-4°

BERCETO

Lucchi: "I soldi restino ai Comuni per interventi contro il dissesto idrogeologico"

Luigi Lucchi sindaco di Berceto

Luigi Lucchi

0

Lasciare i soldi delle imposte locali ai Comuni, vincolandoli per interventi della difesa del suolo, in modo da affrontare il dissesto sul territorio: è la proposta al governo avanzata da Luigi Lucchi. Il sindaco di Berceto parte dalla tragedia avvenuta in provincia di Treviso in seguito a una "bomba d'acqua", per una riflessione sul dissesto idrogeologico nel nostro Paese e sul modo in cui gli enti locali possono affrontarlo. Berceto, ad esempio, dal 2012 ha versato allo Stato 1,7 milioni di euro, che secondo Lucchi potevano essere usati per il territorio anziché finire "nel pozzo di San Patrizio del bilancio statale". 

Ecco la lettera di Luigi Lucchi:

Signor direttore,
tutti convengono, ora, dopo un’ulteriore tragedia, quella nel Trevigiano, che le così dette bombe d’acqua, in Italia, non sono e non saranno un’eccezione. Assistiamo anche alla solita passerella di politici, amministratori e tecnici che cospargono la triste realtà di buoni propositi. Non ci lasciamo mancare neppure le immancabili polemiche e il desiderio di esorcizzare il tutto con la definizione di un capro espiatorio. Sono le premesse, anche se desidererei un’inversione di tendenza, per lasciare tutto com’è e a maggior ragione ora che le poche risorse del Paese vengono stiracchiate da un settore all’altro come era un tempo per gli ottomilioni di baionette.
Resto ugualmente, perché è un dovere per un amministratore pubblico, ottimista e fiducioso e confido, signor direttore, che l’autorevolezza del suo giornale abbia più successo della mia lettera inviata il 15 marzo al Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, per sostenere questa proposta che avrebbe, a mio avviso, il pregio d’essere poco burocratica e subito attuabile, cantierabile:
lasciare i soldi ai comuni, delle tasse ed imposte comunali, vincolandoli, come Governo, per interventi della difesa del suolo per affrontare il dissesto gravissimo di tutto il territorio. 

Il Comune di Berceto, ad esempio, dal 2012 ha versato allo Stato, dall’importo dovuto per tasse e imposte comunali, circa 1,7 milioni (unmilionesettecentomila euro). Se queste risorse invece di finire, scandalosamente (sono soldi di tasse e imposte comunali), nel pozzo di San Patrizio del bilancio statale il Governo ritornassero al Comune, ai Comuni, con l’obbligo d’intervenire sul territorio per contrastare il dissesto, l’abbandono, posso garantire che il “volto” del territorio comunale di Berceto e parimenti quello dell’Italia, cambierebbe velocemente in meglio offrendo anche un senso di sicurezza agli abitanti. Abbiamo tecnici sia comunali che del Servizio Difesa del suolo, del Consorzio di Bonifica oltre che la risorsa della saggezza di molti anziani che conoscono il territorio, che ci permetterebbero di spendere bene queste risorse facendo interventi utili, rispettosi dell’ambiente, e finalmente di prevenzione.
Ha idea, signor direttore, di come sarebbe governato e salvaguardato il territorio del Comune di Berceto con investimenti costanti, anno per anno, con questi importi?

Luigi Lucchi
Sindaco di Berceto


Berceto, lì 6 agosto 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Tragedia di Cascinapiano: il sindaco di Langhirano: "chieste le strisce pedonali"

Incidente

Un mazzo di fiori sul banco: così gli amici hanno ricordato Filippo in classe Video

Il sindaco di Langhirano: "Già chieste le strisce pedonali alla Provincia"

1commento

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

IL FATTO DEL GIORNO

La morte di Filippo: oltre al dolore, la rabbia per i mancati interventi per la sicurezza Video

Terremoto

Vigili del fuoco e volontari di Parma pronti a partire per l'Italia centrale Video

tg parma

A Parma dai figli, arrestato latitante siciliano che deve scontare 15 anni

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: grave un camionista

Il caso

Il Tar dà ragione a Medesano: sì alla farmacia a Ramiola

tribunale

Molestò operaia durante la campagna del pomodoro: condannato caporeparto

BASILICAGOIANO

Omicidio Habassi: Del Vasto capace di intendere e volere

tg parma

Greci, dai Nuovi consumatori alla candidatura alle comunali Video

5commenti

Calciomercato

Matteo Guazzo-Modena: salta tutto

Niente intesa sull'ingaggio, tegola per il mercato del Parma che ora ha un over di troppo.

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

16commenti

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

1commento

Fotografia

Parma di Badignana: la cascata

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

3commenti

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Italia centrale

Terremoto e neve: un morto. Nuova scossa in serata

PADOVA

Orge in canonica con 9 donne: prete nei guai

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta