12°

Buone Notizie

Un'ancora di salvezza per le mamme «bambine»

Un'ancora di salvezza per le mamme «bambine»
Ricevi gratis le news
0

Virna Boiardi

Trent'anni di aiuto, appoggio, sostegno e accoglienza. Trent'anni di Cav, il Centro di Aiuto alla Vita di Parma (che ha sede in via Sidoli nei pressi della chiesa della Trasfigurazione) la cui celebrazione più significativa non può che risiedere nel racconto di alcune tra le tante vite che hanno intrecciato la propria storia con quella dell’associazione.
Le storie delle mamme «bambine»
 Vite di mamme e di bambini. A. è una ragazzina diciassettenne, incinta di cinque mesi, allontanatasi dalla sua terra di origine, nel Meridione, per nascondere il proprio stato.
Decisa a non interrompere la gravidanza e a dare il bambino in adozione, la giovane, entrata nella casa di accoglienza del Cav «Anna Maria Adorni», incontra però le altre mamme e i neonati, assaporando poco a poco il piacere di tenere in braccio, cullare e nutrire i bimbi della casa.
La famiglia, messa a dura prova dallo stato emotivo della ragazza, ha difficoltà a parlare con lei, ma finalmente, grazie al dialogo instaurato con gli operatori, la madre della ragazza viene chiamata al Centro e messa a conoscenza della verità.
Le lacrime e la gioia di ritrovarsi si sciolgono in un abbraccio, segno di una comprensione che forse non c'era mai stata prima.
Poi, la decisione di tenere il bambino, di non darlo in adozione. Ora A. si è sposata, ha un lavoro ed è una madre felice della propria scelta.
Chantal
 Chantal è una donna di colore, una delle tante mamme uscite dalle case di prima accoglienza del Centro di Aiuto alla Vita di Parma. «E' dal luglio del 2006 che io e i miei figli siamo ospitati qui al Cav di via Sidoli - ha scritto la donna in una lettera, letta durante la cerimonia per il trentennale dell’associazione -. Nessuna parola potrà essere sufficiente per esprimere tutta la mia gratitudine, che Dio benedica tutti coloro sono all’origine della creazione del Centro di Aiuto alla Vita, vi ringrazio immensamente».
La casa famiglia
 I coniugi Giovanna e Tino Pelloni, della casa famiglia «Santa Elisabetta», nel corso degli anni hanno accolto, insieme ai loro quattro figli, tre mamme ed oltre 40 bambini.
Con particolare emozione ricordano i cinque anni vissuti insieme a un’adolescente e alla sua bambina di tre mesi. «Da sperduta e spaurita che era, lentamente ha preso coscienza di se, si è sposata, ha trovato lavoro, è tornata nella sua terra di origine - racconta la signora Pelloni -. Ora ha una famiglia tutta sua e ogni tanto ci aggiorna, come farebbe qualunque figlia con i propri genitori».
Un girotondo multietnico
 Le storie sono tante, tantissime. «Immaginando un girotondo ideale e multietnico - conclude commossa Giovanna Pelloni - vediamo le decine di facce, non sempre sorridenti, di bambine e bambini che hanno passato da noi qualche ora, qualche notte, alcuni mesi o anni, in attesa che si risolvessero le difficoltà dei genitori».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

"Indietro tutta 30 e lode!" sfiora i 4 milioni di spettatori

televisione

"Indietro tutta" sfiora i 4 milioni di spettatori Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

anteprima gazzetta

Un'altra vittima innocente: "Possiamo migliorare le condizioni nelle strade"

1commento

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

lentigione

I lavori sull'argine dell'Enza visti dal drone Video

Ricerca

Centri storici: quello di Parma tra i più dinamici in Italia

coin e decathlon

Due furti in negozi sportivi, tre ragazzi denunciati

3commenti

VIA GORIZIA

Apre la portiera dell'auto e un uomo lo minaccia con un coltello: un arresto per rapina

Il giovane minacciato è fuggito e ha chiamato i carabinieri. In manette un tossicodipendente

1commento

capodanno

Ecco le locandine: Fedez si fa. Ma dove? Domani la risposta

1commento

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

solidarietà

"Parma facciamo squadra" in campo per i bimbi poveri

Campagna fondi al via: Barilla, Chiesi, Fondazione Cariparma e Forum Solidarietà in prima linea

GAZZAREPORTER

Problemi alle luminarie: vigili del fuoco in via D'Azeglio Foto

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

INFOMOBILITY

Sosta e transito nelle Ztl: ecco come rinnovare il permesso per il 2018 

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Monza

Trovato il cadavere dell'ex calciatore Andrea La Rosa: era nel bagagliaio di un’auto

Francia

Scontro treno-scuolabus, "21 alunni feriti gravi"

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS