10°

22°

politica

Inceneritore e rifiuti da fuori: la polemica riparte

Pizzarotti e i rifiuti da fuori: "Siamo soli ma lotteremo"

Ricevi gratis le news
34

Inceneritore e rifiuti da fuori. Il più ingombrante fra i temi della campagna elettorale 2012 sembra ora in qualche modo ritorcersi sul Movimento Cinque Stelle (con polemiche anche interne) e sul dibattito cittadino generale.

Dopo il "caldo" weekend che riassumiamo qui sotto, stamattina se ne è parlato a "Parma ore 9", su Radio Parma, ed è facile prevedere che il dibattito si sposterà presto in Municipio.

.......................................................

Le accuse di Savani - "Sto ancora aspettando che la Giunta dica cos'ha fatto". Sulla possibilità che arrivino rifiuti da fuori provincia all'inceneritore di Ugozzolo, interviene anche Fabrizio Savani, il consigliere 5 Stelle che presiede la commissione Ambiente. E che non lesina critica ai "suoi".

"Incredibile e purtroppo legittima la richiesta della multiutility locale di depositare in Provincia la documentazione per richiedere l’autorizzazione a un incremento dei rifiuti da smaltire da 130mila a 195mila t/anno. Per un anno all’interno della Commissione Ambiente del Consiglio Comunale di Parma mi sono fatto in quattro per individuare (insieme ai colleghi della Commissione medesima) le criticità nell’iter burocratico dell’inceneritore. Alla fine è stata redatta una relazione di analisi dei vari documenti che sono riuscito a visionare. La relazione individua anche una strategia per affrontare il tema dell’inquinamento ambientale che vada anche oltre questa amministrazione. Ebbene in tale relazione si impegnava la Giunta a mettere in atto una serie di interventi fra i quali:
la strategia di riduzione dei rifiuti
la eventuale riconversione dell’inceneritore
il tema della tariffa dello smaltimento dei rifiuti e il divieto di conferimento rifiuti da fuori Provincia.
la separazione del servizio di raccolta dal servizio di smaltimento dei rifiuti"

"Questa relazione - continua savani -, pronta a giugno 2014, è stata approvata in Consiglio Comunale solo ad ottobre 2014. Da allora la Giunta non ha ancora portato in Consiglio Comunale il resoconto semestrale sui lavori svolti a livello di tutela ambientale per la città come era stato deliberato alla unanimità dal Consiglio Comunale medesimo. Lo scrissi a ottobre 2014, lo scrissi a ottobre 2014. Aspetto ancora."

La replica di Folli - E in serata, è arrivato il commento dell'Assessore Folli alle critiche di Savani:
Paradossale che il consigliere Savani critichi la giunta per la questione inceneritore quando il documento prodotto dalla commissione ambiente da lui presieduta altri non è che il resoconto di una lunga lista di atti fatti dal Comune (e non certo da lui) per cercare di contrastare l'avvio dell'opera. Non è certo stato Savani a fare opposizioni in sede legale ed a collaborare con Guardia di Finanza e Magistratura per far luce sull'iter di una vicenda che rimane tuttora aperta.
Da tempo il consigliere Savani non partecipa più alle riunioni del gruppo di maggioranza, non condivide le iniziative e spesso trova più affinità con i consiglieri di minoranza dell'ex giunta Vignali.
E' palese che ormai abbia deciso di staccarsi ed intraprendere una corsa personale in vista delle prossime elezioni. Lo dica chiaramente e si vada a sedere dall'altra parte dei banchi in consiglio!

............

Pizzarotti: "Siamo soli ma lotteremo"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giovanni

    25 Maggio @ 14.03

    Leggi Sindaco #Parma La responsabilità del sindaco nella tutela dell'ambiente È ampiamente noto agli amministratori degli enti locali come il D.lgs 18 agosto 2000 n. 267 - Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali - abbia armonizzato la copiosa produzione legislativa successiva alla L. 142/90, norma oramai abrogata, ma che costituisce la pietra miliare nella divisione dei poteri tra organi politici e funzionari amministrativi, permettendo una effettiva razionalizzazione del sistema normativo. Il Decreto regola la competenza dei comuni, delle province, città metropolitane, comunità montane, comunità isolane, unioni di comuni e caratterizza il ruolo del sindaco: legale rappresentante, responsabile dell'amministrazione del comune, le sue attribuzioni, i suoi poteri. Emerge come il sindaco abbia delle competenze quale responsabile dell'amministrazione comunale, quale primus inter pares, espressione della collettività che amministra e quale "ufficiale di governo". Egli, direttamente e mediante i propri delegati, ha l'obbligo del controllo affinchè le disposizioni normative e regolamentari siano attuate. La situazione è ancor più aggravata dalla necessità per le amministrazioni locali di adeguare l'azione amministrativa alle disposizioni comunitarie, in particolare alle direttive comunitarie e alle raccomandazioni del Consiglio d'Europa piuttosto che del Parlamento Europeo oramai di immediata applicazione nel diritto interno. Ne consegue la dilatazione del regime di responsabilità per il sindaco e gli amministratori, ma anche per i dirigenti comunali, oramai investiti di funzioni proprie. Responsabilità che, secondo un'interpretazione dell'articolo 28 della Carta Costituzionale, si estende anche alla materia civile, a quella penale e a quella amministrativa. Invero l'articolo 28 della Costituzione recita: "I funzionari e i dipendenti dello Stato e degli enti sono direttamente responsabili secondo le leggi penali, civili e amministrative, degli atti compiuti in violazione di diritti. In tali casi la responsabilità civile si estende allo stato e agli enti pubblici". La dottrina e la giurisprudenza ritengono che tale norma, dalla formulazione così generica, visto il riferimento a <funzionari e dipendenti dello Stato e degli enti pubblici> sia applicabile anche ai sindaci; infatti secondo Cass. 18 febbraio 2000, n. 1890, "l' art. 28 Cost. si applica anche ai soggetti come i sindaci dei comuni, svolgenti funzioni pubbliche senza essere legat.....

    Rispondi

  • alex

    25 Maggio @ 13.42

    Il consigliere Savani non accetta giustamente inadempienze anche se provengono dalla sua maggioranza, anzichè chinare il capo e accettare passivamente gli ordini di scuderia; qualcuno che dia qualche stimolo a una maggioranza insipida e arrogante ci voleva e questo è positivo, così come lo fu il comportamento del signor Nuzzo. E' bene che resti al suo posto e piuttosto sarebbe meglio che se ne andasse fuori per sempre il signor NO, la cui tracotanza è ormai palese a tutti.

    Rispondi

  • SILENZIOSO

    25 Maggio @ 12.57

    Uno scazzo al giorno toglie l'elettore di torno. Una sclerata la mattina e una la sera spazza via la giunta intera.

    Rispondi

  • xxl

    25 Maggio @ 12.33

    nilus75

    Sig. SIndaco sicuramente non leggerà mai qui per sapere cosa ne pensa la gente del suo operato, quindi forse non leggerà neppure i consigli, io ne ho comunque 1 per risolvere il problema. blocchiamo la differenziata che tanto è criticata dai suoi cittadini e iniziamo a riempire l'inceneritore con i nostri rifiuti. Cittadini contenti e governo fregato!

    Rispondi

  • gigino

    25 Maggio @ 12.32

    Quella che non capisco è una cosa: indubbiamente il termovalorizzatore è una fonte di guadagni, e su questo non ci piove. Il problema è: perché a Parma? Ok, usciamo da una crisi nera legata alla vecchia giunta, però io sono dell'idea che una fonte di guadano dovrebbe essere data a chi guadagni ne ha pochi. Tralasciando il fatto che ritengo non si dia una buona immagine della nostra provincia mettendo un inceneritore nella capitale del cibo -a mio parere a livello mondiale-, credo Parma non sia la città più adeguata. Nessuno, è ovvio, vuole un inceneritore nella propria città, ma credo le cose potessero essere fatte meglio. Mi aspetto un remake della pubblicità del prosciutto, in cui i lavoratori gridano “arriva il Marino!” vedendo alzarsi una nube nera bituminosa.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Via Calatafimi: spaccata «diurna» all'ortofrutta

Furto

Via Calatafimi: spaccata «diurna» all'ortofrutta

Ladri in azione di giorno. «Neanche avessi una gioielleria», sbotta la negoziante

Scurano

Il paese fa festa, i ladri anche

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

Fidenza

Addio a Gino Minardi, storico bottegaio

STAZIONE

Due telecamere per controllare il terminal dei bus

Calcio

Parma, cambia il modulo?

Contro l'Entella il tecnico D'Aversa potrebbe apportare qualche modifica al disegno tattico dei crociati

Smog

Stop ai diesel euro 4 da domani e fino a lunedì Il servizio del Tg Parma

Polveri sottili alle stelle, si corre ai rimedi. Escluse dalla limitazioni le auto con almeno tre persone a bordo

23commenti

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: domani comincia la finale

4commenti

SISMA

"Luci da terremoto" in Messico Video

Sulla Gazzetta di Parma il geologo parmense Valentino Straser spiega il fenomeno

SCUOLA

Più di 1.100 supplenti in cattedra

BEDONIA

Telecamera a caccia di meteoriti

Personaggi

Varriale, voce parmigiana delle World Series

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

Lutto

Folla al funerale di Luca Moroni

Nel Duomo di Fidenza l'addio all'ingegnere morto in un incidente stradale

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Referendum e regionali, la sfida nel centrodestra

di Luca Tentoni

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

Firenze

Cade un capitello della basilica di Santa Croce: turista ucciso

RIMINI

Vigile si uccide: era indagato per assenteismo

SPORT

Moto

MotoGp, Marquez leader nelle libere 1 in Australia

EUROPA LEAGUE

Vincono Lazio e Atalanta, Milan bloccato a San Siro dall'Aek

SOCIETA'

MUSICA

ParmaJazz Frontiere 2017: grandi nomi al Festival

musica

Elio e le Storie Tese: dopo 37 anni il "valzer" d'addio

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compatto di Seat in 5 mosse Foto