15°

29°

Ospedale

Scambio di neonati: al Maggiore braccialetti e bimbi con le mamme

Preoccupazione dopo il caso in Puglia. La direttrice di Ostetricia: "Al Maggiore nessun pericolo". Accessi controllati e rooming in 24 ore su 24 per scongiurare ogni rischio.

Reparto di Ostetricia
Ricevi gratis le news
0

 

Ancora non si spiega lo scambio di neonati avvenuto a metà dicembre all’ospedale Santa Caterina Novella di Galatina, in provincia di Lecce. La notizia è di un paio di giorni fa: una coppia di neogenitori, arrivata a casa con il proprio «cucciolo» in fasce, al momento del cambio del primo pannolino si è resa conto dell'errore. Il bebè era un maschietto, mentre la donna aveva partorito una femminuccia. Speculare e altrettanto inquietante scoperta nel giro di pochi minuti deve aver sconvolto un’altra coppia, quella tra le cui braccia era finita la bimba che aveva accidentalmente preso il posto del piccolo figlio. Fortunatamente, trattandosi di neonati di sesso opposto, l’equivoco è stato presto risolto. Ma quello che ora tutti si chiedono è: come sarebbe finita se si fosse trattato di due maschietti o due femminucce? Soprattutto alla luce del fatto che nessuno dei neogenitori coinvolti si era insospettito prima del cambio del pannolino. E mentre l’Asl di Lecce assicura di voler capire come sia potuto capitare un così grossolano errore, i genitori della neonata hanno presentato denuncia chiedendo un risarcimento di 50 mila euro.
Ancora succede, quindi, che nel terzo millennio l’incubo numero uno di molte neo mamme possa diventare realtà. Abbiamo chiesto a Tiziana Frusca, direttore di Ostetricia e Ginecologia dell’azienda ospedaliero universitaria di Parma, quali siano le misure di sicurezza che, nel nostro ospedale, scongiurano eventuali scambi in culla. «Quando la mamma entra in ospedale, le viene messo al polso un braccialetto di plastica con numero identificativo - commenta -. Al momento della nascita anche al piccolo, prima ancora che lasci la sala parto, viene applicato il braccialettino con corrispondente numero identificativo. Qualora il bimbo sia prematuro o molto piccolino, e si teme che il bracciale possa sfilarsi, allora ne viene messo uno anche alla caviglia». Questo braccialetto è lasciato al polso del neonato fin dopo le dimissioni. «Chiediamo alle mamme di toglierlo solo una volta a casa - precisa la Frusca -. Inoltre, ricordo che l’accesso al reparto è controllato: la porta è chiusa, e si accede unicamente suonando un campanello. In questo modo il personale ha la possibilità di controllare chi entra».
Anche il rooming-in 24 ore (il neonato rimane in stanza con la mamma giorno e notte), adottato dall’ospedale di Parma già da diversi anni, scongiura ulteriormente rischi in questo senso, permettendo un controllo ravvicinato e costante delle mamme sui piccoli. «In definitiva possiamo tranquillizzare neo mamme e futuri genitori - conclude il direttore di Ostetricia e Ginecologia -. Pericoli di scambi in culla non ce ne sono». Nel 2013 al «Maggiore» di Parma sono nati 2447 bambini, 155 in meno rispetto al 2012. Sul totale dei parti il 32,4% sono stati cesarei.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

astronomia

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Barca prende fuoco e affonda nel Po, Marco Padovani muore annegato

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

7commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

12commenti

anteprima gazzetta

La "cattedrale segreta", alla scoperta del duomo

bellezze

Miss Italia: il popolo del web fa volare Anna Maria alle prefinali di Jesolo

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Non c'è posto? Qualcuno parcheggia lo stesso

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

2commenti

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

1commento

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga

terrorismo

Sventato attentato con Barbie-bomba su un volo per Abu Dhabi

SPORT

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

SOCIETA'

TERRORISMO

Rischio terrorismo: inizia l'Italia delle barriere Gallery

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti