animali

Lupi a Berceto: sbranata cavalla morta

cavallo
Ricevi gratis le news
27

La foto postata su Facebook è da pugno nello stomaco, e per questo l'abbiamo oscurata, e racconta di una cavalla sbranata a Tugo di Berceto. Dai lupi, si sostiene, rilanciando l'allarme per quella che alcuni considerano una troppo ampia presenza di questi animali sull'Appennino.

La conferma che di lupi si sia trattato viene da due veterinari interpellati dal Comune. "Lupi sì, ma la cavalla era già morta, non è stato un attacco". Ma il dibattito continua, il problema c'è e va affrontato ed è forse vero quello che commenta uno dei due medici: "Non siamo pronti al ritorno della selvaticità".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • stefano

    07 Gennaio @ 16.22

    Vede perchè Signor Balestrazzi le ho proposto di abilitare i commenti su facebook? evita i ritardi e non vi tocca censurare per non incorrere in guai procurati dagli oppositori della democrazia. Se vuole ve lo gestisco io gratis per puro spirito libertario. Parola.

    Rispondi

    • 07 Gennaio @ 17.22

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Grazie, ma in 8 anni non ho mai avuto (purtroppo) la sensazione che la funzione di moderazione sia inutile. E non credo che i nostri interventi (parlo anche dei miei) siano sempre così fondamentali da non poter attendere qualche minuto o, in casi eccezionali, anche qualche ora.

      Rispondi

      • stefano

        07 Gennaio @ 17.58

        ero sicuro che non avrebbe capito. Mai sentito parlare di libertà di espressione e " pensiero libero"? Non parlavo di minuti o ore di attesa, parlavo di espressioni libere in tempo reale senza coinvolgere Voi direttamente . Rinnovo l'appoggio gratis.

        Rispondi

        • 07 Gennaio @ 18.07

          REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Forse è lei che non ha capito un paio di cose. La prima è il tono che la prego di modificare, se vuole continuare ad essere ospitato qui come le accade solitamente senza problemi. La seconda è che lo spazio commenti continuerà ad essere regolato esattamente come adesso. Nulla, però, le impedisce di aprire un sito suo dove gestire i commenti come vuole lei. Comunque ancora grazie per l'offerta, che però non ci interessa.

          Rispondi

        • stefano

          08 Gennaio @ 11.07

          Mi scuso per il tono, a volte non guardo la forma. Per la gestione certamente fate come volete, la mia era una proposta per potere esprimere liberamente il proprio pensiero.

          Rispondi

  • stefano

    07 Gennaio @ 15.22

    Chiedo cortesemente a tutta la provincia di documentare avvistamenti di cani inselvatichiti , io so che in appennino ci sono da sempre lupi, ma ci sono persone tipo Il Dottor Mezzatesta che sono convinti che le uccisioni in provincia siano da sempre causa dei cani, secondo lui i lupi non ci sono. Pertanto chiedo agli abitanti del nostro appennino di documentare avvistamenti e lupi di modo che possiamo fare un censimento o una stima approssimativa. Vorrei disincentivare le persone come il Dottore tuttologo che vengono da fuori con la presunzione di sapere tutto del luogo. Potete mandare avvistamenti sia fotografici che visivi a stefano.greci@libero.it.

    Rispondi

    • giorgio mezzatesta

      07 Gennaio @ 18.53

      mi piacerebbe tanto sapere perchè lei si inventa le cose. Sono in difficoltà a capirla. Infatti mai detto che i lupi non esistono e che ci sono solo cani inselvatichiti. Lei mi mette parole in bocca mai proferiti e non capisco il perchè.E' strano. Ho semplicemente affermato che gli avvistamenti dei lupi e gli sbranamenti di animali possono essere dovuti a confusione e al desiderio come il suo di colpevolizzare sempre e comunque i lupi. E poi lei mi ha risposto pure sulle "lettere al direttore" dove spiegavo come difendersi dai lupi. Veramente non riesco a capirla...ma!

      Rispondi

      • stefano

        08 Gennaio @ 12.23

        A volte mi rendo conto che non mi spiego bene, ci riprovo. Lei continua a dire che da noi ci sono cani inselvatichiti e ogni volta che si parla di lupi Lei interviene per dire che potrebbero essere cani. Da noi i cani inselvatichiti non esistono, non si sono mai visti. Se lei è così convinto che ci siano branchi di cani lo documenti. I lupi quando ero bambino li ho visti solo nei dintorni della Cisa, ora sono dappertutto e è documentato da centinaia di testimonianze. Si ricorda qualche anno fa che un esemplare è stato catturato e curato a Parma in tangenziale? Io amo i lupi e non li colpevolizzo, sono animali splendidi che cercano di sopravvivere , ma stanno diventando troppi e di conseguenza un potenziale pericolo, a mio parere. E non si può nemmeno pretendere di circondare l'appennino di migliaia di km di rete elettrica. 30 o 40 anni fa i lupi erano pochi e non creavano problemi, ora sono ovunque.

        Rispondi

        • giorgio mezzatesta

          08 Gennaio @ 14.58

          finalmente una risposta corretta. I lupi ci sono e, probabilmente, a forza di colpevolizzarli si finirà per abbatterne una parte. Ci può scommettere. vede, Stefano, quando leggo "cane sbranato da un lupo e lasciato lì" mi sorge il legittimo sospetto che non si tratta di un lupo. Idem quando leggo"lupi entrano in un gregge e uccidono un piccolo cane senza toccare una pecora." In questi casi propendo più per cani randagi o inselvatichiti. Nel caso poi della cavalla morta, dove 2 miei colleghi dichiaravano essere stati lupi, ho dei sospetti. Come abbiano fatto a capire che si trattava di lupi avendone visto solo le impronte e le ferite sulla carcassa che sono indistinguibili(mi creda) da quella dei cugini selvatici. Poi magari sono stati davvero dei lupi. Non lo sapremo mai. I lupi ci sono come anche i cani vaganti, ma non trovo corretto , anzi lo trovo provocatorio e pericoloso, additare sempre i lupi come animali feroci e sanguinari, colpevoli di ogni morte di animali.

          Rispondi

        • stefano

          08 Gennaio @ 16.05

          Gira e rigira... Lei afferma che ci sono cani selvatici, può testimoniarlo o va a supposizioni? Si o no, semplice. Lo chiedo da mesi. Lei afferma con certezza che sono cani ma non spiega come lo sa e tira in ballo fantomatiche statistiche a livello nazionale, ora dice che sono sospetti ma comunque non dice nulla. Dia una risposta. Lo so che impronte dentali non sono significative ( sono un ex cacciatore ) e per le impronte invece avrei da ridire, a meno che non abbiamo branchi di rotweiler allo stato brado mi viene strano pensare che le impronte dei lupi possano confondersi con cani di 25 kg di media. P.S. i lupi non sono sanguinari, cacciano per mangiare e non sono colpevoli di ogni morte, ma di tante si. Qualche mese fa anche di un paio di cagnetti a Bannone. Mai sentito di un cane che mangia un altro cane? In Emilia? Mi piacerebbe avere qualche risposta e non altre domande, io ho sempre risposto, lei MAI. Cordiali saluti.

          Rispondi

        • giorgio mezzatesta

          08 Gennaio @ 19.03

          non è vero che non rispondo. Lo faccio secondo le mie conoscenze che magari non collimano con le sue e le sembrano "non risposte". Più che dirle che l'ISPRA ha dichiarato che nella nostra regione ci sono 200 lupi e 800 cani inselvatichiti, cosa devo dirle? Vuole che li vada a contare? Io mi fido di questi censimenti, lei evidentemente no.

          Rispondi

        • stefano

          08 Gennaio @ 19.45

          Non si parlava della provincia? Ora si parla della regione? Mi dispiace contraddire gli esperti di Roma ma i lupi sono di più solo nella nostra provincia, e l'appennino è vasto.. I cani invece non li ha mai visti nessuno, e nemmeno IPRA fornisce testimonianze ma solo dei "sentito dire" e pertanto scientificamente inaffidabili, e lei come dottore dovrebbe concordare con le prove scientifiche. Ma lei da fiducia a un ente che non ha mai messo piede fuori da roma e non sa che succede nel mondo? Padrone di farlo, per carità, ma non dia per verità assolute quello che dicono certi enti. A mio parere anche inutili, basta dare un occhiata al sito per vedere di che si occupa. riguardo all'andarli a contare, se io come lei fossi convinto sostenitore di una tesi mi preoccuperei di avere dei dati in mano e andrei anche a contarli e non proporrei come unica prova un ente inutile che ci costa milioni di euro anno per fare censimenti senza riscontri reali . P.S. ispra non dice dove li hanno visti?

          Rispondi

  • stefano

    05 Gennaio @ 21.25

    Mezzatesta , I cani selvatici non esistono a parma e provincia, è un fatto. I lupi si.

    Rispondi

    • giorgio mezzatesta

      06 Gennaio @ 08.00

      ce ne sono eccome!!!!!!

      Rispondi

      • stefano

        06 Gennaio @ 11.59

        Dica in che zona e quanti. Sono 50 anni che frequento le zone più impervie della provincia e nostri montanari. Però guarda caso sanno dove sono i lupi ma non hanno mai visto cani selvatici. Non è che stare in ambulatorio a ascoltare le anzianotte con i cocker le ha un pò influenzato il giudizio? Lo dico perchè i lupi sono un pò ovunque, anche a bassa quota e i cani selvatici non durerebbero molto quando scovati dai lupi non crede? 15 anni fa sono stato il primo a avvistare gli istrici vicino a traversetolo, non li ho visti ma ho trovato le tane le tracce e molti aculei, avvisato le guardie mi hanno detto che un avvistamento non basta per la certezza del fatto. Ora , per i lupi ho tantissime testimonianze , li ho anche avuti davanti al cancello di casa ( a torre di traversetolo ) , quante testimonianze affidabili ha per i cani selvatici?

        Rispondi

        • giorgio mezzatesta

          06 Gennaio @ 13.57

          le statistiche ci dicono che il 30% delle aggressioni sono dovute ai cani inselvatichiti. Molti poi non sanno riconoscere i cani dai lupi e appena vedono un quattrozampe adulto ci vedono subito un lupo. I cani inselvatichiti vivono in branchi e pertanto sicuri dagli attacchi.

          Rispondi

        • stefano

          06 Gennaio @ 18.09

          E' la seconda volta che le faccio una domanda precisa e che lei fa finta di niente. Dove sono questi branchi di cani selvatici? Chi li ha documentati? Cita sempre questa fantomatica statistica probabilmente redatta da qualcuno che nemmeno c'e' mai stato in emilia.

          Rispondi

        • giorgio mezzatesta

          07 Gennaio @ 07.22

          Stefano, vada su internet e clicchi "cani inselvatichiti" rimarrà atterrito! Il fenomeno infatti è in aumento per 2 motivi: l'abbandono della montagna e il mancato controllo e cattura dei cani randagi. Semplice no?

          Rispondi

        • stefano

          07 Gennaio @ 08.15

          Ci ho riguardato per scrupolo, e come dicevo nessuno parla di cani inselvatichiti nella nostra provincia, ma lo sapevo già. Magari andando a ravanare per due giorni un articoletto scritto non si sa da chi lo troverei. Lei afferma sempre che da noi ci sono branchi di cani inselvatichiti senza mai portare nemmeno una testimonianza, non sembra molto serio. Probabilmente non può.

          Rispondi

        • jumbler

          07 Gennaio @ 16.25

          Secondo i dati Ispra nella nostra regione ci sono circa 200 lupi e oltre 800 cani inselvatichiti o ibridi.

          Rispondi

        • giorgio mezzatesta

          07 Gennaio @ 11.58

          dai Stefano non faccia così! E' evidente che le stime si facciano a livello nazionale!!!! Secondo lei come potrebbe essere diverso da noi rispetto al resto d'Italia. Lei dovrebbe insegnarmi che se un cane randagio non viene accalappiato è molto facile che si unisca ad altri cani e faccia branco. Da noi i servizi di cattura cani latitano e pertanto.....Si tranquillizzi nella nostra provincia ce ne sono fin troppi. Quando andavo in Provincia e mi incontravo coi cacciatori, l'obiezione era sempre la stessa:ci sono troppi cani nelle campagne e nei boschi, noi che giriamo li vediamo....

          Rispondi

        • stefano

          07 Gennaio @ 15.17

          Vede dottore, io non sono come lei, sono un umile ex cacciatore di volpi in tana e attualmente conduttore e istruttore EDD, e abituato a trattare con elementi pericolosi sono molto pratico , non sono un veterinario e pertanto so che non ho il Suo grado di istruzione, ma ho il dono dell'intelletto e quindi sono portato a ragionare. Lei ha fatto centinaia di interventi parlando sempre di cani e in pratica dicendo degli ignoranti a chi diceva che ci sono i lupi. Delle stime a livello nazionale sinceramente non ci interessa, non siamo in calabria ma a 1000 km di distanza. Attendo ancora di sapere dove sono visto che ne sembra sicuro, ma se non lo è e lo sa per sentito dire, per piacere la smetta di intasare i commenti con "mio cugino mi ha detto", altrimenti si faccia avanti e parli senza paura. Si possono avere i nomi di questi cacciatori visto che ne conosco tanti?

          Rispondi

  • giorgio mezzatesta

    05 Gennaio @ 18.53

    non comprendo come i colleghi siano riusciti a stabilire che a sbranare la cavalla già morta siano stati i lupi. Non c'è infatti alcuna differenza tra i cani e i lupi nel modo di mangiare una preda. Come anche nel lasciare le impronte sul terreno. Vorrei che mi spiegassero. Grazie.

    Rispondi

    • stefano

      07 Gennaio @ 18.03

      Vorrei dire che i colleghi sono intelligenti e come ognuno di noi sa che in provincia di parma non ci sono cani selvatici, ma non posso dirlo, non posso perchè altrimenti lei come al solito svicola e non risponde ai quesiti più importanti. vorrei anche dire che quando non c'era gente come lei forestiera e portatrice di verità assolute si stava meglio.

      Rispondi

      • 07 Gennaio @ 18.09

        REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - I toni di questo "dialogo" mi stanno sempre più ispirando la tentazione di utilizzare il nostro capace cestino......Come sempre, io lascio scegliere ai lettori se intendono essere pubblicati o se preferiscono solo litigare. Nel secondo caso, non qui. Grazie

        Rispondi

  • Giovanni

    05 Gennaio @ 16.53

    Ma nessuno si è preoccupato del perché è morta la cavalla?

    Rispondi

    • AndreaC

      05 Gennaio @ 18.41

      Sarebbe proprio bello saperlo.... anche se dubito che venga scoperto.... e ancora di più dubito che, se ci fosse responsabilità di qualcuno, venga punito l'autore di tale "dimenticanza".....E' più semplice porre l'accento sul fatto che i "lupi" abbiano fatto banchetto.

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

31commenti

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

anteprima gazzetta

L'alluvione e il black-out nel Parmense: danni, disagi, paura e storie

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

8commenti

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS