14°

28°

ANIMALI

In una top ten, le "migliori" false leggende

Dalla memoria labile pesce rosso alla testa nella sabbia degli struzzi

In una top ten, le "migliori" false leggende
Ricevi gratis le news
0

Favole o realtà, gli animali non "ce la raccontano giusta". Dallo struzzo che mette la testa sotto la sabbia quando ha paura al toro che si arrabbia di fronte al colore rosso, in una simpatica Top Ten, il sito Mother Nature Network, fa sfilare le dieci più comuni false credenze sul mondo animale che, nonostante siano frutto di pura fantasia, sono note ormai in tutto il mondo e sono anche utilizzate come metafore di certi comportamenti umani.
La lista inizia sfatando la credenza che vede gli struzzi mettere la testa sotto la sabbia quando hanno paura. Questo grande uccello, che riesce a raggiungere fino ai 64 km orari di velocità, scalcia quando si sente in pericolo e nel caso in cui non ci sia altra possibilità di fuga, può sdraiarsi sul terreno con la testa e il collo allungati, rimanendo immobile e tentando così di essere ignorato dal proprio nemico. Un altro falso mito presente nella classifica è che il rosso renda i tori più aggressivi: in realtà, i bovini sono daltonici e non percepiscono il rosso come un colore vivace, ma rispondono nel caso delle corride solamente al movimento del mantello, che viene recepito come una minaccia alla situazione generale.
Nella Top Ten di comportamenti che non hanno supporto scientifico compaiono anche i presunti istinti suicidi di gruppo dei lemmings, la capacità del tutto errata dei rospi di fare venire verruche se sfiorati, l’idea infondata che vuole i pipistrelli completamente ciechi e la convinzione inesatta che il koala sia un particolare tipo di orso. Anche il bradipo inoltre non è vero che sia pigro: il simpatico animale non è in grado di muoversi velocemente a causa del suo particolare metabolismo che è pari a solo il 40-45% di quello che ha la maggior parte degli animali di dimensioni simili a lui.
Alcune false credenze sugli animali sfiorano addirittura la fantascienza: un esempio è la supposta abilità dei lombrichi di diventare due diversi vermi se diviso in due. In realtà il capo dell’anellide è in grado di vivere e rigenerare le sua estremità posteriore se reciso dietro la parte chiamata "clitellum", la vecchia coda tuttavia è destinata a morire.
A volte alcuni film aiutano ad inculcare erroneamente caratteristiche di alcune specie; una fra tutte legata ad un noto film d’animazione di alcuni anni fa è la convinzione che gli opossum dormono pendendo dalla propria coda. In realtà, nonostante usino la possente coda con molta agilità, il loro peso non gli permetterebbe di rimanere a testa in giù per più di pochi istanti.
Alcune leggende infine sembrano essere state inventate per rendere forse più bella l’esistenza in cattività degli animali: la memoria di tre secondi attribuita al pesce rosso potrebbe, in caso fosse veritiera, regalare al piccolo pesciolino d’acqua dolce una nuova avventura ogni volta che fa un nuovo giro nella sua boccia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

1commento

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

2commenti

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

barcellona

Ritrovato il piccolo Julian: è in ospedale tra i feriti

Terrorismo

L'Isis sui social: "Il prossimo obiettivo è l'Italia"

SPORT

SERIE A

La Juve travolge il Cagliari, Il Napoli passa a Verona

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

SOCIETA'

viabilità

Ritorni e partenze, traffico in intensificazione sulle autostrade Tempo reale

calestano

Mai dire Baganzai: la sfida (anche) dei video

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti