22°

VUELTA

Quintana capolavoro: maglia e tappa

Quintana capolavoro: maglia e tappa
Ricevi gratis le news
0

Nairo Quintana della Movistar piazza una grande scalata e si va a prendere la decima tappa della Vuelta di Spagna 2016, la Lugones-Lagos de Covadonga di 188,7 km, e la maglia rossa, che aveva già indossato dopo l'ottava tappa, sfilandola dopo un solo giorno a David De La Cruz (Etixx QuickStep). Grande azione solitaria del colombiano negli ultimi tre chilometri, ammirevole anche la grande rimonta di Chris Froome (Team Sky), che conquista un terzo posto insperato, bruciato per la seconda piazza dal caparbio Robert Gesink (Team LottoNL - Jumbo). Quarto Omar Fraile (Team Dimension Data), quinto Alejandro Valverde (Movistar Team), sesto l’italiano Michele Scarponi (Astana Pro Team). Nei primi 13 km si registrano ben tre cadute. La prima subito, che coinvolge una decina di atleti fra cui l’ex maglia rossa Darwin Atapuma (BMC Racing Team) e Gianni Meersman. La seconda e la terza spezzano il plotone in due con una cinquantina di corridori che si attarda. Il gruppo si ricompatta nell’arco di pochi chilometri ma si ritirano Kevin Reza (FDJ), Markel Irizar Aranburu (Trek-Segafredo) e Bartosz Huzarski (Bora-Argon 18, probabile frattura della clavicola per lui). Nei primi 40 km non ci sono fughe di rilievo da registrare: anche uno scatto che coinvolge, fra gli altri, l’italiano Davide Malacarne (Astana Pro Team) viene riassorbita dopo poco. Superati i 60 km, mentre il gruppo si sfalda nuovamente in due tronconi, arriva la prima, vera fuga di giornata, con un gruppo consistente di ben 16 attaccanti, fra i quali gli azzurri Fabio Felline (Trek-Segafredo) e Moreno Moser (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team), oltre a Ben Hermans (BMC Racing Team), che puntava a scalzare la maglia rossa De La Cruz. Scollinati i 100 km il vantaggio dei fuggitivi sale a 4'32", con Hermans in quel momento maglia rossa virtuale. All’avvicinarsi del primo gran premio di montagna (di prima categoria), l’Alto del Mirador del Fito, il gruppo decide di fare sul serio e prima la Etixx, poi la Movistar alzano il ritmo e a 50 km il vantaggio della testa della corsa dal traguardo cala a 3'15". Mentre alcuni fuggitivi, tra cui Moser, perdono lentamente terreno, durante la salita il vantaggio delle 'leprì sale nuovamente sopra i 4 minuti a 40 km dall’arrivo, che diventano oltre 5' durante la discesa, complice un tentativo di fuga solitaria di Fraile e Matè che costringe gli altri 12 fuggitivi ad alzare nuovamente il ritmo e lanciarsi all’inseguimento. A 30 km dall’arrivo il gruppo dei 14 è nuovamente compatto con un margine di 4'40". Nonostante i tentativi della Movistar di rintuzzare questo attacco, durato oltre 100 km, all’inizio di quella che è una delle salite più dure della Vuelta, la Lagos de Covadonga, il vantaggio dei fuggitivi sul gruppo è ancora buono, sfiorando i 3 minuti. La svolta arriva a 13 dall’arrivo, quando la testa della corsa si sfalda: sono Louis Vervaeke (Lotto Soudal), Robert Gesink (Team LottoNL - Jumbo), Jose Isidro Maciel Goncalves (Caja Rural - Seguos RGA), Egor Silin (Team Katusha) e Pierre Rolland (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team) a segnare lo sparpaglio con scatti continui (particolarmente brillante l’azione dell’olandese della Rga), mentre in coda al gruppo, Froome e la maglia rossa De La Cruz perdono rapidamente terreno dal troncone principale, trascinato sempre dalla Movistar. A 6 km dall’arrivo entrano in scena Contador e Quintana, scortati da Fraile e dall’italiano Scarponi, che si lanciano nella rimonta su Gesink, mentre anche Froome inizia a rinvenire. Inizia a piovigginare, il colombiano strappa, si lascia alle spalle Contador e mette nel mirino Gesink, raggiungendolo a 2,6 km dalla fine e andando a vincere in solitaria con 24" di vantaggio sullo stesso Gesink. Pazzesca la rimonta di Froome che risale posizioni su posizioni e quasi beffa l’olandese, accontentandosi di un comunque ottimo terzo posto, visto come si era messa per il britannico. Quintana è il nuovo re.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein: Lory del Santo, osceno denunciare dopo vent'anni

Hollywood

Lory del Santo: "Weinstein, osceno denunciarlo dopo vent'anni"

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

9commenti

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

Economia

Rinnovato il contratto tra Number1 logistics Group e Barilla

"Obiettivi aziendali ma anche condivisione di valori"

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti 

«Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

IL CASO

Parchi, bagni «vietati» ai disabili

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 9

BORGOTARO

Venturi: «Punto nascita, chiusura inevitabile»

1commento

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

E' da rivedere per il 66% dei tifosi che hanno risposto al nostro sondaggio

1commento

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

4commenti

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

Tra viale Vittoria e via Gulli

1commento

monchio

Cade da una balza rocciosa: grave un cercatore di funghi 88enne

E' al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

rapimento

Alfano: "Liberato in Nigeria don Maurizio Pallù"

OMICIDI

Morto il serial killer delle donne di Bolzano

SPORT

Moto

Marquez vuole tornare a vincere

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

SOCIETA'

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

USA

California, cane-eroe resta col gregge, lo salva dal fuoco

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»