10°

22°

intervista

Luca il maratoneta: una storia di coraggio

Ha corso la celebre 42 km di New York nonostante sia emofiliaco

Luca il maratoneta: una storia di coraggio
Ricevi gratis le news
0
 

Quando un paio di settimane fa, a New York, ha concluso la maratona più famosa del mondo, Luca Montagna ha tagliato ben più di un traguardo. Già correre una 42 km è per molti un’impresa, una sfida con se stessi, e il podista parmigiano l’ha vinta. Luca però aveva anche altri due progetti ambiziosi da portare con sé in quella corsa e sono entrambi legati alla sua patologia: l’emofilia, una malattia genetica rara caratterizzata dalla carenza di un fattore fondamentale per la coagulazione del sangue.

«Il primo progetto – spiega l’atleta – è quello della Fedemo, la Federazione delle Associazioni degli Emofilici, di cui faccio parte. Io e altri sette runner abbiamo partecipato alla maratona portando al polso il bracciale Sa.Me.Da. ® L.I.F.E. ®, un progetto pilota importantissimo che speriamo di poter diffondere».

Si tratta, in dettaglio, di un supporto tecnologico che, in caso di emergenza, permette l’identificazione della persona da parte del personale sanitario e l’accesso ai suoi dati direttamente sul luogo dell’incidente, tramite smartphone o computer, evidenziando eventuali aspetti medici da tenere in considerazione nelle operazioni di primo soccorso.

«Non siamo gli unici che necessitano di accortezze particolari in questi casi – spiega - penso alle persone affette da diabete o a chi, semplicemente, è allergico ad alcuni medicinali. Poter disporre di queste informazioni in tempo reale è fondamentale».

Il secondo progetto era – forse - ancora più ambizioso: «Dimostrare che sport ed emofilia possono convivere, che chi soffre di questa patologia non deve per forza rinunciare all’agonismo, anche se, ovviamente, servono controlli e di precauzioni».

Ad oggi l’emofilia rientra tra le patologie che, per la medicina sportiva, non sono compatibili con la pratica competitiva: «Di solito i medici non si assumono la responsabilità di firmare un certificato agonistico. Ne sanno qualcosa quei bambini emofilici che devono rinunciare al sogno di praticare il loro sport preferito ad alti livelli».

«Nel 2013, in occasione della Giornata mondiale dell’emofilia – racconta – ho lanciato la sfida, insieme a 7 amici da tutta Italia, di correre la maratona di New York. Con il supporto di Bayer e del Marathon Center di Brescia, sotto la supervisione del personale medico del Centro Hub Emofilia dell’Ospedale Maggiore, ho iniziato ad allenarmi, seguendo le tabelle del grande Gabriele Rosa, preparatore dei maratoneti keniani. A Vigatto mi vedevano tutti, l’estate scorsa, correre alle 6 del mattino! E’ stata dura ma ne è valsa la pena. Tagliare il traguardo è stata una soddisfazione enorme. Gli ultimi 2 km dentro al Central Park, con la folla che applaude e fa il tifo come l’ultimo giro della pista di atletica alle Olimpiadi, sono stati un’emozione fortissima, da pelle d’oca. E’ in quel momento che realizzi di aver corso la maratona di New York e di aver portato a termine la tua piccola impresa personale».

«Abbiamo tagliato il traguardo non solo per noi, ma per tutte le persone che hanno lavorato a questo progetto. Sono fiero di far parte di questo gruppo: otto storie differenti, unite dalla stessa volontà di permettere un giorno a chi ha questa patologia di accedere alla pratica sportiva». «Ora? Continuerò a correre, sicuramente – dice -, ma magari mi dedicherò a distanze meno impegnative!».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Luciano Ligabue

Luciano Ligabue

28 settembre

Ligabue, incasso del concerto Reggio Emilia a due onlus

Jovanotti annuncia nuovo tour, album esce 1 dicembre

MUSICA

Jovanotti nuovo album e nuovo tour

Oscar: è A ciambra il candidato italiano

cinema

E' "A ciambra" il candidato italiano agli Oscar

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Rogito, la novità è il conto di deposito. Ma è facoltativo

L'ESPERTO

Rogito, la novità è il conto di deposito. Ma è facoltativo

di Arturo Dalla Tana

Lealtrenotizie

Tenta di scipparla fuori dal Maggiore e le fa sbattere la testa

sicurezza

Donna scippata in pieno giorno all'ospedale cade e sbatte la testa Video

il parma

Carra e il futuro: "Puntiamo ai play-off", "Closing entro ottobre"

L'ad del Parma: "Abbiamo sempre mantenuto le promesse: mai detto che vogliamo vincere la B. 4 squadre più attrezzate di noi per la A"

1commento

PARMA

San Leonardo, la Casa delle associazioni nel mirino dei ladri Video

E' intervenuta la polizia

1commento

gazzareporter

Scontro fra bici in via D'Azeglio: vistosa ferita al volto per una donna

anteprima gazzetta

Delitto di Natale, così sono stati uccisi Gabriela e Kelly

gazzareporter

E se capitasse davvero? Asfalto pericoloso a Roccabianca

BARILLA

Il futuro della pasta secondo 19 giovani chef. Video: "The Pasta Opera"

Al via il "Pasta world championship" fra Milano e Parma. Il "campionato" ha una giuria internazionale

municipale

Incidente all'incrocio via Firenze- via Pasubio

1commento

trasporti

"Disservizi sulla Parma-Brescia", Pagliari si rivolge al ministro

bassa

Colorno-Casalmaggiore: l'esercito esclude l'ipotesi di un ponte di barche Video

Curiosità: un ponte di barche in una foto del 1920 dal libro Ricordo di Colorno di Franco Piccoli

2commenti

PARMA

Moletolo e Botteghino: due investiti in poche ore

Scontro auto-bici a Botteghino: un ferito. Davanti alla Overmach, dirigente dell'azienda investito da un'auto

Allarme

Tetti in eternit nell'ex fornace di Felegara: la paura dei cittadini

2commenti

salsomaggiore

Da mercoledì, una stagione da vivere con il Teatro Nuovo. Tutto il programma

CROCETTA

Scontro in via Emilia Ovest

PARMA

La Comunità nigeriana organizza una marcia contro razzismo, illegalità e violenza

Appuntamento domenica 1° ottobre

4commenti

FIDENZA

Uova contro le vetrine dei negozi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La piccola vittoria di una grande Merkel

di Paolo Ferrandi

1commento

PARMA

Offerte di lavoro: 20 annunci per chi cerca un impiego

ITALIA/MONDO

Genova

Lo vede scassinare la finestra: "Che fai?". Il ladro: "Rubo". Arrestato

2commenti

Social network

Mosca contro Facebook: "Sposti i server in Russia o sarà fermato come Linkedin"

SPORT

Formula 1

Kvyat silurato dalla Toro Rosso

MOTOCROSS

Kiara Fontanesi si mette «in piega»

SOCIETA'

dubai

Testato il primo taxi volante (senza pilota ai 100 km/h) Video

Fisco

Spesometro: una settimana di proroga

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery