-2°

differenziata

Rifiuti, arrivano raccolta serale e casette con badge

Rifiuti, arrivano raccolta serale e casette con badge

Folli sale in cattedra

29

Si è parlato di raccolta differenziata e gestione innovativa dei rifiuti nell'aula magna del liceo "Giacomo Ulivi": in cattedra l'assessore all'ambiente Gabriele Folli, sui banchi i ragazzi di quarta A e seconda C, con la professoressa Maria Gabriella Dallafiora in veste di padrona di casa.
L'incontro è raccontato in una nota del Comune: "L'assessore ha spiegato il "sistema Parma" per la raccolta porta a porta, i risultati raggiunti, gli obiettivi ed ha anche fornito alcune interessanti anticipazioni sul futuro assetto del servizio.
Come trattare i 520 chilogrammi di rifiuti che ciascuno di noi produce in un anno? "Un tempo - ha spiegato Folli - c'erano solo inceneritori e discariche, con la conseguenza che tutto veniva smaltito, tornando però in un modo o nell'altro in natura, anche sulla nostra tavola. Oggi le cose sono radicalmente cambiate: si punta sulla raccolta differenziata e sul recupero dei materiali, che producono innegabili vantaggi dal punto di vista ambientale, creano posti di lavoro e evitano l'acquisto di materie prime".
Per questo Parma ha scelto la strada più adeguata a raggiungere il massimo risultato possibile, la raccolta differenziata spinta porta a porta, che in 18 mesi ha prodotto effetti rilevanti e misurabili: la raccolta differenziata a Parma è passata dal 53,8% del 2013 al 69,8% raggiunto nel 2014. Ma soprattutto dal 2011 ad oggi la quota di rifiuti pro capite avviata a smaltimento si è ridotta drasticamente da 283 kg per persona a 161 kg. "E per il 2015 - ha annunciato Folli - ci proponiamo di ridurli a 120 kg., come avviene in alcuni comuni del Veneto. Con i sistemi innovativi che oggi si possono adottare c'è la possibilità di arrivare al recupero fino d oltre il 90% dei rifiuti prodotti”
L'assessore ha anche annunciato che Parma ha le bollette dei rifiuti fra le più basse in Regione, e che ciò è reso possibile per il fatto che i maggiori costi della raccolta porta a porta vengono più che compensati dai risparmi per la minore quantità avviata a smaltimento e dai corrispettivi ottenuti grazie alla corretta attuazione della raccolta differenziata (c’è un saldo positivo di 453.000 euro nel 2014). Sugli abbandoni dei rifiuti (che si presentano come la maggiore criticità del sistema attuale) Folli ha precisato che si tratta di 47 tonnellate di rifiuti abbandonati, pari a meno dell'1% del totale di rifiuti prodotto e a mezzo chilo per abitante l'anno.

Novità in arrivo

Folli ha colto l'occasione per annunciare una serie di novità che Comune di Parma e Iren intenderebbero mettere in atto nel corso del 2015.
La prima e la più importante, già preannunciata è l'introduzione della tariffa puntuale: a partire da luglio verranno contabilizzate le svuotature dei bidoncini grigi e dei sacchetti dotati di microchip per i rifiuti indistinti. Chi ne svuoterà pochi avrà un risparmio, chi ne produrrà un numero elevato pagherà qualcosa in più, garantendo comunque l'equilibrio tariffario.

 

Le altre innovazioni annunciate da Folli sono la raccolta dei rifiuti nelle ore serali (meno traffico per la circolazione dei mezzi e minori rischi di trovare i rifiuti in strada nelle ore notturne), le eco-stazioni mobili (che gireranno per la città ad orari prestabiliti per il conferimento di rifiuti in via straordinaria per chi è occasionalmente impossibilitato a rispettare le giornate previste), la realizzazione di casette prefabbricate in alcune zone della città alle quali si accederà con il badge (sempre per esigenze straordinarie) con bocche per la collocazione delle diverse tipologie di rifiuti, la distribuzione di bidoncini o sacchi per il verde e infine la creazione di un centro di riuso in via Lazio, per recuperare materiali e apparecchiature ancora funzionanti.
La professoressa Dallafiora, da parte sua, ha individuato una serie di azioni per far sì che l'Ulivi si presenti come istituto virtuoso nella gestione dei rifiuti: eco-studenti, educatori alla pari, raccolta differenziata di materiale informatico e mercatino del riuso sono alcune delle iniziative che verranno messe in atto nel liceo scientifico di viale Maria Luigia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Eli

    21 Gennaio @ 10.40

    ...per i bidoncini grigi...chi ne svuoterà pochi avrà un risparmio, chi ne produrrà un numero elevato pagherà qualcosa in più... Ok, ho 5 gatti, la sabbietta va cambiata tutti i giorni, il mio bidoncino del grigio è già strapieno un giorno prima della raccolta... Quindi io per un gesto d'amore che consiste nell'avere salvato 5 gatti da maltrattamenti...pagherò tantissimo per smaltire la loro "cacca". Ok, credo che d'ora in poi concimerò parecchi giardini e campi. Finalmente la frutta e la verdura riprenderanno l'antico sapore di una volta..

    Rispondi

    • Alessandra

      21 Gennaio @ 14.29

      Eli esiste la sabbietta che va buttata nell'umido! Senza tanto sarcasmo basta informarsi... lo so io che non ho animali in casa...

      Rispondi

      • Nocciolina

        22 Gennaio @ 10.36

        è vero io la uso. Però costa un bel po'. E per chi ha più di un gatto può essere un problema!

        Rispondi

      • Eli

        22 Gennaio @ 08.57

        Alessandra, sai quanto costa? Me la paghi tu? No perché già paghiamo una cifra spropositata per questa GRANDE raccolta rifiuti, se poi devo spendere anche soldi per la sabbietta che va nell'umido posso andare a mangiare a casa di chi ha inventato questo bel sistema. Che tra l'altro funziona a meraviglia, vedi nei giorni di Natale... Se veramente la differenziata fosse stata concepita per il bene della terra, non mi lamenterei e di sicuro farei anche dei sacrifici per farla al meglio, ma visto che è chiaramente e palesemente fatta per portare soldi nelle tasche dei soliti... il resto viene da se!

        Rispondi

        • filmar

          22 Gennaio @ 12.39

          oh, con tutto il rispetto: ci son stati certificati medici che hanno obbligato a prendere cinque gatti in casa? pensiamo prima ai cristiani, che già è un casino star dietro a loro!

          Rispondi

        • Eli

          22 Gennaio @ 14.18

          Filmar, mi dispiace per come la pensi... fai ad una persona del bene e al 90% se lo dimentica, prova a salvare un animale e te ne sarà grato per sempre. Cmq al di la degli animali, questa raccolta differenziata è una grande disfatta, e soprattutto si vede che ad idearla sono stati i soliti incompetenti e che è solo un torna conto economico per questi stessi incompetenti

          Rispondi

        • filmar

          22 Gennaio @ 12.39

          oh, con tutto il rispetto: ci son stati certificati medici che hanno obbligato a prendere cinque gatti in casa? pensiamo prima ai cristiani, che già è un casino star dietro a loro!

          Rispondi

    • Alessandra

      21 Gennaio @ 12.23

      Veramente esite la sabbia che si piò buttare nell'umido... problema risolto!

      Rispondi

    • Eva A

      21 Gennaio @ 12.18

      Concordo e sottoscrivo Eli e i suoi gatti. Io ne ho solo uno, adottato all'Enpa. La lettiera è un rifiuto residuo "importante" e qua sta la caz...ata! scusate ma è il sistema che deve cambiare, perché funzionino meglio le cose! sennò poi ognuno risolve le questioni personali come meglio gli torna....ovviamente! ma daaaaiiiii?!!

      Rispondi

      • cambogiano

        21 Gennaio @ 16.12

        ed ecco la mentalità italiota che prende prepotentemente posto sotterrando la ragione in una fossa di un campo lontano e buio..

        Rispondi

  • Goldwords

    21 Gennaio @ 09.25

    Si prima i rifiuti ci ritornavano sulle tavole, adesso sono direttamente sui balconi e non ci lasciano mai, andatevene incapaci!!!!

    Rispondi

  • Eva A

    21 Gennaio @ 08.44

    Abolire i bidoncini del residuo per sostituirli coi sacchi usa e getta (come la plastica) o contenitori comuni, eviterebbe che "estranei" buttino, passando, il loro residuo durante l'esposizione, cosa che succede spesso. Non sono igienici e qualche volta "spariscono" soprattutto se non ritirati nell'immediato....Una domanda: verrà valutato a peso o a numero di esposizioni? Una gran bella fregatura per ovvi motivi!

    Rispondi

    • Vercingetorige

      21 Gennaio @ 11.32

      A numero di esposizioni.

      Rispondi

  • salamandra

    21 Gennaio @ 08.37

    La raccolta serale mi sembra un miglioramento anche se forse occorrerebbe intervenire anche e soprattutto sui tempi di raccolta che per il momento sono un po' lunghi. Le isole non mi hanno mai convinto. Certo, con badge sono già qualcosa di piú funzionale ma cosa impedisce di abbandonarvi rifiuti non separati? E la coscienza civica dei miei concittadini alla prova dei fatti non è certamente incoraggiante.

    Rispondi

    • Vercingetorige

      21 Gennaio @ 11.35

      E COSA IMPEDISCE DI ABBANDONARE RIFIUTI NON SEPARATI NEI SACCHETTINI INFAMI ? Crede che , gli addetti alla raccolta , li aprano per fare l' inventario di quello che c' è dentro ?

      Rispondi

      • salamandra

        21 Gennaio @ 11.50

        Glielo ho visto fare. Che poi riescano a sanzionare non credo. E anche questo è un problema da risolvere.

        Rispondi

  • filmar

    21 Gennaio @ 01.20

    Non ho capito se il fatto che quelli abbandonati (vd Panocchia ed altri porcili) son solo l'1% è una bella cosa. Perché se non crea troppi problemi si può anche aumentare...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto via Doberdò

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

10commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria