20°

36°

cani

In campo l'unità cinofila anti-veleno

In campo l'unità cinofila  anti-veleno
Ricevi gratis le news
0

Monitorare e bonificare le aree urbane colpite dal fenomeno dei bocconi avvelenati: è questo l’obiettivo che si prefigge l’Unità Cinofila Antiveleno E.R.A., la cui presentazione si terrà oggi alle 15 presso la Sala Toscanini del Palace Hotel Maria Luigia di Parma. L’idea di questo importante progetto, nato inizialmente con la finalità di tutelare la fauna selvatica, è partita dall’animal trainer Claudio Mangini, molto attivo anche in ambito cinematografico, e dell’ecologo Davide Celli, figlio del famoso etologo Giorgio Celli. In Europa vi sono esempi di esperienze analoghe, che però hanno evidenziato alcune problematiche soprattutto per quanto concerne la sicurezza dei cani impiegati nelle operazioni: dati, questi, di cui l’Unità Cinofila Antiveleno E.R.A. ha fatto tesoro e sulla base dei quali ha strutturato un approfondito protocollo d’intervento che tiene conto dei fattori di rischio, ma non solo.
UN METODO INNOVATIVO
«Due sono le innovazioni rispetto alle Unità Cinofile di altri Paesi – spiega Claudio Mangini -: la prima è che vengono bonificate aree dove le esche non contengono solo veleni, ma chiodi, vetri, lame, viti, ed ogni tipo di oggetti atti a ferire gravemente gli animali domestici e vaganti. La seconda innovazione è la parte forense: l’Unità Cinofila E.R.A. non si limita a trovare le esche, ma è in grado di separare la molecola di chi le ha messe “andandoci in caccia”. Raccogliere prove, trovare la pista di chi ha commesso il crimine è una delle applicazioni che lavora in sinergia ed in ausilio alle Forze dell’Ordine, fornendo un grande contributo alle indagini».
Come sottolinea lo stesso Mangini, legato alla nostra provincia perché cresciuto sotto il profilo cinofilo presso la scuola dell’indimenticato Paolo Villani, scomparso lo scorso Gennaio, «le Unità Cinofile Antiveleno E.R.A. intervengono su segnalazione accertata e secondo gli iter previsti dalla Legge». Per poter diventare operativi i quattro zampe ed i loro conduttori hanno affrontato una lunga preparazione: «I cani – prosegue infatti Mangini - vengono innanzitutto scelti secondo dei criteri di base descritti all’interno di un rigido protocollo volto a farli lavorare in un regime di massima sicurezza e poi di massima affidabilità. L’addestramento è durato quattro anni, ed è stata l’etologia a fare la differenza. Lavorando in sinergia con le Unità Cinofile di altri Paesi avevamo visto dei punti di criticità sui quali abbiamo lavorato a lungo per ottenere ciò che “non si pensava fosse possibile”, partendo da una scelta di base molto accurata dei cani e delle loro potenzialità, spesso nascoste. Per questo motivo la Lega Italiana Diritti degli Animali ed alcune Istituzioni hanno patrocinato l’iniziativa senza alcuna riserva».
All’incontro di presentazione di questo pomeriggio, oltre allo stesso Mangini ed a Davide Celli, ideatori del progetto, prenderanno parte anche Francesca Lo Manto, Consigliere Nazionale Lega Italiana Diritti degli Animali, il medico veterinario Cristiana Maghenzani e gli Istruttori Cinotecnici E.R.A. Alfio Giuffrida e Simona Massetti. Al termine della presentazione verrà quindi dato spazio ad una interessante dimostrazione di attività dal vivo. L’evento, aperto al pubblico, è ad ingresso gratuito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana

tg parma

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana Video

AMICHEVOLE

Stasera il Parma affronta l'Empoli al Tardini

METEO

Temporali, vento e caldo domani in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Barcellona, i testimoni parmigiani raccontano l'orrore

Il vicecaporedattore Stefano Pileri anticipa i servizi della Gazzetta di domani

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

fontevivo

Nuovo guasto e allagamenti, il sindaco Fiazza: "Chiederemo risarcimento" Video

bassa reggiana

Violenza sessuale su un minorenne disabile: revocati i domiciliari al 21enne

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

tg parma

Ricordato il sacrificio di Charlie Alfa Video

BORGOTARO

Diawara forse ucciso da un malore?

MONCHIO

«Mi vuoi sposare»? Sorpresa alla sagra

Università

Preso lo scassinatore seriale dell'ateneo

1commento

Sissa

Moto, i centauri disabili tornano in sella grazie a Pattini

viabilità

Tangenziale sud: partono i lavori (e i possibili disagi)

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

barcellona

Due italiani tra le vittime. Bruno ucciso per proteggere i figli. Caccia a Moussa

Turku

Attacco in Finlandia: un morto e 8 feriti

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti