22°

BUONE NOTIZIE

Il grande cuore del Cral Tep batte per la Scuola in ospedale

Donati nuovi arredi alla struttura frequentata dai piccoli pazienti

Il grande cuore del Cral Tep batte per la Scuola in ospedale

Il grande cuore del Cral Tep batte per la Scuola in ospedale

Ricevi gratis le news
0

 

Beppe Facchini
«La carica che riescono a trasmettere questi bambini è indescrivibile: per loro, studiare significa avere speranza nel futuro. Ed è qualcosa di impagabile per un’insegnante».
È con queste parole che descrive la sua esperienza a contatto quotidiano con i piccoli pazienti dell’Ospedale dei Bambini, Cecilia Bruschi, docente di discipline letterarie e coordinatrice della Scuola in Ospedale, un progetto, istituito negli anni cinquanta dal Ministero della Pubblica istruzione, per consentire ai giovanissimi ricoverati di studiare anche durante la degenza. 
A portare avanti l’iniziativa, fin dal suo esordio, è l’Istituto comprensivo «Giacomo Ferrari» di Parma, che da febbraio dispone di una stanza al terzo piano in via Abbeveratoia, arredata, da ieri, con nuovissimi mobili colorati donati dal gruppo Cral della Tep. 
«Lo abbiamo fatto volentieri, utilizzando i risparmi della nostra associazione» ha spiegato il presidente del circolo aziendale, Fausto Castelli, affiancato da alcuni soci, con uno in particolare che non è riuscito a trattenere le lacrime al momento della consegna ufficiale di sedie, scrivanie e armadi: si tratta del signor Maurizio Bolzoni, titolare dell’omonima officina meccanica in via La Spezia e primo a mettere mano al portafoglio per un gesto che il dirigente medico della Direzione Sanitaria dell’azienda ospedaliero-universitaria, Piero Vitali, ha definito «un grande esempio di intelligenza e sensibilità nei confronti di questa struttura». 
Oltre al Cral Tep e al signor Bolzoni, hanno reso possibile questa donazione l’associazione Vob, Volontari Ospedale dei Bambini, e la ditta Mattioli e Torelli di Basilicagoiano. 
E anche grazie alla loro collaborazione, i 23 insegnanti della Scuola in Ospedale (8 per quella primaria, 15 volontari per la secondaria), oltre a lezioni tenute talvolta nelle stanze di degenza dei piccoli studenti ricoverati (complessivamente, in media, 800 all’anno), hanno adesso a disposizione uno spazio idoneo per tenere i prossimi esami di terza media e restare in contatto con le scuole di provenienza degli alunni grazie ad una nuova linea telefonica che contribuirà a mantenere vivo il filo diretto con insegnanti e compagni di classe.  
Beppe Facchini

 

«La carica che riescono a trasmettere questi bambini è indescrivibile: per loro, studiare significa avere speranza nel futuro. Ed è qualcosa di impagabile per un’insegnante».È con queste parole che descrive la sua esperienza a contatto quotidiano con i piccoli pazienti dell’Ospedale dei Bambini, Cecilia Bruschi, docente di discipline letterarie e coordinatrice della Scuola in Ospedale, un progetto, istituito negli anni cinquanta dal Ministero della Pubblica istruzione, per consentire ai giovanissimi ricoverati di studiare anche durante la degenza. A portare avanti l’iniziativa, fin dal suo esordio, è l’Istituto comprensivo «Giacomo Ferrari» di Parma, che da febbraio dispone di una stanza al terzo piano in via Abbeveratoia, arredata, da ieri, con nuovissimi mobili colorati donati dal gruppo Cral della Tep. «Lo abbiamo fatto volentieri, utilizzando i risparmi della nostra associazione» ha spiegato il presidente del circolo aziendale, Fausto Castelli, affiancato da alcuni soci, con uno in particolare che non è riuscito a trattenere le lacrime al momento della consegna ufficiale di sedie, scrivanie e armadi: si tratta del signor Maurizio Bolzoni, titolare dell’omonima officina meccanica in via La Spezia e primo a mettere mano al portafoglio per un gesto che il dirigente medico della Direzione Sanitaria dell’azienda ospedaliero-universitaria, Piero Vitali, ha definito «un grande esempio di intelligenza e sensibilità nei confronti di questa struttura». Oltre al Cral Tep e al signor Bolzoni, hanno reso possibile questa donazione l’associazione Vob, Volontari Ospedale dei Bambini, e la ditta Mattioli e Torelli di Basilicagoiano. E anche grazie alla loro collaborazione, i 23 insegnanti della Scuola in Ospedale (8 per quella primaria, 15 volontari per la secondaria), oltre a lezioni tenute talvolta nelle stanze di degenza dei piccoli studenti ricoverati (complessivamente, in media, 800 all’anno), hanno adesso a disposizione uno spazio idoneo per tenere i prossimi esami di terza media e restare in contatto con le scuole di provenienza degli alunni grazie ad una nuova linea telefonica che contribuirà a mantenere vivo il filo diretto con insegnanti e compagni di classe.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: in passerella anche "lui", il bello di Parma (1996)

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Ari Berlin volo radente

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

via repubblica

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

3commenti

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Nello stabilimento di Torrile

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

Borgotaro

Auto ribaltata sulla fondovalle a Ostia Parmense: un ferito

E' intervenuto anche l'elicottero del 118

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

20commenti

Regione

Punti nascita, bagarre in Aula: salta il numero legale

Le opposizioni: "Ripensare la decisione su Borgotaro"

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

Guastalla

Sequestrati 3 quintali di dolci mal conservati: erano destinati anche al Parmense

La Municipale ha sequestrato un autocarro di un cittadino indiano che lavora per una ditta mantovana

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

tg parma

Nessuna squalifica per d'Aversa. Closing societario il 3 novembre? Video

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

5commenti

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti 

«Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

FRANCIA

Vola con la tuta alare e si schianta: morta una donna

MILANO

Arrestato il geometra "re dei trans"

SPORT

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

Moto

Marquez vuole tornare a vincere

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»