11°

rifiuti

Quattro nuove Ecostation. Folli: "E per il residuo è più conveniente"

Entrano in funzione altre 4 Ecostation
Ricevi gratis le news
14

Entro fine mese entreranno in funzione quattro nuove Ecostation, dove i parmigiani potranno recarsi per gettare i rifiuti (plastica, lattine, carta e cartone, organico e indifferenziato). La prima postazione di raccolta è stata inaugurata questa mattina e si trova nel parcheggio di via Bocchi, nel quartiere Pablo. Un'altra postazione è già attiva in largo Cesare Beccaria, mentre martedì verranno installate le Ecostation in via Calabria e in via Pertini.
L'assessore all'Ambiente, Gabriele Folli, chiarisce alcuni punti relativi al costo dello smaltimento dell'indifferenziato attraverso le Ecostation. «Dal 2016 – spiega – abbiamo azzerato il costo di 70 centesimi che gravava sugli utenti relativamente ad ogni conferimento di indifferenziato. In queste postazioni il rifiuto residuo potrà quindi essere smaltito senza alcun costo aggiuntivo in bolletta, se il numero di vuotature non supererà la soglia assegnata. Nel caso in cui tale soglia dovesse essere superata, l'utente che smaltirà il residuo usando le Ecostation pagherà 70 centesimi per ogni vuotatura in più. Ogni vuotatura in più del bidoncino nero domestico ha invece un costo di 1 euro e 40 centesimi». Il conferimento delle altre tipologie di rifiuto rimane gratuito.

P.Dall.

Ecostation, ecco cosa c'è da sapere

Le Ecostation sono strutture simili a container (circa 2,5 metri per 6,5 metri) con accesso 24 ore su 24, 7 giorni su 7, che funzionano tramite l'utilizzo dell’ecocard (quella utilizzata per l’accesso ai centri di raccolta) o di tessera sanitaria dell’intestatario del contratto di igiene urbana, e sono dotate di sportelli per la raccolta di plastica, lattine, carta e cartone, organico e rifiuto residuo.

Le cosiddette casette, cioè le eco stazioni fisse, sorgono presso il parcheggio della Villetta, il parcheggio scambiatore Est, il parcheggio scambiatore Ovest ed il parcheggio San Leonardo. (il parcheggio scambiatore Sud è già servito da un centro di raccolta) e rappresentano un ausilio fondamentale per un coerente sviluppo del sistema di raccolta differenziata, andando incontro alle esigenze dei cittadini che si trovino in difficoltà a conferire i rifiuti secondo il normale calendario, per le esigenze più svariate (ferie, week-end, pendolari, turnisti, etc).

A queste si aggiungono 4 nuove eco-station,

in largo cesare Beccaria (parcheggio fra il Panorama e il palazzetto)
nel parcheggio di Via i.Bocchi (laterale di via Savani)

che entrano in funzione dal 17 Febbraio prossimo. Ulteriori due ecostation verranno posate, e verranno rese operative a fine Febbraio, a completamento della copertura cittadina:
in via Calabria
in via Pertini (parcheggio Esselunga)

Per il rifiuto residuo possono essere utilizzati comunissimi sacchi neri o borsine della spesa di volume non superiore ai 40 litri, compatibilmente con le dimensioni della bocchetta di conferimento.Saranno sorvegliate in modo permanente da una telecamera, le Ecostation sono anche dotate di sensori che segnalano il livello di riempimento per ogni tipologia di contenitore rifiuti comunicando direttamente al gestore la richiesta di intervento per svuotamento. Le nuove strutture si possono utilizzare in concomitanza con l'introduzione della tariffazione puntuale, sistema che permette di suddividere più equamente il costo del servizio in base al suo effettivo utilizzo, grazie alla conteggio degli svuotamenti del bidone dell'indifferenziato dei singoli utenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Filippo

    17 Febbraio @ 18.53

    Perché Folli non ci dice quanto costa alla comunità ognuna di queste eco stazioni? Qui siamo alla follia di gente che non saprebbe neanche amministrare un condominio (ma piccolo, non grande!) che fa spendere alla città cifre esagerate, per potersi vanagloriare di qualche punto percentuale in più di differenziata, noncurante degli effetti collaterali di degrado urbano e di un termovalorizzatore comunque in funzione a pieno regime (come deve essere) grazie ai rifiuti altrui. È come se per annullare l'inquinamento, si chiudesse totalmente la città al traffico in un giorno di pioggia... ops... hanno fatto anche quello... dei geni!

    Rispondi

  • Enzo

    17 Febbraio @ 16.31

    notare la faccia beffarda dell'assessore, che nella foto sembra dire "vi ho incasinato la vita ancora eh eh eh"

    Rispondi

  • Michele

    17 Febbraio @ 16.11

    mandra_sala@libero.it

    Ecco il ritorno dei cassonetti mascherati da Casa ecostation. Siano a CARNEVALE.... Ora finalmente chi getta il sacchetto (che in realtà è perso dai mezzi IREN nelle curve) sicuramente prenderà un autobus ecologico per non inquinare obliterando due biglietti: uno per sé ed uno per il sacchetto ed andrà a smaltire al cassonetto mascherato pagando 1.40 euro. Così incentiviamo l'utilizzo dei mezzi pubblici !!!!!

    Rispondi

    • Alessandra

      17 Febbraio @ 17.15

      Michele sei un mito, spero che tu capisca quello che scrivi... Sei così astioso nei confronti del Pizza, che tra parentesi non ci hai ancora raccontato cosa ti ha fatto, che scadi nel ridicolo più di Folli o di Pizzarotti stesso!

      Rispondi

  • Stefano

    17 Febbraio @ 15.08

    reinard.alfa@gmail.com

    C'e' gente che a causa di questa folle raccolta porta a porta getta i rifiuti per strada e ora dovrebbero pagare per smaltirli? Mah!

    Rispondi

  • PaoloUno

    17 Febbraio @ 15.03

    Perché devo pagare e sottostare ad un numero massimo di vuotature quando al Campus ho a disposizione tanti bei vecchi cassonetti? Nonostante la pagliacciata del funerale all'ultimo cassonetto Folli ha graziato quelli del Campus, in tanti li usano, non vedo perché non dovrei approfittarne anch'io. Sono in area pubblica e non c'è nessun divieto, e credo che nessuno me lo possa impedire.

    Rispondi

    • salamandra

      17 Febbraio @ 15.42

      È area aperta al pubblico, non è area pubblica. E sì, è vietato usarli.

      Rispondi

      • PaoloUno

        17 Febbraio @ 18.55

        Strano che in un area non pubblica, cioè privata, circolino gli autobus, il Comune spali la neve e la Municipale intervenga a dare le multe. A parte questo, potresti dire esattamente dove è possibile trovare la norma che vieta espressamente, ad un cittadino di Parma, l'uso dei suddetti cassonetti esposti nel Parco Area delle Scienze, c.a.p. 43124?

        Rispondi

      • Filippo

        17 Febbraio @ 18.43

        Vietato da chi? Dov'è scritto? Sulla base di che legge, io non posso gettare in un cassonetto rifiuto indifferenziato non pericoloso? Spiegamelo tu, perché nessun giudice potrà mai condannarmi per averlo fatto.

        Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta

LONDRA

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta Video

L'anteprima del nuovo film di Ligabue al Fulgor, il cinema amato da Fellini

RIMINI

L'anteprima del nuovo film di Ligabue al Fulgor, il cinema amato da Fellini

Dal Crazy Horse alla tivù, il passo di Deborah Lettieri

SPETTACOLI

Dal Crazy Horse alla tivù, il passo di Deborah Lettieri

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"I Grandi Vini di Toscana" di Ernesto Gentili

IL VINO

"I Grandi Vini di Toscana" di Ernesto Gentili

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Non ce l'ha fatta la 71enne ucraina travolta in via Langhirano

PARMA

E' morta al Maggiore la 71enne ucraina travolta in via Langhirano Video

L'incidente è avvenuto il 2 gennaio

FATTO DEL GIORNO

Un anno dopo la morte di Filippo Ricotti, la Massese resta insicura: lettera della madre del 17enne

Ecco le anticipazioni del direttore della Gazzetta di Parma, Michele Brambilla

carabinieri

Razzia alla Salvo D'Acquisto: ladri costretti ad abbandonare l'auto rubata

1commento

tg parma

Contrabbando di petrolio dalla Calabria a Parma, 6 arresti Video

SCANDALO SANITA'

«Pasimafi», altri 8 medici indagati: sotto accusa anche Mutti e Caspani

2commenti

CALCIO

Ecco Marcello Gazzola con la maglia del Parma

Una storia iniziata da bambino... Ecco la foto "storica" di Gazzola piccolo giocatore del Parma

DEGRADO

Parma, quei 18 luoghi abbandonati in cerca di futuro: foto-storia

4commenti

fiere

Cibus 2018 scalda i muscoli: attesi 80mila visitatori

A MEDESANO

Pioggia di lettere anonime a luci rosse

Il caso

«Io, musulmano, sono contro la chiusura delle "Luigine"»

2commenti

carabinieri

Capodanno rovinato: l'appartamento in affitto a Madonna di Campiglio era una truffa

LA BACHECA

Ecco 66 nuove offerte di lavoro

tg parma

Novità in casa Tep: arrivano tre nuovi autobus lunghi 10 e 12 metri Video

1commento

Gioco

Busseto, vinti 64mila euro al lotto

FIDENZA

Auto in fiamme nella notte: incendio doloso?

m5s

Cominciate le parlamentarie. Per Parma Ferraroni, Distante, D'Alessandro e...?

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché l'atomica torna a fare paura

di Paolo Ferrandi

2commenti

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

1commento

ITALIA/MONDO

MILANO

Incidente in una ditta: morti tre operai, uno è gravissimo

BERGAMO

Cade in una tomba: 74enne muore sul colpo

SPORT

calcio

Manuel Nocciolini va in prestito al Pordenone

GAZZAFUN

Ceresini o Pedraneschi: chi il miglior presidente?

SOCIETA'

Economia

Più ortofrutta confezionata per non pagare i sacchetti bio Video

1commento

gran bretagna

18enne italiana mette la verginità all'asta per poter studiare a Cambridge: offerto un milione

2commenti

MOTORI

DETROIT

Mercedes, ecco la nuova Classe G

IL TEST

Nissan X-Trail, i segreti del Suv che piace a tutti