19°

29°

calcio

Corrado e i politici: tutte le parole di oggi

Leggi le accuse di Magico Parma, la replica dell'assessore allo sport, i commenti

Corrado e i politici:  tutte le parole di oggi
Ricevi gratis le news
24

Le parole di Corrado - Giovanni Corrado nel corso di una conferenza stampa ha annunciato che Magico Parma non chiederà alla Figc l'affiliazione, perché il Comune non gli dà la disponibilità dello stadio Tardini.

"L'assessore Marani ci ha detto che il Tardini sarà concesso a Parma Calcio 1913 quindi lasciamo perché i tifosi devono poter continuare ad andare al Tardini e noi saremmo costretti a chiedere uno stadio diverso".

E poi ha aggiunto: "Ho letto cose non vere. Non dite che Corrado ha rinunciato ma che è stato costretto a rinunciare"

.......

Cattabiani: chiarire con urgenza - Franco Cattabiani, consigliere comunale di Civiltà Parmigiana, interviene a seguito della conferenza stampa di Magico Parma Football Club nella quale è emerso che l'assessore Marani avrebbe negato la possibilità di concedere il Tardini a tale cordata, avendolo già concesso ad altra cordata interessata alla formazione di una nuova società calcistica della Città.

Il consigliere Cattabiani ritiene che l'Amministrazione Comunale deve prodigarsi al massimo affinchè nella prossima stagione Parma abbia una società di calcio in un campionato nazionale e, per questo motivo, deve valutare in modo indipendente, coerente, tutte le proposte degli interessati, in base alle garanzie offerte e ai progetti presentati. sul punto si rammenta che in più città l'impianto comunale viene utilizzato alternativamente da diverse compagini sportive.

Nel prossimo consiglio Comunale verrà, pertanto, effettuata una comunicazione urgente alla Giunta per chiedere chiarimenti su quanto dichiarato della cordata Magico Parma e qualora emergesse che l'assessore non abbia dato pari accesso a tutte le cordate ovvero non abbia utilizzato la dovuta indipendenza verso i diversi pretendenti, provvederà immediatamente a presentare una mozione di sfiducia dell'Assessore Marani.

Purtroppo bisogna prendere atto che in un momento delicato per lo sport locale il Sindaco è assente per un viaggio studio negli States e chi si dovrebbe adoperare per sostituirlo è inadeguato al ruolo ricoperto, in poche parole siamo sempre alle solite.

...........

La replica dell'assessore Marani - Sono stato citato dal signor Giovanni Corrado durante la conferenza stampa di oggi.

Da parte dei capigruppo del consiglio comunale che si sono pronunciati sulla vicenda non è stato espresso nessun veto in merito alla concessione dello Stadio Tardini. La posizione è di orientamento favorevole verso il gruppo Parma Calcio 1913, poiché da più tempo prepara il progetto per la serie D, propone un modello diverso, per certi versi nuovo, più tutelante in prospettiva rispetto al “presidentissimo”, in sostanza migliore sul piano sportivo, societario e sociale.

Non ho ricevuto pressioni né dal mondo politico, né dai Parma clubs, né dai soggetti interessati a tutti i livelli. Ho invece ricevuto, su mia richiesta, pareri e consigli. La maggior parte allineati su un unico soggetto.

Nel video riportato su alcuni quotidiani on line il primo passaggio non è chiaro, quindi lo puntualizzo.  Sono stato invitato a casa del signor Giovanni Corrado, alle 16, ed era da solo. Dopo aver fatto 45 minuti di anticamera nell’attesa terminasse una telefonata (il Capitano Lucarelli, non era né presente né dall’altra parte della cornetta, come si va sostenendo), abbiamo parlato a lungo e la frase riportata, non ho nessun problema ad ammetterlo, è parzialmente corretta: fa riferimento ad un passaggio della conversazione in cui, parlando a titolo personale, in un contesto del tutto informale, ho sostenuto che oggettivamente andare contro l’orientamento dei Capigruppo del Consiglio Comunale (compreso quindi il mio capogruppo di riferimento), sarebbe stato come sbattere contro un muro ai 300 all’ora. Ho effettivamente detto che essermi confrontato con lui il giorno prima mi ha spinto a richiedere un parere ricognitivo che probabilmente prima non avrei richiesto.

Il passaggio successivo è parziale, infatti alla precisa richiesta di sostenere con due lettere entrambi i progetti , ho risposto che sarebbe stato assolutamente poco serio e istituzionalmente deprecabile. Non gli è stato negato il Tardini, che può essere concesso a chi ne fa richiesta, semplicemente non scriveremo due lettere di sostegno.

