dolorante su un tavolo.

Un trauma devastante, mai venuto allo scoperto. Finché, a distanza di anni, qualcuno aveva fornito l'imbeccata giusta ai carabinieri. Per tentare di sondare e riuscire a portare alla luce i primi elementi per ricostruire quella notte.

C'era il filmato. Ma sul fronte delle misure cautelari il cammino è stato inizialmente in salita per la procura. Il gip aveva infatti respinto la richiesta di domiciliari per i tre, ma la procura si era rivolta al Riesame. Che poi aveva sancito gli arresti per tutti e tre. A quel punto, però, gli indagati avevano impugnato la decisione in Cassazione: nulla da fare per Concari e Pucci. La posizione di Cavalca, invece, era di nuovo finita davanti ai giudici del Riesame per un'ulteriore valutazione. Ma il tribunale aveva poi confermato i domiciliari per il ragazzo. E ai primi di febbraio la decisione della Cassazione, che ha cristallizzato quella scelta.

Ma a breve si aprirà la battaglia «vera» sulle accuse. Il processo prenderà il via a maggio.r.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

astronomia

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile»

Fidenza

Basket, Azzoni: «Saremo la Fulgor per Fidenza»

Il racconto dagli Usa

I parmigiani cacciatori di eclissi

Impresa

Greta, un bronzo che vale come un oro

Felegara

E' morta Gianna, la regina dei tortelli

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

7commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

12commenti

anteprima gazzetta

La "cattedrale segreta", alla scoperta del duomo

bellezze

Miss Italia: il popolo del web fa volare Anna Maria alle prefinali di Jesolo

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga

terrorismo

Sventato attentato con Barbie-bomba su un volo per Abu Dhabi

SPORT

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

SOCIETA'

TERRORISMO

Rischio terrorismo: inizia l'Italia delle barriere Gallery

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti