22°

BAND DI PROVINCIA

I Jordi

Quando l'amore per il rock appassiona padre e figlio che fondano una band Per loro il top è suonare ai motoraduni

Jordi

Jordi

Ricevi gratis le news
0

«La musica per noi è divertimento e condivisione». E’ questa la filosofia che spinge sul palco la band langhiranese Jordi. E’ una filosofia fatta propria dal gruppo nel 2010 e che oggi, a quattro anni di distanza, spinge i quattro componenti del gruppo, gli stessi della formazione originale, a girare in lungo e in largo la provincia di Parma per regalare serate divertenti durante le quali, da un momento all’altro, può scattare una jam session coinvolgendo i musicisti presenti tra il pubblico. «Tutto ha avuto inizio nel 2010 - racconta Giordano “Jordi” Calestani, il cui soprannome è presto diventato il nome della band -. E’, in quel periodo, che mio figlio Alessandro è stato folgorato dalla passione per la musica. Per buona parte della sua gioventù Alessandro non ne ha voluto sapere di note e spartiti. Poi tutto è cambiato». L’amore per la musica, che aveva stregato papà Giordano ancora adolescente tra gli anni ’60 e ’70 quando il suo maestro William Mori gli prestò una chitarra di nascosto dai genitori, colpisce anche Alessandro che decide di imparare a suonare la chitarra. Suo primo maestro è Beppe Ugolotti, storico componente dei Tnt. Dopo l’esperienza con i Rock Dust, Alessandro si unisce al papà Giordano. Un giro di telefonate e nella band entrano anche il batterista Alfonso Cavalieri e il bassista Luca Moretti, che avevano condiviso precedenti esperienze musicali con Giordano. Sono tutti langhiranesi e il debutto sul palco non poteva che avvenire proprio in casa: nel settembre del 2010, nell’ambito dei «Sapori del giallo», evento del Festival del prosciutto di Langhirano. Le cover rock-blues dei Jordi piacciono. Da Langhirano iniziano ad essere proposte in tutta la provincia. «Suonare con il tuo figlio è meraviglioso - spiega Giordano -. Già la musica da sola è qualcosa di bellissimo che ti senti dentro. Poter far musica insieme a lui ti regala poi qualcosa di indescrivibile». Una magia in grado di annullare anche i tre decenni di differenza che intercorrono tra il più giovane del gruppo, il 30enne Alessandro, e il meno giovane, il padre 60enne Giordano, passando per i 39 anni di Luca e i 47 di Alfonso. «Raggruppiamo diverse generazioni - aggiunge Giordano - e ciò rispecchia anche le caratteristiche del nostro pubblico, un pubblico eterogeneo che ci porta a proporre scalette nei vari concerti in base al contesto in cui ci troviamo a suonare. Una delle location che amiamo di più è quella dei motoraduni. Da un po’ di tempo, siamo in ottimi rapporti con il gruppo di motociclisti parmigiani guidato da Nicola Veneri. Suonare alle loro feste ci fa sentire come se fossimo in California. Memorabili sono stati i concerti ad Eia e al Gasoline di Lentigione ma anche al motoraduno “Ciao Chicco” di Bedonia dedicato ad un motociclista scomparso». L’obiettivo futuro dei Jordi è quello di continuare a suonare divertendosi. E nel frattempo realizzare il sogno di Giordano - che Alessandro ha reso nonno di Andrea e Giada pochi giorni fa - ossia quello di suonare sul palco anche con i due nipotini. «Li sto già aspettando per farli suonare insieme al bravissimo Leonardo, figlio del batterista» annuncia raggiante Giordano.
______

 

Chi sono - Quattro musicisti tutti langhiranesi
Tutta langhiranese la band Jordi. Composta dal cantante e chitarrista d’accompagnamento Giordano «Jordi» Calestani, 60enne artigiano di Pastorello di Langhirano; alla batteria c’è Alfonso Cavalieri, 47enne che lavora in un’industria di serramenti a Pilastro come Luca Moretti, bassista 39enne. Completa il gruppo il chitarrista solista Alessandro Calestani, 30enne langhiranese oggi residente a Podenzano e figlio di Giordano. Il simbolo del gruppo è una «J» bianca inserita all’interno di un ottagono bianco su uno sfondo nero.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein: Lory del Santo, osceno denunciare dopo vent'anni

Hollywood

Lory del Santo: "Weinstein, osceno denunciarlo dopo vent'anni"

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

4commenti

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti 

«Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

IL CASO

Parchi, bagni «vietati» ai disabili

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 9

BORGOTARO

Venturi: «Punto nascita, chiusura inevitabile»

1commento

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

E' da rivedere per il 66% dei tifosi che hanno risposto al nostro sondaggio

1commento

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

4commenti

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

Tra viale Vittoria e via Gulli

1commento

monchio

Cade da una balza rocciosa: grave un cercatore di funghi 88enne

E' al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

3commenti

Anteprima Gazzetta

Intervista all'avvocato parmigiano che sparò ai ladri

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

CATALOGNA

200mila manifestanti in piazza a Barcellona

LAMPEDUSA

Donna denuncia: tentata violenza da parte di 5 migranti

2commenti

SPORT

CHAMPIONS

Napoli battuto a Manchester: recrimina per un rigore sbagliato

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

SOCIETA'

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

USA

California, cane-eroe resta col gregge, lo salva dal fuoco

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»