Agricoltura

Erbicidi: l'Ue chiede di mantenere il glifosato

L'Europa dà ragione all'Efsa, secondo cui è "probabilmente non cancerogeno"

Efsa

Efsa

Ricevi gratis le news
0

Gli agricoltori europei dovrebbero riuscire ad usare per almeno altri sette anni il principio attivo più diffuso al mondo negli erbicidi, il "glifosato", definito "probabilmente cancerogeno" dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ma definito "probabilmente non cancerogeno" dall’Efsa di Parma. A fornire un "assist" in questa partita tutta europea è stata l’Assemblea di Strasburgo, che in una risoluzione, dal valore prettamente politico e non vincolante, ha chiesto il rinnovo dell’autorizzazione del glifosato, in scadenza il prossimo giugno. Un dossier sul quale gli esperti dei 28 Stati membri non sono ancora riusciti a prendere una decisione, attesa ormai il prossimo maggio.
La proposta iniziale "abolizionista", approvata il 22 marzo in commissione ambiente, chiedeva lo stop all’uso del glifosato. Alla fine all’Europarlamento però a prevalere è stato il compromesso dei popolari, con la richiesta di ridurre il periodo di rinnovo da 15 a sette anni, «tempo necessario a nuovi studi», e di limitarne l’impiego «ad un uso esclusivamente professionale» ha spiegato il presidente della commissione ambiente, Giovanni La Via (Ap /Ppe), dopo il voto.
«Ci aspettiamo che la Commissione europea prolunghi l'autorizzazione per altri 15 anni» è stata la reazione del segretario generale dell’associazione di agricoltori e cooperative europei (Copa-Cogeca) Pekka Pesonen, secondo cui in gioco c'è la competitività del settore, già in gravi difficoltà. Gli eurodeputati hanno anche chiesto di imporre restrizioni, come il divieto d’uso della sostanza nei giardini pubblici, ma questa mossa «non è sufficiente per tutelare le persone e l'ambiente» attacca Franziska Achterberg, di Greenpeace Ue. Una posizione condivisa anche da 38 associazioni italiane, fra cui Wwf a Legambiente, Lipu, Slowfood e Federbio, secondo cui gli eurodeputati hanno «ignorato totalmente il principio di precauzione», quindi «fregandosene delle possibili conseguenze sulla salute dei cittadini». Di qui l’appello delle associazioni all’Italia a mantenere il suo "no" a maggio.
Hanno votato "no" al glifosato gli eurodeputati del Pd, «dato che non sono disponibili dati certi sui potenziali effetti cancerogeni», mentre il gruppo dei verdi europei minaccia di portare l’Efsa davanti alla Corte europea di giustizia «se continuerà la sua politica di non trasparenza» sui dati degli studi impiegati nella sua valutazione. A richiederli, oltre agli eurodeputati, anche il commissario europeo alla Salute, Vytenis Andriukaitis. L’Efsa, chiamata in causa, cerca di gettare acqua sul fuoco, spiegando che sarebbe «altamente irresponsabile rivelare queste informazioni senza seguire la procedura», che prevede prima di verificare la rilevanza dei dati considerati "sensibili" da parte delle aziende che gli studi li hanno realizzati. L’iter necessario, rassicura Efsa, «è in corso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Poliziotti americani presi in un "fuoco incrociato"

usa

I bambini fanno a palle di neve coi poliziotti Video

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Notiziepiùlette

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Colorno visto dall'elicottero dei vigili del fuoco

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

1commento

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

3commenti

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

1commento

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

usa

Il democratico Jones sconfigge Moore, schiaffo per Trump

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS