16°

differenziata

Rifiuti, arrivano raccolta serale e casette con badge

Rifiuti, arrivano raccolta serale e casette con badge

Folli sale in cattedra

29

Si è parlato di raccolta differenziata e gestione innovativa dei rifiuti nell'aula magna del liceo "Giacomo Ulivi": in cattedra l'assessore all'ambiente Gabriele Folli, sui banchi i ragazzi di quarta A e seconda C, con la professoressa Maria Gabriella Dallafiora in veste di padrona di casa.
L'incontro è raccontato in una nota del Comune: "L'assessore ha spiegato il "sistema Parma" per la raccolta porta a porta, i risultati raggiunti, gli obiettivi ed ha anche fornito alcune interessanti anticipazioni sul futuro assetto del servizio.
Come trattare i 520 chilogrammi di rifiuti che ciascuno di noi produce in un anno? "Un tempo - ha spiegato Folli - c'erano solo inceneritori e discariche, con la conseguenza che tutto veniva smaltito, tornando però in un modo o nell'altro in natura, anche sulla nostra tavola. Oggi le cose sono radicalmente cambiate: si punta sulla raccolta differenziata e sul recupero dei materiali, che producono innegabili vantaggi dal punto di vista ambientale, creano posti di lavoro e evitano l'acquisto di materie prime".
Per questo Parma ha scelto la strada più adeguata a raggiungere il massimo risultato possibile, la raccolta differenziata spinta porta a porta, che in 18 mesi ha prodotto effetti rilevanti e misurabili: la raccolta differenziata a Parma è passata dal 53,8% del 2013 al 69,8% raggiunto nel 2014. Ma soprattutto dal 2011 ad oggi la quota di rifiuti pro capite avviata a smaltimento si è ridotta drasticamente da 283 kg per persona a 161 kg. "E per il 2015 - ha annunciato Folli - ci proponiamo di ridurli a 120 kg., come avviene in alcuni comuni del Veneto. Con i sistemi innovativi che oggi si possono adottare c'è la possibilità di arrivare al recupero fino d oltre il 90% dei rifiuti prodotti”
L'assessore ha anche annunciato che Parma ha le bollette dei rifiuti fra le più basse in Regione, e che ciò è reso possibile per il fatto che i maggiori costi della raccolta porta a porta vengono più che compensati dai risparmi per la minore quantità avviata a smaltimento e dai corrispettivi ottenuti grazie alla corretta attuazione della raccolta differenziata (c’è un saldo positivo di 453.000 euro nel 2014). Sugli abbandoni dei rifiuti (che si presentano come la maggiore criticità del sistema attuale) Folli ha precisato che si tratta di 47 tonnellate di rifiuti abbandonati, pari a meno dell'1% del totale di rifiuti prodotto e a mezzo chilo per abitante l'anno.

Novità in arrivo

Folli ha colto l'occasione per annunciare una serie di novità che Comune di Parma e Iren intenderebbero mettere in atto nel corso del 2015.
La prima e la più importante, già preannunciata è l'introduzione della tariffa puntuale: a partire da luglio verranno contabilizzate le svuotature dei bidoncini grigi e dei sacchetti dotati di microchip per i rifiuti indistinti. Chi ne svuoterà pochi avrà un risparmio, chi ne produrrà un numero elevato pagherà qualcosa in più, garantendo comunque l'equilibrio tariffario.

 

Le altre innovazioni annunciate da Folli sono la raccolta dei rifiuti nelle ore serali (meno traffico per la circolazione dei mezzi e minori rischi di trovare i rifiuti in strada nelle ore notturne), le eco-stazioni mobili (che gireranno per la città ad orari prestabiliti per il conferimento di rifiuti in via straordinaria per chi è occasionalmente impossibilitato a rispettare le giornate previste), la realizzazione di casette prefabbricate in alcune zone della città alle quali si accederà con il badge (sempre per esigenze straordinarie) con bocche per la collocazione delle diverse tipologie di rifiuti, la distribuzione di bidoncini o sacchi per il verde e infine la creazione di un centro di riuso in via Lazio, per recuperare materiali e apparecchiature ancora funzionanti.
La professoressa Dallafiora, da parte sua, ha individuato una serie di azioni per far sì che l'Ulivi si presenti come istituto virtuoso nella gestione dei rifiuti: eco-studenti, educatori alla pari, raccolta differenziata di materiale informatico e mercatino del riuso sono alcune delle iniziative che verranno messe in atto nel liceo scientifico di viale Maria Luigia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Eli

    21 Gennaio @ 10.40

    ...per i bidoncini grigi...chi ne svuoterà pochi avrà un risparmio, chi ne produrrà un numero elevato pagherà qualcosa in più... Ok, ho 5 gatti, la sabbietta va cambiata tutti i giorni, il mio bidoncino del grigio è già strapieno un giorno prima della raccolta... Quindi io per un gesto d'amore che consiste nell'avere salvato 5 gatti da maltrattamenti...pagherò tantissimo per smaltire la loro "cacca". Ok, credo che d'ora in poi concimerò parecchi giardini e campi. Finalmente la frutta e la verdura riprenderanno l'antico sapore di una volta..

    Rispondi

    • Alessandra

      21 Gennaio @ 14.29

      Eli esiste la sabbietta che va buttata nell'umido! Senza tanto sarcasmo basta informarsi... lo so io che non ho animali in casa...

      Rispondi

      • Nocciolina

        22 Gennaio @ 10.36

        è vero io la uso. Però costa un bel po'. E per chi ha più di un gatto può essere un problema!

        Rispondi

      • Eli

        22 Gennaio @ 08.57

        Alessandra, sai quanto costa? Me la paghi tu? No perché già paghiamo una cifra spropositata per questa GRANDE raccolta rifiuti, se poi devo spendere anche soldi per la sabbietta che va nell'umido posso andare a mangiare a casa di chi ha inventato questo bel sistema. Che tra l'altro funziona a meraviglia, vedi nei giorni di Natale... Se veramente la differenziata fosse stata concepita per il bene della terra, non mi lamenterei e di sicuro farei anche dei sacrifici per farla al meglio, ma visto che è chiaramente e palesemente fatta per portare soldi nelle tasche dei soliti... il resto viene da se!

        Rispondi

        • fi_ma

          22 Gennaio @ 12.39

          oh, con tutto il rispetto: ci son stati certificati medici che hanno obbligato a prendere cinque gatti in casa? pensiamo prima ai cristiani, che già è un casino star dietro a loro!

          Rispondi

        • Eli

          22 Gennaio @ 14.18

          Filmar, mi dispiace per come la pensi... fai ad una persona del bene e al 90% se lo dimentica, prova a salvare un animale e te ne sarà grato per sempre. Cmq al di la degli animali, questa raccolta differenziata è una grande disfatta, e soprattutto si vede che ad idearla sono stati i soliti incompetenti e che è solo un torna conto economico per questi stessi incompetenti

          Rispondi

        • fi_ma

          22 Gennaio @ 12.39

          oh, con tutto il rispetto: ci son stati certificati medici che hanno obbligato a prendere cinque gatti in casa? pensiamo prima ai cristiani, che già è un casino star dietro a loro!

          Rispondi

    • Alessandra

      21 Gennaio @ 12.23

      Veramente esite la sabbia che si piò buttare nell'umido... problema risolto!

      Rispondi

    • Eva A

      21 Gennaio @ 12.18

      Concordo e sottoscrivo Eli e i suoi gatti. Io ne ho solo uno, adottato all'Enpa. La lettiera è un rifiuto residuo "importante" e qua sta la caz...ata! scusate ma è il sistema che deve cambiare, perché funzionino meglio le cose! sennò poi ognuno risolve le questioni personali come meglio gli torna....ovviamente! ma daaaaiiiii?!!

      Rispondi

      • cambogiano

        21 Gennaio @ 16.12

        ed ecco la mentalità italiota che prende prepotentemente posto sotterrando la ragione in una fossa di un campo lontano e buio..

        Rispondi

  • Goldwords

    21 Gennaio @ 09.25

    Si prima i rifiuti ci ritornavano sulle tavole, adesso sono direttamente sui balconi e non ci lasciano mai, andatevene incapaci!!!!

    Rispondi

  • Eva A

    21 Gennaio @ 08.44

    Abolire i bidoncini del residuo per sostituirli coi sacchi usa e getta (come la plastica) o contenitori comuni, eviterebbe che "estranei" buttino, passando, il loro residuo durante l'esposizione, cosa che succede spesso. Non sono igienici e qualche volta "spariscono" soprattutto se non ritirati nell'immediato....Una domanda: verrà valutato a peso o a numero di esposizioni? Una gran bella fregatura per ovvi motivi!

    Rispondi

    • Vercingetorige

      21 Gennaio @ 11.32

      A numero di esposizioni.

      Rispondi

  • salamandra

    21 Gennaio @ 08.37

    La raccolta serale mi sembra un miglioramento anche se forse occorrerebbe intervenire anche e soprattutto sui tempi di raccolta che per il momento sono un po' lunghi. Le isole non mi hanno mai convinto. Certo, con badge sono già qualcosa di piú funzionale ma cosa impedisce di abbandonarvi rifiuti non separati? E la coscienza civica dei miei concittadini alla prova dei fatti non è certamente incoraggiante.

    Rispondi

    • Vercingetorige

      21 Gennaio @ 11.35

      E COSA IMPEDISCE DI ABBANDONARE RIFIUTI NON SEPARATI NEI SACCHETTINI INFAMI ? Crede che , gli addetti alla raccolta , li aprano per fare l' inventario di quello che c' è dentro ?

      Rispondi

      • salamandra

        21 Gennaio @ 11.50

        Glielo ho visto fare. Che poi riescano a sanzionare non credo. E anche questo è un problema da risolvere.

        Rispondi

  • fi_ma

    21 Gennaio @ 01.20

    Non ho capito se il fatto che quelli abbandonati (vd Panocchia ed altri porcili) son solo l'1% è una bella cosa. Perché se non crea troppi problemi si può anche aumentare...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen tra bacio passionale e vestito d'oro: il web impazzisce

social

Belen tra bacio passionale e vestito (sexy) d'oro: il web impazzisce Gallery

Alessia sposa Michele, prima trans a dire 'sì'

CASERTA

Alessia sposa Michele, prima trans a dire sì

Giovanni Lindo Ferretti

Giovanni Lindo Ferretti

Parma

Rimandato il concerto di Giovanni Lindo Ferretti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Senza colori: la vita in bianco e nero dei daltonici

SALUTE

Senza colori: la vita in bianco e nero dei daltonici

di Patrizia Celi

Lealtrenotizie

L'ombra della truffa dietro quei rilevatori di gas

Raggiri

L'ombra della truffa dietro quei rilevatori di gas

Bullismo

«Non voglio più andare a scuola»

IL CASO

Ponte Verdi, i sindaci pronti alla disobbedienza civile

Noceto

L'appello: «Salviamo l'oratorio di San Lazzaro»

INTERVISTA

L'8 maggio Nucci al Regio per l'Hospice

LEGA PRO

Parma, pronto a cambiare

PARMA

Bocconi avvelenati: caccia ai killer dei cani

Alimentare

Parmacotto, previsti 60 milioni di ricavi

tg parma

Laminam: il caso arriva alla commissione ambiente della Regione Video

foto dei lettori

Spettacolo (della natura) nei cieli di Parma Gallery

1commento

Parma

Maltempo: vento forte in Appennino

Tribunale

Molotov contro gli spacciatori: patteggiano in tre

anteprima gazzetta

La nuova (spregevole) trovata dei truffatori? Il rilevatore del gas

36a giornata

I play-off se il campionato finisse oggi: rientra l'Albinoleffe (partite e date)

parma

Si rompe un tubo: strada allagata in via Montebello, operai al lavoro e traffico deviato Foto

4commenti

foto dei lettori

Parcheggio intelligente

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

1commento

ITALIA/MONDO

francia

Baby gang circonda il pensionato al bancomat ma... 

2commenti

polizia

Paura a Londra e Berlino: tensione a Westminster (terrorismo) e spari in un ospedale (un ferito) Foto

SOCIETA'

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Bologna

Pranza al ristorante e si sente male: donna muore dopo 5 giorni

SPORT

calcio

Ecco la nuova maglia della Juve: ce la svela (con gaffe) Cuadrado

calcio

Moggi, radiato in Italia, riparte dall'Albania

MOTORI

PSA

DS 7 Crossback, in vendita la versione di lancio "La Premiére"

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling