10°

18°

Band di provincia

Chained

Hanno fatto rivivere il grunge dei primi '90 sulle note degli A"Alice in chaines". Ora puntano a comporre brani propri

Chained

I Chained

0

«Grunge is dead» si leggeva all’inizio degli anni '90 sulla maglietta di Kurt Cobain, replicata in tutto il mondo. L’ironia di allora è oggi tristemente vicina al vero, se si pensa alla parabola discendente delle band di Seattle dopo il suicidio di Cobain dei Nirvana nel '94 e la morte per overdose di Layne Staley degli Alice in Chains nel 2002. Eppure, contro ogni previsione, almeno in provincia di Parma il grunge non è affatto morente, anzi: grazie ai Chained in tanti stanno riscoprendo il “Seattle sound” che ha segnato per sempre la storia del rock, oltre ad aver espugnato i walkman di mezzo mondo.
I Chained sono una «scommessa», come si autodefiniscono, lanciata da Alberto Stagni a Felino nel 2011. Lui, fan da sempre degli Alice in Chains, ma anche dei Pearl Jam, Soundgarden e Nirvana, veniva da un momento difficile della sua vita: la perdita del padre Renzo. «Ascoltavo tanta musica, – racconta – soprattutto gli Alice, il mio gruppo preferito: brani tanto duri ed energici quanto melodici e malinconici. Cercavo qualcosa per esprimere quello che stavo provando e “saltarci fuori”».
Dal rifugio musicale nel grunge nasce l’idea di una band. Inizialmente Alberto propone il progetto all’amico di sempre, Stefano Superchi, che non nasconde qualche perplessità iniziale, visto il genere oggi “di nicchia”. «Il grunge o lo ami o lo odi» commentano unanimi. Fortuna ha voluto che nel loro cammino trovassero altri a condividere la stessa passione. «Al Punto Guitars di Parma – raccontano – un po’ per caso abbiamo incontrato il chitarrista che faceva per noi, Alessandro Bergnoli, insieme a Thomas Curcio, il nostro primo bassista, che ha lasciato la band alla fine del 2013, lasciando il posto a Fabrizio Manici, che a sua volta ad aprile 2014 si è trasferito in Australia ed è stato sostituito da Francisco Marvasi».
L’ultimo acquisto della band è un giovane chitarrista, il 19enne Alberto Bottioni, figlio di un amico di Stagni. «La formazione degli Alice era di 4 elementi – spiegano – ma noi volevamo mantenere anche nel live la ricchezza di suoni che si sente nei cd, dunque serviva una chitarra ritmica. Alla prima prova non si è presentato, forse scoraggiato dalla differenza d’età (quasi 20 anni), ma poi si è unito a noi e ci troviamo benissimo».
L’atmosfera per chi entra nella “Punzle”, la saletta prove ricavata nella casa di Alberto, è accogliente: «Fare il nostro genere è complicato – ricordano – noi suoniamo per scommessa, senza grandi aspettative. Ma la cosa fondamentale è il feeling tra noi, la calma, il relax che si respira. Per noi non conta tanto la capacità musicale ma l’aspetto umano».
Modestia a parte i Chained vantano una preparazione musicale seria e un talento riconosciuto. Alberto Stagni ha una voce potente che sa controllare con naturalezza, senza bisogno di lezioni, e che ha scoperto per caso quando gli amici del gruppo Tnt di Parma lo hanno trascinato davanti al microfono del bar Mercury, dove lui faceva il deejay. Prima, Alberto aveva fatto parte coverband rock Guard Rails, oggi “Piano B”. Alessandro ha studiato all’Accademia musicale Mmmi e suonava nei Remedial Action War Plan. Stefano ha suonato prima nel gruppo ska Tony Town, poi per 3 anni nei Gwen, dove il bassista Francisco è rimasto 5 anni. La loro demo, uscita a giugno, è da ascoltare a tutto volume, ma è sul palco che danno il meglio e sanno lanciarsi in pezzi come “Nutshell” con una “guerra” di assoli tra chitarra e batteria.
«Molti ci ascoltano e vengono a farci i complimenti – spiegano – di solito i più giovani perché non conoscono il grunge e pensano siano pezzi nostri; i più grandi perché conoscono gli Alice, e questo ci fa ancora più piacere».

Chi sono
I cinque più uno nel segno del grunge
I “Chained” sono i felinesi Alberto Stagni, “Panzo”, 39enne (voce); Alberto Bottioni “Bottio”, 19enne (chitarra ritmica); Stefano Superchi “Lo Ste”, 38enne (batteria); i parmigiani Alessandro Bergnoli, “Lynch” 28enne (chitarra solista) e Francisco Marvasi, “Chicco”, 35enne (basso). È per sesto Giovanni Pigino, il fonico che nello studio a Baganzola ha lavorato all’incisione della prima demo.

Concerti
Il 26 luglio in strada Manara
La loro base è la “Punzle” la pittoresca e superaccessoriata sala prove che Alberto Stagni ha allestito nella sua casa di Felino e dove provano anche altre band. I Chained hanno aperto un gruppo su Facebook “Chained Aic Tribute” sul quale pubblicano foto, video live e aggiornamenti sui concerti. La prossima data è il 26 luglio, quando i Chained suoneranno in strada Manara.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande bellezza dell'Oltretorrente: 17 film per un quartiere, i video dei ragazzi

CONCORSO

La grande bellezza dell'Oltretorrente: tutti i video dei ragazzi e le video-interviste

Lealtrenotizie

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

Droga

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

4commenti

Incidente

Cordoglio per Valeriu Voina, il muratore che scolpiva il ghiaccio

Bogolese

Furti, bloccati tre incappucciati

1commento

Borgotaro

L'ultimo saluto a Danilo

PONTETARO

Chiave clonata: i ladri «svuotano» l'auto

1commento

foto dei lettori

Se un arcobaleno abbraccia un castello Foto

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

LIBRO DI GARANZINI

Emozioni del calcio di una volta

LEGA PRO

Le difficoltà compattano il Parma

FIERE

A MecSpe le novità tecnologiche made in Parma

Tg Parma

Il drammatico bollettino degli incidenti: da San Secondo a Parma Video

Due giovani donne investite in via Emilia Ovest e in via Traversetolo. Illeso un anziano dopo un terribile botto a Fontanellato

VIA VOLTURNO

Ospedale, rispunta un parcheggiatore abusivo. Fermato un nigeriano

Identificate e sanzionate altre sette persone

8commenti

anteprima gazzetta

L'emergenza droga ancora in primo piano. E i lettori ci ringraziano

Da San Leonardo alle scuole nuovi episodi. Intervista all'assessore Casa

6commenti

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

4commenti

Incidente

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito, vettura distrutta

3commenti

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Siamo uomini o robot?

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

IL CASO

Mandano alla madre la tessera sanitaria della figlia scomparsa

1commento

Londra

Il momento in cui la donna si getta nel Tamigi

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

GAZZAREPORTER

Che bell'arcobaleno a Langhirano

SPORT

f1

Australia: nelle libere Hamilton vola, Raikkonen quarto

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery