10°

20°

Buone Notizie

Un'ancora di salvezza per le mamme «bambine»

Un'ancora di salvezza per le mamme «bambine»
0

Virna Boiardi

Trent'anni di aiuto, appoggio, sostegno e accoglienza. Trent'anni di Cav, il Centro di Aiuto alla Vita di Parma (che ha sede in via Sidoli nei pressi della chiesa della Trasfigurazione) la cui celebrazione più significativa non può che risiedere nel racconto di alcune tra le tante vite che hanno intrecciato la propria storia con quella dell’associazione.
Le storie delle mamme «bambine»
 Vite di mamme e di bambini. A. è una ragazzina diciassettenne, incinta di cinque mesi, allontanatasi dalla sua terra di origine, nel Meridione, per nascondere il proprio stato.
Decisa a non interrompere la gravidanza e a dare il bambino in adozione, la giovane, entrata nella casa di accoglienza del Cav «Anna Maria Adorni», incontra però le altre mamme e i neonati, assaporando poco a poco il piacere di tenere in braccio, cullare e nutrire i bimbi della casa.
La famiglia, messa a dura prova dallo stato emotivo della ragazza, ha difficoltà a parlare con lei, ma finalmente, grazie al dialogo instaurato con gli operatori, la madre della ragazza viene chiamata al Centro e messa a conoscenza della verità.
Le lacrime e la gioia di ritrovarsi si sciolgono in un abbraccio, segno di una comprensione che forse non c'era mai stata prima.
Poi, la decisione di tenere il bambino, di non darlo in adozione. Ora A. si è sposata, ha un lavoro ed è una madre felice della propria scelta.
Chantal
 Chantal è una donna di colore, una delle tante mamme uscite dalle case di prima accoglienza del Centro di Aiuto alla Vita di Parma. «E' dal luglio del 2006 che io e i miei figli siamo ospitati qui al Cav di via Sidoli - ha scritto la donna in una lettera, letta durante la cerimonia per il trentennale dell’associazione -. Nessuna parola potrà essere sufficiente per esprimere tutta la mia gratitudine, che Dio benedica tutti coloro sono all’origine della creazione del Centro di Aiuto alla Vita, vi ringrazio immensamente».
La casa famiglia
 I coniugi Giovanna e Tino Pelloni, della casa famiglia «Santa Elisabetta», nel corso degli anni hanno accolto, insieme ai loro quattro figli, tre mamme ed oltre 40 bambini.
Con particolare emozione ricordano i cinque anni vissuti insieme a un’adolescente e alla sua bambina di tre mesi. «Da sperduta e spaurita che era, lentamente ha preso coscienza di se, si è sposata, ha trovato lavoro, è tornata nella sua terra di origine - racconta la signora Pelloni -. Ora ha una famiglia tutta sua e ogni tanto ci aggiorna, come farebbe qualunque figlia con i propri genitori».
Un girotondo multietnico
 Le storie sono tante, tantissime. «Immaginando un girotondo ideale e multietnico - conclude commossa Giovanna Pelloni - vediamo le decine di facce, non sempre sorridenti, di bambine e bambini che hanno passato da noi qualche ora, qualche notte, alcuni mesi o anni, in attesa che si risolvessero le difficoltà dei genitori».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Alessia sposa Michele, prima trans a dire 'sì'

CASERTA

Alessia sposa Michele, prima trans a dire sì

Giovanni Lindo Ferretti

Giovanni Lindo Ferretti

Parma

Rimandato il concerto di Giovanni Lindo Ferretti

Sorbolo: i vini della Botte Gaia

PGN FESTE

Sorbolo: i vini della Botte Gaia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Senza colori: la vita in bianco e nero dei daltonici

SALUTE

Senza colori: la vita in bianco e nero dei daltonici

di Patrizia Celi

Lealtrenotizie

Laminam: il caso arriva alla commissione ambiente della Regione

tg parma

Laminam: il caso arriva alla commissione ambiente della Regione Video

foto dei lettori

Spettacolo (della natura) nei cieli di Parma Gallery

Parma

Maltempo: vento forte in Appennino

Tribunale

Molotov contro gli spacciatori: patteggiano in tre

36a giornata

I play-off se il campionato finisse oggi: rientra l'Albinoleffe (partite e date)

parma

Si rompe un tubo: strada allagata in via Montebello, operai al lavoro e traffico deviato Foto

4commenti

foto dei lettori

Parcheggio intelligente

LUTTO

Addio a "Valo", San Lazzaro nel cuore

Roberto Valenti, 66 anni, aveva giocato anche in B

2commenti

tribunale

Il pm: "Delinquente abituale". Carminati (dal carcere di Parma) esulta

tg parma

Cinque trapianti di rene in due giorni all'ospedale Maggiore Video

mafia

Aemilia: una "squadra" di quattro Pm per l'appello

Dda chiede sentire chi ha indagato su dichiarazioni di Giglio

Carabinieri

Spacciava in Oltretorrente: un altro arresto

In manette un 31enne tunisino

1commento

Gazzareporter

La pioggia ha ingrossato il torrente Video

Parma

Dopo un borseggio abbandona il portafogli fra la merce di un negozio

La Municipale indaga su una donna. Allontanato anche un gruppo di persone sospette che si aggiravano in Ghiaia

3commenti

tg parma

Proseguono i lavori sullo Stradone Video

lega pro

Parma, parlano i tifosi: "Qualcosa si è rotto"

I presidenti dei Club credono ancora nella squadra, "ma serve un cambio di passo"

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

1commento

ITALIA/MONDO

francia

Baby gang circonda il pensionato al bancomat ma... 

1commento

MILANO

Corona, urla in aula contro il fidanzato di Nina Moric

SOCIETA'

Bologna

Pranza al ristorante e si sente male: donna muore dopo 5 giorni

Medicina

Le nove regole per prevenire i tumori

SPORT

calcio

Moggi, radiato in Italia, riparte dall'Albania

tg parma

Parma in ritiro a Collecchio, Giorgino squalificato Video

1commento

MOTORI

PSA

DS 7 Crossback, in vendita la versione di lancio "La Premiére"

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling