-1°

14°

Proposta

"Cassa di espansione? A Casale di Felino"

"Emersa al convegno "Parma sott'acqua, conoscere per fare"

"Cassa di espansione? A Casale di Felino"

Alluvione

1

La storia di Parma è caratterizzata dalle alluvioni, ma diversamente dal passato, eventi eccezionali come quello del 13 ottobre scorso rischiano di essere sempre più frequenti, a causa dei cambiamenti climatici, e sempre più disastrosi, per colpa di una eccessiva urbanizzazione intorno ai corsi d’acqua.
«Mentre dal ‘75 ad oggi il trend delle precipitazioni è in diminuzione, aumenta l’intensità dei fenomeni di breve durata», spiega Enrica Zenoni, dell’Agenzia regionale prevenzione ambiente, durante il convegno «Parma sott’acqua. Conoscere per fare», organizzato giovedì mattina nell’aula congressi del Campus da eu.watercenter dell’Università.
Durante l’alluvione del Baganza, a salvare la città è stata la cassa di espansione sul torrente Parma, «che ha permesso il rilascio controllato di quantità d’acqua compatibili», spiega Francesca Aureli del Dipartimento di ingegneria civile dell’Università.
Il grande invaso di Marano è l’unica grande opera realizzata per mettere in sicurezza Parma da un punto di vista idraulico, ma ne servirebbero altre, a partire da quella cassa di espansione sul Baganza, ormai da tutti invocata. «La cassa andrebbe realizzata a Casale di Felino, sulla sponda destra del torrente, e dovrebbe contenere un volume d’acqua pari a 4,6 milioni di metri cubi», ricorda Paolo Mignosa, del Dipartimento di Ingegneria Civile.
Meuccio Berselli, in qualità di direttore del Consorzio di Bonifica, elenca altre opere che andrebbero realizzate per mettere in sicurezza la zona nord della città, oltre ai comuni di Sorbolo, Mezzani e Torrile: «Va fatta una cassa sul canale Fossetta Alta, e una sul Galano-Maretto. Bisogna intervenire anche sul Naviglio e sul canale Burla».
Come ricorda Marco Belicchi, dell’Ordine professionale degli ingegneri, la storia di Parma è stata funestata dalle piene, come quella del «1511 con blocchi di ghiaccio che galleggiavano in città» e quella disastrosa del «21 settembre 1881 che spaccò un muro di contenimento sulla sponda sinistra del torrente, a metà fra ponte Caprazucca e ponte di Mezzo».
Dal presidente regionale di Legambiente, Lorenzo Frattini, arriva un consiglio per il futuro. «Un ettaro di suolo riesce ad assorbire 3750 tonnellate d’acqua, mentre un ettaro di cemento ne assorbe zero, per cui dobbiamo delocalizzare dove è possibile, e fermare il consumo di suolo. In attesa della cassa di espansione sul Baganza, dobbiamo creare zone agricole esondabili».
Antonio Pastori, della Centrale operativa del 118, spiega invece che dopo il black-out Telecom i soccorritori hanno iniziato a dotarsi di «telefoni satellitari» oltre a «migliorare il sistema di comunicazione radio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • sabcarrera

    10 Dicembre @ 08.27

    La cementificazione di Felino continua

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La La Land annunciato per errore miglior film, ma vince Moonlight

Hollywood

Gaffe agli Oscar: aperta un'inchiesta Tutti i premiati Foto

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Collezionismo e antiquariato di nuovo protagonisti a Parma

L'EVENTO

Mercanteinfiera protagonista
a Parma

Lealtrenotizie

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

1commento

in mattinata

Scippa l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

questa mattina

Tamponamento in via Mantova: furgone nel fosso

gdf

Raccolta truffa per bimbi abbandonati: 60enne arrestato davanti al Maggiore

Degrado

«Strada del Traglione? Uno schifo»

2commenti

AUTOSTRADA

A1: chiuso il casello di Parma per cinque notti consecutive

Scabbia

L'esperto: «In aumento altre malattie infettive»

1commento

VERDI MARATHON

Maratona: ancora (tanti) scatti dalla Bassa Gallery 1 - 2

CALCIO

Il Parma non si spreca

Borgotaro

No alla chiusura del Punto nascite

CARNEVALE

I costumi di Favalesi illuminano Venezia

PONTETARO

Nuovo blitz alla Valtaro Formaggi, ma il colpo fallisce

1commento

Protesta

Strade pericolose e degrado: Gaione alza la voce

3commenti

CHIRURGO

Lasagni, in oltre 20 anni mai un'assenza dal lavoro

evento

Volti, colori e...oggetti da Mercanteinfiera Gallery

pallavolo

Finisce l'era Magri: Cattaneo nuovo presidente Fipav

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Auguri Giorgio Torelli, un parmigiano speciale

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

10commenti

ITALIA/MONDO

brescello

Ristoratore respinge due rapinatori armati di scacciacani

ROVIGO

Errore in un documento: niente funerale, la defunta risulta viva

SOCIETA'

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

il libro

Vita, morte e miracoli: i Pearl Jam "scritti" da due fan

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia