-3°

intervista

Luca il maratoneta: una storia di coraggio

Ha corso la celebre 42 km di New York nonostante sia emofiliaco

Luca il maratoneta: una storia di coraggio
Ricevi gratis le news
0
 

Quando un paio di settimane fa, a New York, ha concluso la maratona più famosa del mondo, Luca Montagna ha tagliato ben più di un traguardo. Già correre una 42 km è per molti un’impresa, una sfida con se stessi, e il podista parmigiano l’ha vinta. Luca però aveva anche altri due progetti ambiziosi da portare con sé in quella corsa e sono entrambi legati alla sua patologia: l’emofilia, una malattia genetica rara caratterizzata dalla carenza di un fattore fondamentale per la coagulazione del sangue.

«Il primo progetto – spiega l’atleta – è quello della Fedemo, la Federazione delle Associazioni degli Emofilici, di cui faccio parte. Io e altri sette runner abbiamo partecipato alla maratona portando al polso il bracciale Sa.Me.Da. ® L.I.F.E. ®, un progetto pilota importantissimo che speriamo di poter diffondere».

Si tratta, in dettaglio, di un supporto tecnologico che, in caso di emergenza, permette l’identificazione della persona da parte del personale sanitario e l’accesso ai suoi dati direttamente sul luogo dell’incidente, tramite smartphone o computer, evidenziando eventuali aspetti medici da tenere in considerazione nelle operazioni di primo soccorso.

«Non siamo gli unici che necessitano di accortezze particolari in questi casi – spiega - penso alle persone affette da diabete o a chi, semplicemente, è allergico ad alcuni medicinali. Poter disporre di queste informazioni in tempo reale è fondamentale».

Il secondo progetto era – forse - ancora più ambizioso: «Dimostrare che sport ed emofilia possono convivere, che chi soffre di questa patologia non deve per forza rinunciare all’agonismo, anche se, ovviamente, servono controlli e di precauzioni».

Ad oggi l’emofilia rientra tra le patologie che, per la medicina sportiva, non sono compatibili con la pratica competitiva: «Di solito i medici non si assumono la responsabilità di firmare un certificato agonistico. Ne sanno qualcosa quei bambini emofilici che devono rinunciare al sogno di praticare il loro sport preferito ad alti livelli».

«Nel 2013, in occasione della Giornata mondiale dell’emofilia – racconta – ho lanciato la sfida, insieme a 7 amici da tutta Italia, di correre la maratona di New York. Con il supporto di Bayer e del Marathon Center di Brescia, sotto la supervisione del personale medico del Centro Hub Emofilia dell’Ospedale Maggiore, ho iniziato ad allenarmi, seguendo le tabelle del grande Gabriele Rosa, preparatore dei maratoneti keniani. A Vigatto mi vedevano tutti, l’estate scorsa, correre alle 6 del mattino! E’ stata dura ma ne è valsa la pena. Tagliare il traguardo è stata una soddisfazione enorme. Gli ultimi 2 km dentro al Central Park, con la folla che applaude e fa il tifo come l’ultimo giro della pista di atletica alle Olimpiadi, sono stati un’emozione fortissima, da pelle d’oca. E’ in quel momento che realizzi di aver corso la maratona di New York e di aver portato a termine la tua piccola impresa personale».

«Abbiamo tagliato il traguardo non solo per noi, ma per tutte le persone che hanno lavorato a questo progetto. Sono fiero di far parte di questo gruppo: otto storie differenti, unite dalla stessa volontà di permettere un giorno a chi ha questa patologia di accedere alla pratica sportiva». «Ora? Continuerò a correre, sicuramente – dice -, ma magari mi dedicherò a distanze meno impegnative!».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Emma Chambers

Emma Chambers

Gran Bretagna

Morta Emma Chambers, sorella di Hugh Grant in "Notting Hill"

Rabbia Wanda: «Tante bugie e cattiverie su di me, pagherete!»

social

Rabbia Wanda: «Tante bugie e cattiverie su di me, pagherete!»

Ferragni e Fedez: gravidanza a rischio. L'affetto social dei follower

INSTAGRAM

Ferragni e Fedez: gravidanza a rischio. L'affetto social dei follower

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza

VELLUTO ROSSO

La settimana a teatro, da Pirandello alla danza Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Undici colpi nel mio bar: un incubo»

Via Picasso

«Undici colpi nel mio bar: un incubo»

Ex Eridania

Rubata di nuovo la bacchetta di Toscanini

Attore

Addio a Poletti, recitò con Fellini

AMMINISTRATIVE

Nasce il progetto civico «Siamo Salso»: «Insieme per costruire il futuro»

Traversetolo

I profughi spalano la neve: tregua tra Comune e Betania

VIADANA

Sequestrato un furgone carico di agnelli maltrattati

In treno

Violinista dimentica la valigia, «miracolo» della Polfer

PARMA 2020

Capitale della cultura: svelati tutti i progetti

felino

Ladri sbadati beccati dalla polizia grazie al gps Video

METEO

La neve potrebbe tornare anche in città con il ciclone artico Buran Video

Enel e energia ellettrica: una task force per fronteggiare i disagi (leggi)

7commenti

APPENNINO

Il sindaco Lucchi: "Gelo e neve in arrivo, lunedì scuole chiuse a Berceto e Ghiare"

Serie B: 27a giornata

Empoli in testa all'ultimo istante. Cade il Frosinone. Solo il Bari ne approfitta. La Cremonese non scappa

APPENNINO

Frana sulla strada fra Varsi e Ponte Lamberti: operai al lavoro Video

VIABILITA'

Buche in A1: problemi anche nel tratto parmense dell'autostrada

PARMA

Scontro fra due auto in via Sidoli: due feriti Foto

Incidente all'incrocio con via XXIV Maggio

weekend

Neve "pigliatutto". E poi teatro, fumetti e ballo: l'agenda del sabato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Confronti? No grazie. Meglio i monologhi

di Francesco Bandini

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

5commenti

ITALIA/MONDO

napoli

Uccide il suo datore di lavoro dopo una lite per 100 euro

ORVIETO

E' morto Folco Quilici: il grande documentarista aveva 87 anni

SPORT

olimpiadi invernali

Ester Ledecka oro anche nello snowboard, male gli azzurri

parma calcio

D'Aversa su Parma-Venezia: "I ragazzi hanno spinto dall'inizio alla fine" Video

SOCIETA'

MODA

Borsalino, la finanza sequestra il marchio: si può vendere Foto: star di Hollywood

Irruzione

Lo streaker più famoso colpisce (ancora) alle Olimpiadi Gallery

MOTORI

PROVA SU STRADA

Il test: Mazda CX-5, feeling immediato

MOTO

I 115 anni di Harley-Davidson, si avvicina l'open day