Sono andato a casa del signor Corrado nel rispetto del suo impegno e della sua famiglia, con l’intento di riportargli a voce una decisione che sarebbe stato inelegante e inopportuno apprendesse a mezzo stampa o, peggio, per vie traverse. Il fatto che solo alla data del 26 giugno abbia avuto l’attenzione di voler presentare all’amministrazione un progetto e la modalità con cui viene riportato e messo in piazza un colloquio privato, mi conforta nell’aver fatto la cosa giusta per il futuro Parma e per la città.

Ai tifosi che lo sostengono auguro di ricevere trattamento migliore.
Giovanni Marani

Assessore allo Sport del Comune di Parma

..............................................................

Dall'Olio: Marani corretto, il 1913 è un modello innovativo -  Nel dibattito innescato dalle parole di Corrado, è intervenuto nel pomeriggio anche Nicola Dall'Olio, capogruppo PD in Comune - Fino all'ultimo nella vicenda del Parma Calcio si devono ascoltare affermazioni non veritiere tese solo a confondere tifosi e cittadini e a gettare discredito. Le dichiarazioni in conferenza stampa del duo Corrado su presunti veti dei gruppi consiliari alla loro cordata sono semplicemente false. Non vi è stato alcun veto, anche perché è difficile dare un veto a qualcosa che non c’è.

L'assessore Marani, con estrema correttezza, ha sentito i gruppi consiliari prima di formalizzare al presidente della FIGC Tavecchio l'orientamento del Comune di Parma in merito all'assegnazione del titolo sportivo e dello stadio Tardini. Come gruppo PD abbiamo espresso il nostro convinto sostegno all’unico progetto concreto che c’è sul tavolo in grado di rispettare gli strettissimi termini per l’iscrizione al campionato di serie D: il progetto Parma Calcio 1913, presentato da una cordata di imprenditori parmigiani.

I meriti di questo progetto vanno al di là della sua parmigianità o dall’essere l’unico praticabile. Le ragioni del nostro convinto sostegno risiedono nell’idea societaria e sportiva che sta alla base del progetto. Parma Calcio 1913 propone un modello di proprietà e di gestione innovativo nel panorama calcistico italiano che si pone in alternativa a quello oggi prevalente di un unico padrone, o presunto tale, privo di radicamento con la storia e la comunità locale.

La società che si va costruendo in queste ore prevede un nucleo di azionisti di riferimento e un azionariato diffuso aperto a tutti i soggetti locali interessati a rilanciare il calcio e lo sport in questa città, recuperandone il valore etico e sociale. Questi azionisti avranno i loro rappresentanti nel consiglio di amministrazione e vi sarà pure un rappresentante del tifo organizzato. Sarà così garantita la piena compartecipazione alla gestione e il coinvolgimento diretto dei tifosi.

E’ un modello trasparente che chiama in causa l’intera comunità e che, oltre a gettare le basi per la rinascita a Parma dello sport ad alto livello, può diventare un riferimento sul piano nazionale per riformare un sistema calcistico sempre più corrotto e malato.

Un modello che i due Corrado, come dimostrano le loro ultime scomposte dichiarazioni, non erano certo in grado di interpretare.

.....................................

Ghiretti: ripartire senza polemiche da un progetto serio - Spiace molto che la gestione di una cosa positiva come la scelta del progetto che avrà il compito di rilanciare il Parma abbia generato roventi polemiche proprio in un momento in cui la città e la sua tifoseria dovrebbero solo pensare al fatto che la squadra può ripartire lasciandosi alle spalle la gestione precedente e la pletora di personaggi impresentabili che si sono avvicendati in questi mesi.
Per quanto mi riguarda il solo progetto che mi è stato presentato è quello di Parma 2013. Un progetto ben fatto, che guarda lontano e che aspira a mettere in campo tutte le strategie che fanno parte di quel calcio nuovo e moderno che da tempo auspico. Ci sono imprenditori seri, capitali, idee innovative e la volontà di stringere un rapporto stretto con la città attraverso quell’azionariato popolare che non a caso oggi alcune società in Europa stanno sperimentando con successo, anche ai massimi livelli.
In poche parole questo è un progetto credibile con il quale ripartire a testa alta e che non merita di essere macchiato da ragionamenti sui poteri forti che davvero in questo caso lasciano il tempo che trovano. Di fronte ad una telefonata del presidente del Consiglio Comunale Marco Vagnozzi non ho potuto che confermare questa valutazione, pur esprimendo il rammarico per l’impossibilità di approfondire meglio la questione magari in una riunione dei capigruppo.
Spiace ovviamente che il progetto di Magico Parma di fatto non si sia mai visto. Sicuramente una gestione più oculata e condivisa avrebbe evitato le polemiche di queste ore ed è per questo che ritengo opportuno che martedì prossimo il Consiglio si pronunci compatto.
Di fatto quanto emerso dimostra quanto la vicenda sia stata gestita male dall’assessore Marani e a nulla è valso il mio richiamo affinché il Sindaco tornasse prontamente dagli Stati Uniti per prendere in mano la situazione.
L’obiettivo, ora che abbiamo referenti autorevoli con i quali dialogare, era quello di arrivare ad una decisione il più possibile condivisa e presa nel solo ed esclusivo interesse della città. Speriamo che da adesso in avanti si possa procedere con la necessaria serenità affinché il Parma possa diventare presto un esempio virtuoso di un modo nuovo di intendere e gestire questo sport.

Roberto Ghiretti
Parma Unita

Giorgio Pagliari
«Con una compagine come quella che si sta profilando, il Parma calcio ricomincia dalla serie D ma vede già all’orizzonte lo scudetto. Con la costituenda società Parma Calcio 1913, con piccoli e grandi azionisti, si può cancellare d’un colpo il passato e ripartire alla grande, rilanciando la storia calcistica della città prima di tutto sul piano della credibilità etica e imprenditoriale. Si profilano così una società pulita e una squadra determinatissima. Un binomio che proprio della forza data dalla solidità degli azionisti e dalla spinta agonistica degli atleti può creare le condizioni per scalare la montagna che riporta alla serie A, senza traffici e affari poco chiari, giocandosela sul campo».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gulliver

    28 Giugno @ 13.16

    Complimenti Sig. Corrado..... (anche per la giacca semplicemente inguardabile ma questa è una battuta...) Avevo letto con piacere la sua intervista su Parmafanzine. Ma oggi lei si è rivelato per quello che è. Non aggiungo altro... ognuno avrà tratto le sue conclusioni dal suo comportamento. Dico solo che per quanto mi riguarda, è una fortuna che lei NON vinca. E comunque un record lo ha già.... E' l'unico che è riuscito a far mettere d'accordo tutta la città nel considerarla, non avevo ancora visto l'intera classe politica schierarsi così compatta contro qualcuno.... Dall'Olio che appoggia la giunta è un miracolo che solo lei è riuscito a fare. Quindi torni pure ai suoi cinema che noi, IL FILM della nostra storia che riparte, ce lo guarderemo in diretta.

    Rispondi

  • eugenio

    27 Giugno @ 21.20

    É da tempo che si parla di tavola apparecchiata... speriamo almeno che i convitati siano delle buone forchette, temo tanto siano degli anoressici

    Rispondi

  • Vercingetorige

    27 Giugno @ 19.32

    CHE BRUTTA FIGURA sta facendo , signor Corrado !

    Rispondi

    • Micud

      27 Giugno @ 23.22

      Proprio così, leggendo la dichiarazione di Marani si vede proprio una gran brutta figura.

      Rispondi

  • fabrizio

    27 Giugno @ 19.21

    Marani doveva in via ufficiale richiedere copia dei 2 progetti esaminarli e poi emettere un giudizio. Si evitava questa sagra Fabrizio

    Rispondi

  • Alessandro

    27 Giugno @ 16.54

    ps: concordo TOTALMENTE, con la risposta dell'assessore Marani perchè, a prescindere, riferire in conferenza stampa un colloquio privato e informale, denota certamente uno stile che, a questo punto, stona davvero

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Protesta

«Cittadella abbandonata»

weekend

In barca e sui sentieri, tra amor e trota: l'agenda della domenica

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

Fidenza

Spargono olio davanti ai negozi

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

1commento

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

barcellona

Ritrovato il piccolo Julian: è in ospedale tra i feriti

Terrorismo

L'Isis sui social: "Il prossimo obiettivo è l'Italia"

SPORT

SERIE A

La Juve travolge il Cagliari, Il Napoli passa a Verona

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

SOCIETA'

IL DISCO

Elton John e quell'omaggio a John Lennon

SOS ANIMALI

Ritrovati a Bargone due cuccioli abbandonati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti