20°

31°

la storia

Quando la solidarietà è da Formula uno

La nuova Tac

La Tac e Giocamico

0
Gabriele Balestrazzi
Ogni anno è come sfogliare il nuovo capitolo di un libro toccante e coinvolgente. Ogni anno la festa del ringraziamento di Giocamico scorre attraverso i numeri, concretissimi simboli di un'attività fondamentale al fianco dei bambini ricoverati in ospedale e delle loro famiglia.
Ma poi, al di là dei numeri, ci sono sempre momenti che tocano il cuore, soprattutto perchè vedi che gesti e parole non sono formali, ma nascono dal cuore:
E' così per la ragazza che dopo anni di ricovero in Oncoematologia pediatrica ha sentito che a sua volta doveva e voleva restituire quello che aveva ricevuto da piccola paziente. E così, è diventata lei un Giocamico, al servizio dei bambini di oggi.
E quando nella sala è stato sollevato il drappo, sembrava davvero di essere alla presentazione delle Ferrari di Formula 1. Anche perchè la dinamica dell'oggetto sotto il drappo ricordava davvero una formula uno: una risonanza magnetica, fedele ricostruzione di quelle vere, per abituare meglio il bambino a familiarizzare prima dell'esame medico. Un gesto che vale per quello che fa guadagnare, in termini di tempo e di efficienza, ma che soprattutto dimostra come davvero a Parma si è riusciti a mettere i bambini al centro del "loro" ospedale, inaugurato 7 mesi fa.
Un doppio capolavoro: di solidarietà, ma anche di imrprenditoria e di qualità da grande artigianato. Una iniziativa che ha messo insieme diverse aziende del Parmense: eccellenze che si sono messe insieme in un coro solidale degno davvero del bicentenario verdiano.  (vedi comunicato a fine articolo)
La cronaca della Festa della riconoscenza (Gazzetta di Parma 17 novembre)
Chiara Pozzati
Piccoli sotto esame. Ogni giorno, nel nostro ospedale, un bimbo viene sottoposto a tac o risonanza magnetica. Quaranta, quarantacinque minuti, fermi e immobili in quello che sembra un tunnel. Ma se lo strumento diventa gioco, da conoscere ed esplorare, la paura svanisce. Una «mini-risonanza», ecco il dono di Enrico Campari, il «mago» dei parastinchi, arrivato ieri nelle corsie dell’Ospedale dei bambini. Molto più di un semplice regalo per una data importante sul calendario. Già, perché l’associazione Giocamico, 15 anni di onorata carriera, ha dato il via alla tradizionale Festa della riconoscenza. Una realtà che accompagna per mano i piccoli, allevia le angosce delle famiglie e contribuisce a rendere le corsie (quasi) come casa propria. Ecco l’obiettivo della onlus guidata da Corrado Vecchi. E se il gioco diventa salute, serenità, scambio di amicizia , il sostegno del sodalizio si conferma la terapia buona. Insieme ai volontari dell’associazione ci sono i rappresentanti delle istituzioni e tutta la «famiglia» dell’ospedale. «La mamma dice sempre che non so star fermo» oppure «Ho paura dell’ago»: ecco le frasi tipo dei piccoli che si apprestano a sottoporsi a questo tipo di esami. I camici bianchi rispondono con pazienza e il paziente, a volte di pochi anni, esplode in un sorriso. «Credo che la Festa della riconoscenza sia un momento prezioso, fondamentale per la comunità – apre Leonida Grisendi direttore generale del Maggiore – e non solo. La risonanza magnetica è un esame che mette a dura prova perfino gli adulti. Ancora una volta, attraverso il gioco, i pazienti rispondono meglio al percorso di diagnosi e cura. Un modo semplice per accompagnare i bambini durante le terapie». Anche l’assessore al Welfare del Comune, Laura Rossi, e Marcella Saccani, assessore provinciale ai Servizi sociali, riconoscono il «grandissimo valore di questo dono. Ma soprattutto dell’associazione Giocamico, che allevia non solo il dolore dei pazienti ma anche quello delle famiglie». L’ultima parola spetta al «papà» di Pediatria e Oncoematologia pediatrica, Giancarlo Izzi, che rilancia sull’importanza della serenità dei bambini. «Ogni giorno i nostri piccoli si sottopongono a visite specialistiche. Il sostegno, l’impegno, l’esperienza di questa associazione sono diventati un tassello fondamentale per la salute dei bambini».

Come è nata la mini-risonanza (comunicato)
La B.F.B. ha realizzato gli stampi in acciaio per la realizzazione del tunnel e della bocca d’ingresso della risonanza più la fornitura delle sfere di scorrimento per la barella.                                                                                                                                                      Con questi stampi la Campari Compositi ha poi realizzato i particolari in fibra di carbonio.  
La Famiglia Ampollini  ha ho fornito i legnami per la realizzazione della parte strutturale della risonanza.                                                                                      
I Fratelli Aimi  hanno fresato i legnami per la realizzazione della base, delle centine di supporto per il tunnel della risonanza e la barella scorrevole
La carrozzeria Eurocar è anche specializzata nella verniciatura di particolari in composito, ed è per questo che ha contribuito all’ iniziativa, verniciando il tunnel e la bocca d’ingresso in fibra di carbonio della risonanza.
Alessandro Mora, artista parmigiano per la lavorazione del legno ha fornito la consulenza per il trattamento di finitura della struttura in legno della risonanza.
Color più ha fornito gli smalti speciali base acqua per la verniciatura di tutta la struttura in legno.
Custom Interiors ha fornito il materiale ed eseguito il rivestimento della barella e del tunnel superiore della risonanza. 
La Campari compositi ha realizzato il progetto della risonanza, i particolari in fibra di carbonio, il montaggio e coordinato tutte le  lavorazioni eseguite dal pool.
                                                                                                                                              
La B.F.B. ha realizzato gli stampi in acciaio per la realizzazione del tunnel e della bocca d’ingresso della risonanza più la fornitura delle sfere di scorrimento per la barella.Con questi stampi la Campari Compositi ha poi realizzato i particolari in fibra di carbonio.  
La Famiglia Ampollini  ha fornito i legnami per la realizzazione della parte strutturale della risonanza.                                                                                      
I Fratelli Aimi  hanno fresato i legnami per la realizzazione della base, delle centine di supporto per il tunnel della risonanza e la barella scorrevole
La carrozzeria Eurocar è anche specializzata nella verniciatura di particolari in composito, ed è per questo che ha contribuito all’ iniziativa, verniciando il tunnel e la bocca d’ingresso in fibra di carbonio della risonanza.
Alessandro Mora, artista parmigiano per la lavorazione del legno ha fornito la consulenza per il trattamento di finitura della struttura in legno della risonanza.
Color più ha fornito gli smalti speciali base acqua per la verniciatura di tutta la struttura in legno.
Custom Interiors ha fornito il materiale ed eseguito il rivestimento della barella e del tunnel superiore della risonanza. 
La Campari compositi ha realizzato il progetto della risonanza, i particolari in fibra di carbonio, il montaggio e coordinato tutte le  lavorazioni eseguite dal pool.
                                                                                                                                              

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Morto svedese Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Lutto nel cinema

E' morto l'attore Michael Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

Serena Williams sulla copertina di Vanity (Ed. Usa)

Il caso

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

sassari

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

Notiziepiùlette

Nabila: «Io, al servizio di Parma»
Consigliera marocchina

Nabila: «Io, al servizio di Parma»

Ultime notizie

Autovelox e autodetector: la mappa dei controlli

Autovelox (foto d'archivio)

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana 

Lealtrenotizie

Truffa milionaria, agente immobiliare condannato a 7 anni e mezzo

IL CASO

Truffa milionaria, agente immobiliare condannato a 7 anni e mezzo

furti

Svaligiato il circolo Rapid

1commento

gazzareporter

Il triste tour dei vetri rotti tocca via Emilio Lepido

ATENEO

Preghiera musulmana, inaugurato lo spazio

6commenti

il caso

Sequestro Dall'Orto, nuove indagini dopo 29 anni

TRIBUNALE

Armi e bossoli in casa, primi due patteggiamenti per la banda dei sardi

Intervista

Ermal Meta: «Il mio sogno si chiama musica»

La foto "virale"

Gocce di pioggia su di loro: ed è record di clic

Impresa

L'America's Cup parla parmigiano

SERIE B

Le vacanze dei crociati

LUTTO

La morte di don Bricoli, storico parroco di Riccò e di Vizzola

Incidente

Ciclista investito alle porte di Basilicagoiano (Video)

E' ricoverato in Rianimazione

3commenti

furto

Folle notte al Barino, video 1: i ladri se ne vanno con la cassa, video 2  il secondo "visitatore" con 2 bottigliette d'acqua

16commenti

EMERGENZA

Siccità: in pianura la falda ha autonomia solo per altri 70-90 giorni Video

2commenti

musica

Silvia Olari ci racconta "Fuori di Testa" Videointervista

Crisi pd?

Bonaccini: "Parma poteva essere laboratorio nazionale". Franceschini: "Nati per unire, non dividere"

12commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Pd, quanti errori dietro l'ennesima batosta

di Stefano Pileri

6commenti

ITALIA/MONDO

il delitto

Garlasco: la Cassazione conferma i 16 anni a Stasi

catania

Scafista tradito da un selfie: fermato

SOCIETA'

salute

Drogometro, in 8 minuti scova gli ''sballati'' alla guida

INFORMATICA

Maxi attacco hacker in Russia e Ucraina

SPORT

SEMIFINALE

Gli azzurrini in dieci: la Spagna dilaga

vela

Coppa America, trionfo New Zealand. Primo sfidante Luna Rossa. Azzurra? Forse torna

MOTORI

LA PROVA

Nissan, 10 anni di Qashqai. Ecco come va il nuovo Foto Dati tecnici

ANTEPRIMA

Arona, ecco il Suv compatto secondo Seat