-2°

sorbolo

«Un nuovo limite del livello dell'Enza per ridurre le chiusure del ponte»

La Zanichelli e Fellini: «Dopo i lavori effettuati negli anni scorsi si può alzare»

«Un nuovo limite del livello dell'Enza per   ridurre le chiusure del ponte»
0

 

Tutta una questione di pochi centimetri. Ne potrebbero bastare anche solo una ventina in più per scongiurare chiusure così frequenti del ponte sull’Enza di Sorbolo, off limits per circa un’ora nel giorno di Santo Stefano e per sette ore domenica scorsa.
Secondo le valutazioni del sindaco di Sorbolo Angela Zanichelli e dell’assessore provinciale alla Viabilità Andrea Fellini una possibile soluzione sarebbe quella di prevedere un lieve innalzamento, anche solo nell’ordine di una ventina di centimetri, dell’attuale soglia degli undici metri del livello delle acque con cui scatta la procedura di chiusura del ponte sull’Enza, provvedimento che pregiudica i collegamenti diretti tra Sorbolo e Sorbolo Levante. «Pochi anni fa – spiega la Zanichelli – il ponte è stato oggetto di rilevanti lavori di consolidamento finanziati da Regione e Fer, le Ferrovie dell’Emilia Romagna visto che il ponte non è solo infrastruttura stradale ma anche ferroviaria. Con un investimento superiore al milione e mezzo di euro si era installata la passerella ciclopedonale che agevola i collegamenti tra Sorbolo e Sorbolo Levante, ma soprattutto si era consolidata l’intera struttura a partire dalle colonne portanti e dalle arcate. Dopo quei lavori, che non avevamo comunque comportato un innalzamento del ponte, si è avuto una struttura maggiormente stabile e sicura». Nonostante i lavori eseguiti la procedura di Aipo che dispone la chiusura del ponte è però rimasta invariata per cui quando il livello delle acque dell’Enza raggiunge a Sorbolo gli 11 metri deve essere disposto il blocco del passaggio del traffico veicolare e ferroviario. «Una soglia del genere – spiega ancora il sindaco – poteva essere giustificabile prima dei lavori. Ora, con una struttura maggiormente solida e grazie anche alla presenza delle due casse di espansione dell’Enza a Montecchio, si potrebbe innalzare tale soglia anche solo di una ventina di centimetri. Un provvedimento simile, ad esempio, avrebbe evitato le chiusure di Santo Stefano e di domenica scorsa».
Il tema dell’innalzamento della soglia sarà certamente al centro del tavolo tecnico che vedrà coinvolti, a giorni, i comuni di Sorbolo e Brescello, le province di Parma e di Reggio Emilia oltre all’Aipo. «In effetti si dovrebbe prevedere – sostiene l’assessore Fellini – in accordo con gli altri enti coinvolti una valutazione statica e strutturale del ponte per capire se effettivamente si può stabilire da parte di Aipo l’innalzamento della soglia. Quella del ponte sull’Enza di Sorbolo è una questione delicata: sino ad oggi abbiamo sempre cercato di ridurre al minimo le chiusure considerato il notevole flusso di mezzi che sfrutta questa infrastruttura».
Tra le richieste avanzate dall’amministrazione comunale di Sorbolo figura poi anche quella di avere un nuovo idrometro, maggiormente efficiente e sofisticato rispetto all’attuale asta graduata, in modo da poter intervenire con una maggiore precisione e previsione con gli eventuali provvedimenti di chiusura del ponte durante i quali fondamentale è la collaborazione di Protezione civile, alpini e Croce rossa. P.C.

scheda Pgn
La struttura
Un collegamento di grande importanza
Il ponte sull’Enza di Sorbolo rappresenta la principale via di collegamento tra due ampie zone delle province di Parma e di Reggio Emilia, zone che intrattengono tra di loro una stretta serie di rapporti commerciali e non solo. Del resto i centri abitati di Sorbolo e Sorbolo Levante, nel comune di Brescello, sono di fatto in continuità tra di loro tanto che molti sono i parmensi che lavorano nell’area industriale del comune reggiano così come i reggiani che usufruiscono dei servizi – commerciali, ma anche scolastici – della sponda parmense. Le frequenti chiusure del ponte – negli ultimi due casi avvenute fortunatamente in giorni festivi – comportano quindi non pochi disagi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

8commenti

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

11commenti

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Porporano

Incendio di canna fumaria: sono intervenuti i vigili del fuoco

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

14commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

Parmense

Breve blackout a Salsomaggiore

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

12commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017