-0°

16°

Soragna

Tourist Card, alla scoperta della Bassa

Tourist Card, alla scoperta della Bassa
Ricevi gratis le news
0

 

Si chiama “Soragna tourist card”, ed è un invito speciale ad andare alla scoperta del bel centro della Bassa e del suo territorio. Una card promozionale pensata per i turisti, capace di offrire loro diversi vantaggi e sconti e nata per far sì che chi viene a visitare Soragna non si limiti a una visita-lampo ma si fermi più a lungo. L’iniziativa è realizzata dall’Ufficio Turistico di Soragna (gestito da Itinera Emilia), ed è realizzata con il patrocinio del Comune e della Provincia.
“Un progetto di rilievo, che nasce sotto il segno della sinergia tra realtà diverse. Credo che questo sia il modo migliore per promuovere il territorio”, ha detto aprendo la presentazione di oggi al Parma point l’assessore provinciale al Turismo Agostino Maggiali.
“Soragna ha voluto fare una scommessa, una scommessa importante, puntando sulle sue peculiarità. L’abbiamo fatto programmando un’attività turistica e culturale della quale la Soragna tourist card è uno degli step”, ha osservato Federico Giordani, assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Soragna, che ha sottolineato come il progetto guardi oltre il comune: “È importante il territorio, perché Soragna da sola non può fare nulla. Noi dobbiamo “vendere” il comune ma anche il territorio, dove c’è davvero tanto di bello da vedere”
Soragna, piccolo centro della bassa parmense, è meta conosciuta ai turisti e ai viaggiatori che amano scoprire con lentezza le cose “belle” che l'Italia offre, ed è conosciuta soprattutto grazie alla splendida Rocca Meli Lupi, che è parte del circuito dei Castelli del Ducato.
Ma Soragna non è solo Rocca, come dimostra la scelta del Comune di aprire un Ufficio Turistico impegnato nelle attività di front office e back office per la promozione del territorio: nel piccolo borgo di meno di 5000 abitanti, si trovano infatti la Sinagoga e il Museo Ebraico Fausto Levi, il Museo della Civiltà Contadina, il Museo del Parmigiano Reggiano, oltre a stabilimenti di produzione e vendita di Culatello e Parmigiano Reggiano; a pochissimi chilometri, le Terre di Verdi e altri meravigliosi Castelli.
Lo scopo del progetto “Soragna Card” è quello di mettere in rete le varie possibilità che il territorio offre, invogliando i visitatori ad allungare il soggiorno dalla classica mezza giornata ad almeno 2 giorni, offrendo sia informazioni complete sia vantaggi in termini economici e di servizio.
La formula della “card” allegata a una brochure esplicativa e collegata al sito internet www.soragnaturismo.it (di prossima apertura) serve a fidelizzare e a mantenere a lungo la memoria del luogo, offrendo spunti di visita sempre nuovi e proposte “in esclusiva” per i soci che verranno periodicamente comunicate. Tutto il progetto è concepito per allargare il raggio d'azione anche al turismo straniero, che è sempre più numeroso ed esigente.
“La Soragna Card è uno strumento che punta su parole chiave come sinergia, territorio, cultura, enogastronomia. Crediamo che il turismo sia un bel modo di fare economia: l’idea della Card mira anche a questo”, ha spiegato Claudia Cattani di Itinera Emilia.
Due le componenti essenziali del progetto: da un lato l'offerta di sconti e vantaggi da parte degli istituti museali aderenti e dei partner commerciali (ristoranti e alberghi in primis); dall’altro la realizzazione di una proposta turistica, “Parmigiano e Culatello nel feudo del Principe”, che prenderà il via la prossima primavera, un vero e proprio “Gourmet Tour” con guide abilitate e specializzate aperto a turisti e visitatori occasionali che vogliano scoprire le eccellenze gastronomiche del territorio: oltre alla visita agli stabilimenti produttivi, sarà possibile per i partecipanti degustare direttamente i prodotti e fare acquisti negli spacci aziendali a “chilometro zero”, con sconti e omaggi riservati ai possessori della card.
Alla card hanno già aderito diverse realtà del territorio, ma per chi è interessato al progetto la possibilità di partecipare al circuito “Soragna Tourist Card” resta sempre aperta.
Tanti i presenti alla conferenza stampa di oggi. Tra questi anche il presidente dell’Associazione Musei del cibo Maurizio Ceci (“Siamo in una fase di rilancio dei musei e tutto quello che gli si muove intorno è importante; nel 2015 avremo 20 milioni di visitatori su Milano e occorre attrezzarsi”) e il principe Diofebo Meli Lupi di Soragna, che ha parlato di “iniziativa molto interessante realizzata grazie a una bella unione fra le varie attività; Soragna ha tante qualità, tante belle cose da far vedere ancora poco valorizzate: questo può essere un modo significativo per promuoverle”.
Strumento essenziale della Soragna tourist card sarà la promozione tramite i Social network e la rete, attraverso i siti internet di riferimento, le pagine facebook e l'invio di newsletter.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

PACIFICO

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

6commenti

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

anteprima gazzetta

Quei ragazzini terribili che imperversano in centro Video

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

2commenti

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

4commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

verso le elezioni

Da "W la fisica" a "Poeti d'azione" e "Rinascimento" (Big compresi) Ecco tutte le liste

Chiuso il termine per la presentazione in Viminale dei simboli: tra 48 ore si saprà chi è ammesso

posticipo

L'Avellino espugna Brescia tra mille emozioni La classifica di serie B

IL CASO

Omicidio di Michelle, l'ex fidanzato «totalmente capace di intendere e volere»

2commenti

brescello

Ricicla su Internet motori diesel rubati, denunciato 50enne parmigiano

POLITICA

M5s, Ghirarduzzi replica a Pizzarotti: "Il suo è effetto cadrega"

1commento

PARMA

Oltretorrente: cori gospel in strada per contrastare lo spaccio Video

Iniziativa di "Oltretutto Oltretorrente" con il coro gospel Zoe Peculiar

11commenti

TORRILE

Fine dell'incubo per i vicini del piromane

WEEKEND

Bancarelle, musica e benedizioni degli animali: l'agenda della domenica

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

L'ESPERTO

Imu: cosa succede se il figlio lavora all'estero

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

praga

Rogo in hotel, l'attore Alessandro Bertolucci: "Salvo ma ho visto morire due persone"

violenze su minori

Abusi su due figlie: il "mostro" smascherato da un tema scolastico è il papà

SPORT

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

manifestazione

Bimbi e tifosi abbracciano il Felino (contro tutte le mafie) Gallery

SOCIETA'

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

gazzareporter

Dall'Appennino alle Alpi

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti